Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Long Life Welfare: un progetto di Anolf, Anteas ed Idos a tutela degli immigrati e degli anziani

Leggi tutto...

LABOUR –INT : L’integrazione dei Migranti nel mercato del lavoro “Consegna degli attestati”

milanoMercoledì 16 maggio 2018, si concluderà la prima parte dell’azione pilota italiana del progetto europeo Labour INT, progetto finanziato dalla Comunità Europea e promosso dalla CES – Confederazione Europea dei Sindacati, guidata da ANOLF Milano e Fisascat CISL Milano Metropoli con la partecipazione del Comune di Milano, EBTPE Milano, EBITER Milano, Filcams Cgil Milano e Uiltucs Uil Milano e Lombardia.

 Saranno consegnati gli attestati ai 40 richiedenti asilo e rifugiati coinvolti nell’azione pilota italiana, la cerimonia si svolgerà presso la Casa dei Diritti del Comune di Milano, in Via De Amicis 10, dalle 9.30 alle 13.30.

 

L’idea è quella di dare voce ai diversi soggetti che sono stati protagonisti di questa esperienza, rendendola possibile grazie alla capacità di lavorare in sinergia e di dare vita ed entusiasmo all’approccio multistakeholder che ha rappresentato il vero valore aggiunto del progetto, nei prossimi mesi i partecipanti saranno impegnati nei tirocini che avranno la durata di circa tre mesi.

 

ANOLF Bergamo “Il sindacato parla di migrazioni”

anolf BERGAMO“Il sindacato parla di migrazioni” è il progetto che Anolf Bergamo mette in pista, per creare un’occasione di approfondimento sulle tematiche migratorie.

 Sollecitati da più parti ed evidenziata la necessità di qualificare sempre di più la presenza e le competenze dei 25 volontari ed operatori dei 13 recapiti Anolf della provincia, decidendo di organizzare tre incontri di approfondimento e studio, ai quali sono stati invitati anche tutti i segretari, operatori e delegati, convinti del fatto che non sia plausibile pensare ad un’azione sindacale che esuli dal conoscere il fenomeno migratorio.

 L’informazione di social e media non può ritenersi qualificata e sufficiente per avere un quadro dettagliato della dinamica territoriale, e poter quindi pianificare un’azione sociale, quella del sindacato, che miri ad un benessere collettivo, includendo tutti.

 

Si tratta di un’occasione aperta, libera, e di condivisione, nel corso del quale verranno toccati vari temi: dalle motivazioni migratorie, alle nuove generazioni “non più migranti”; dalle varie tipologie di permessi di soggiorno e dei requisiti per ottenerli, agli scenari relativi al fenomeno della naturalizzazione. I tre incontri si svolgeranno presso la CISL Bergamo, via Carnovali 88/a dal 5 maggio al 30 giugno 2018.

 Un approfondimento non solo dal punto di vista giuridico ma anche sociologico, al fine di consolidare le conoscenze per metterle a frutto sia come specializzazione di chi già lavora in ambito giuridico o sociale, sia come tentativo di promuovere la conoscenza in ambito sindacale.

 

 

 

CISL, IAL e ANOLF - Marche, “Una bella storia” - percorsi d' integrazione socio-lavorativa dei giovani migranti.

marcheMercoledì 16 maggio a partire dalle 9.30 la Loggia dei Mercanti di Ancona ospiterà “Una bella storia” - percorsi d'integrazione socio-lavorativa dei giovani migranti. L’evento, organizzato da Cisl Marche, IAL Marche e Anolf, con la collaborazione dell’ Anci Marche, del Progetto Sprar e del Comune di Ancona, si aprirà con la proiezione del video “Una bella storia” dell’antropologo e documentarista Giorgio Cingolani che ha raccolto le testimonianze di integrazione nel mondo del lavoro e nella società marchigiana di quattro giovani migranti.

Seguirà l’intervento di Neli Isaj, responsabile Anolf Marche, e la tavola rotonda sul tema dell’integrazione, con la partecipazione di Emma Capogrossi, Presidente della Commissione Immigrazione ANCI Marche, Loretta Bravi, Assessore al Lavoro - Regione Marche, Giovanni Santarelli, Dirigente Politiche Sociali e Sport - Regione Marche, Rodolfo Giorgetti, Responsabile Direzione transizione delle fasce vulnerabili ANPAL SERVIZI, Stefano Mastrovincenzo, Amministratore Unico IAL Nazionale, Mohamed Saady, Presidente ANOLF Nazionale, e Sauro Rossi, Segretario generale Cisl Marche. La moderatrice dell’evento sarà la giornalista Linda Cittadini.

 

 

Attachments:
Download this file (Una Bella Storia v5.pdf)Una Bella Storia v5.pdf[ ]742 Kb

L’Anolf Alessandria racconta l’Italia a 16 richiedenti asilo

anolf alessandriaL’Anolf Alessandria  da ottobre ad aprile ha organizzato una serie di lezioni per aiutare 16 richiedenti asilo seguiti dall’associazione Cambalache per  capire e farsi capire in italiano”. La strada per l’integrazione è lunga e complicata, ha sottolineato la presidente Anolf Caterina Guarnera, ma per muovere il primo passo è indispensabile avvicinarsi e conoscersi. La Cisl ha così aperto le porte della sua sede per raccontare ai ragazzi usi, costumi e leggi italiane.

Tra popoli e culture diverse non vanno costruiti “muri” ma “ponti”. Il pensiero del Segretario provinciale Cisl Marco Ciani ben sintetizza lo spirito che ha animato il Laboratorio di Educazione alla Cittadinanza “Conversiamo” dell’Anolf, realizzato grande a un bando del Csvaa. Durante le 48 lezioni, la classe si è dovuta cimentare anche con le complicate regole della grammatica italiana. Annalisa Castelli, però, ha studiato un originale metodo di insegnamento per rendere meno pesanti le lezioni. Con canzoni e ricette la docente è riuscita a tenere sempre alta l’attenzione che oggi riescono “a capire e farsi capire” come hanno raccontato Mamadu, 19 anni e Ibrahima di 25, entrambi arrivati dal Gambia circa un anno fa e tutti e due felicissimi e orgogliosi di stringere tra le mani il diploma del corso “Conversiamo” dell’Anolf. Abbattere la prima grande barriera, quella linguistica, è fondamentale ha spiegato anche Gustave, 28 anni, arrivato un anno e 8 mesi fa dal Camerun. Molto interessanti, ha aggiunto, sono anche le lezioni con Virginia Gastaldi della Cisl che ha spiegato ai ragazzi quali leggi in Italia tutelano i lavoratori. La classe è stata altrettanto coinvolta dal dottor Giampiero Varosio che ha insegnato le manovre per il massaggio cardiaco e parecchio è piaciuto provare lo speciale visore della Polizia Stradale che durante le lezioni sulle regole della strada ha mostrato ai ragazzi cosa succede quando si guida sotto l’effetto di alcol o droghe.