Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Bando in memoria di “ Carla Passalacqua”, per l’assegnazione di due Borse di studio.

maxresdefaultLa Cisl ha pubblicato il secondo Bando in memoria di “ Carla Passalacqua”, per l’assegnazione di due Borse di studio, del valore di 5.000 euro cadauna , destinate a giovani laureande/i e laureate/i, voluto dalla Cisl per ricordare la figura di Carla Passalacqua storica figura di sindacalista Cisl, scomparsa nel 2015.Carla Passalacqua, la ricordiamo anche Responsabile del Coordinamento Donne dal 1982 al 1992, persona dalla grande sensibilità sociale, ha dedicato buona parte della sua vita al sindacato, in particolare al rispetto, all’emancipazione, alla tutela delle donne e al riconoscimento della parità di genere nel nostro Paese.

Attraverso le due Borse di studio, la Cisl intende offrire a due giovani, laureandi e laureati, l’opportunità di realizzare un progetto di ricerca sulle conquiste dei diritti delle donne nel mondo del lavoro, della tutela della maternità, della rappresentanza e delle pari opportunità nel nostro Paese. Il tema scelto per questa edizione riguarda “La violenza nei luoghi di lavoro – prevenzione, contrasto e conseguenze- analisi codici di condotta – confronti con altri Paesi”. Possono partecipare al Bando tutti i giovani iscritti/e alla Cisl o i/le figli/figlie di iscritti alla Cisl, compresi gli stranieri non appartenenti a Stati Ue, regolarmente soggiornanti in Italia, laureandi o laureati (Laurea Triennale e/o Laurea Specialistica) in uno dei seguenti corsi di laurea: Giurisprudenza, Sociologia, Scienze Politiche, Economia, Psicologia, Lettere e Filosofia, Scienze della Comunicazione, di una qualsiasi Università, pubblica o privata, del nostro Paese. I candidati alla data di scadenza del Bando dovranno aver compiuto 20 anni di età e non superato i 32.

La graduatoria di merito formulata dalla Commissione sarà resa pubblica sul sito www.cisl.it entro il 30 aprile 2018.

IN ALLEGATO REGOLAMENTO COMPLETO

 

Attachments:
Download this file (Bando CP 2018 2.pdf)Bando CP 2018 2.pdf[ ]48 Kb

Leggi tutto...

Decreto flussi 2018

decreto flussi fotoIl 05 gennaio 2018, è stato autorizzato il Dpcm del 15 dicembre 2017, riportante la “Programmazione transitoria dei flussi di ingresso per lavoratori non comunitari per l’anno 2018” (allegati 1 e 2).  Il provvedimento, in ottemperanza a quanto previsto all’ex articolo 3, comma 4 del Dlgs 286/98, prevede una quota massima di 30.850 quote a favore dei cittadini non comunitari da ripartire come di seguito:

a) 12.850 quote riservate ai lavoratori non comunitari per lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo di cui:

1) 500 riservati a non comunitari residenti all’estero che abbiano completato, nel Paese di origine, programmi di istruzione e formazione, attivati ai sensi dell’art. 23 del  Dlgs 286/98 “Testo Unico sull’Immigrazione”;

2)  100 riservati per lavoratori subordinati non stagionali o autonomi di origine italiana residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile;

Leggi tutto...

Giornata Internazionale del Migrante. Saady (ANOLF) "Non abbandoneremo al loro destino i migranti che fuggono da guerre, persecuzioni e in cerca di un futuro migliore"

Migrant-message-2014-624x311Oggi assistiamo all'esodo di migliaia di persone in fuga da guerre e persecuzioni, ma anche dalla povertà e dalla fame, che bussano alle porte dell'Europa nella speranza di essere accolti nella garanzia di quei diritti, che proprio nella giornata internazionale del migrante ci accingiamo a celebrare, ha commentato il Presidente dell'Anolf Nazionale Mohamed Saady in occasione della ricorrenza di oggi.

Leggi tutto...

Long life welfare - Il volontariato a supporto della tutela e dell’autotutela

Long Life WelfarePer una previdenza aperta agli immigrati e agli anziani:
Progetto "Long Life Welfare" avviato nel Meridione di Anolf Nazionale e Anolf Territoriali (Basilicata, Calabria, Napoli per la Campania, Foggia per la Puglia, Sardegna e Sicilia) con il supporto di Anteas e Idos e il contributo della Fondazione con il Sud.
Tra le azioni previste, verranno individuate 500 persone chiamate a essere beneficiare dirette delle attività di formazione che consentiranno loro di essere ripetitori e facilitatori delle conoscenze previdenziali, incrementando così la loro vicinanza con tutti gli utenti.

 

Il progetto è una sfida relativa a un target ancora poco tutelato e preso in considerazione: gli immigrati in invecchiamento che sono tra i più svantaggiati in un paese, il nostro, in cui il sistema di welfare è diventato particolarmente complesso. Una “classe” di persone con fragilità destinate a crescere numericamente e su cui ancora non si conosce molto. Una popolazione che spesso ha problemi ad interagire con le istituzioni a cause di barriere linguistiche, culturali e d’istruzione e che ha difficoltà ad essere tutelata. Si pensi alle donne immigrate, colf o badanti, spesso operanti in nero, che avrà difficoltà ad avere una pensione.

L’azione, finanziata integralmente da Fondazione con il Sud, intende contribuire alla risoluzione del problema: “Una positiva azione per il rafforzamento della rete nazionale di volontariato presente in maniera capillare nelle regioni selezionate, per una forte sinergia, di piena collaborazione con ANTEAS, IDOS e Fondazione con il Sud ” lo dichiara Mohamed Saady Presidente Nazionale ANOLF.

Per la sua originalità il progetto si configura come pilota ed intende rafforzare la rete nazionale di volontariato presente in maniera capillare nelle regioni selezionate. L’intenzione è quella di stabilire e consolidare collegamenti orizzontali e creare modalità di co-working in grado di proseguire anche dopo il termine del progetto, che avrà la durata di due anni.

IN ALLEGATO COMUNICATO STAMPA

 

 

 

 

Attachments:
Download this file (comunicato stampa LLW.pdf)comunicato stampa LLW.pdf[ ]279 Kb

“IL NUOVO VOLTO DELL’INTEGRAZIONE”

20 dicembre locandinaIl 20 dicembre alle ore 14.30, Presso l’Auditorium Parco della Musica, via Pietro de Coubertin 30 – Roma.

Promosso dalla Fai, in collaborazione con la Cisl Nazionale, l’Anolf e la Fondazione Fai Cisl – Studi e ricerche, per dibattere insieme sui temi dell’accoglienza, dello ius soli, della cittadinanza, del lavoro e del contrasto al caporalato.

Siamo convinti che i tempi siano maturi per affrontare con lungimiranza e spirito propositivo questi diversi argomenti che sono oggi al centro del dibattito politico e sociale del nostro Paese.

Il riconoscimento dei diritti dei migranti e delle loro famiglie è un dovere di civiltà a cui vogliamo contribuire per rilanciare un nuovo protagonismo dei migranti.

Un momento di riflessione che vedrà la partecipazione d’illustri relatori e alcune testimonianze dei lavoratori e delle lavoratrici immigrate, la relazione introduttiva di Luigi Sbarra Segretario Generale Fai Cisl, presiede e coordina Mohamed Saady Presidente Nazionale Anolf, saluti di Paolo Terrinoni Segretario Generale Cisl Lazio, intervengono S.Em. Rev.ma Cord. Gualtiero Bassetti Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Don Aldo Buonaiuto Comunità Papa Giovanni XXIII, On Marco Minniti Ministro dell’Interno e relazione , le conclusioni affidate alla nostra Segretaria Generale Cisl Annamaria Furlan.