Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Giornata mondiale contro la tratta

iPhone Image 487F9EGiornata mondiale contro la tratta” di essere umani, proclamata il 30 luglio dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2013, con la Risoluzione A/RES/68/192. Lo scopo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare la comunità internazionale sulla situazione delle vittime e promuovere la difesa dei loro diritti.

Si stima che circa 40 milioni di essere umani siano vittime nel mondo di tratta, inoltre, il 71% del totale è costituito da donne e bambine. L’Organizzazione Internazionale del Lavoro (Ilo) denuncia che 21 milioni di persone siano vittime di lavoro forzato, spesso collegato anche allo sfruttamento sessuale, piaga che investe, anche la nostra penisola, nel 2019 in Italia, risultano in carico dal sistema anti-tratta 2.033 persone, di cui l'86% (1.762) è rappresentato da donne e ragazze, dati in continuo aggiornato.

Crimini, come più volte la stessa ANOLF Nazionale ha sottolineato, non si sono fermati neanche difronte alla pandemia e che vanno combattuti a tutti i livelli. L'emergenza Covid-19 ha reso le vittime ancora più isolate e difficilmente raggiungibili, ricordando con rammarico, anche il traffico di organi, un altro drammatico fenomeno, che sfugge alle stime, ma che resta un innegabile risvolto.

Esseri umani che ogni giorno vediamo raggiungere le coste, trasferiti in centri da una realtà all’altra di un’Europa ancora poco incline a porre chiare direttive per la dignità di tante donne, minori e uomini.

L’ANOLF Nazionale, assieme al Coordinamento Donne ANOLF, supportata dalla CISL, esprime da anni, la necessità e il bisogno di porre al centro importanti obbiettivi, porre fine al traffico di persone, per concrete misure, che puntano a eliminare qualsiasi forma di violenza e di sfruttamento.

L’ANOLF Nazionale continuerà nelle sue azioni, quali l’accoglienza, il diritto all’integrazione e l’importanza della solidarietà, nel rispetto e nella condivisione tra i popoli e le singole persone.

Sportello Regionale FAI CISL - ANOLF Calabria Servizi per lavoratori immigrati e dell’agroalimentare.

SPORTELLO FAI  ANOLF CALABRIA 2Lamezia Terme, operativo, presso la sede dell’Usr Cisl Calabria in Lamezia Terme (Cz) lo sportello regionale di servizi dedicato ai lavoratori agricoli, dell’agroalimentare e immigrati, grazie al lavoro sinergico svolto dalla FAI Cisl Calabria e dall’ANOLF Calabria.

In una nota congiunta, il Segretario Generale FAI Cisl e il Presidente dell’ANOLF regionali, rispettivamente Michele Sapia e Marian Dudut, sostengono che “in un territorio a forte vocazione agricola, in cui la presenza di lavoratori anche immigrati è significativa, questo progetto può rappresentare un punto di partenza e in particolare modo di riferimento per molte persone e famiglie che, spesso, si trovano in difficoltà e bisognose di sostegno, informazione e servizi”.
L’attivazione dello sportello, annunciato nel corso del webinar sull’emersione del lavoro irregolare nel settore agricolo e alimentare tenutosi lo scorso 19 giugno, in linea con il protocollo siglato a livello nazionale e regionale tra le sue strutture, ha trovato piena condivisione anche del Presidente nazionale dell’ANOLF nonché Segretario nazionale della FAI Cisl Mohamed Saady che nella conclusione dei lavori aveva sottolineato la necessità di lavorare, ad ogni livello e tramite la rete dei servizi della Cisl, a favore di quelli che sono i soggetti più deboli nel settore primario dell’industria alimentare.
Vari i servizi previsti: dall’assistenza in materia di permessi di soggiorno e ricongiungimenti familiari all’elaborazione dei curriculum, dalle traduzioni dei documenti legalizzati alle pratiche per l’emersione del lavoro irregolare. Ma non solo, spiegano infatti Sapia e Dudut: “Abbiamo inteso organizzare uno sportello non solo per il disbrigo di pratiche ma un ulteriore luogo di informazione sui contratti nazionali e provinciali del settore dell’agricoltura e agroalimentare, le norme di sicurezza e igiene alimentare, i requisiti per la domanda di disoccupazione agricola, le opportunità dei Fondi Integrativi Sanitari e degli Enti Bilaterali e tutti gli altri servizi della FAI Cisl, compresa la campagna nazionale contro lo sfruttamento del lavoro in agricoltura “SOS Caporalato” con numero verde gratuito 800.199.100, ideata e fortemente sostenuta dal segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota.

Leggi tutto...

“Giornata internazionale del rifugiato” 20 giugno

iPhone Image 13C751oggi si celebra la “Giornata internazionale del rifugiato”, indetta dalle Nazioni Unite, per commemorare l'approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati (Convention Relating to the Status of Refugees). Purtroppo, per nostro malgrado, siamo nuovamente a commemorare le vittime degli esodi forzati dalla povertà e dalle guerre. Negli ultimi decenni, non si sono fermati i naufragi, che sono costati la vita a centinaia di persone, la cui vita è stata sconvolta, le cui comunità sono state distrutte, e il cui futuro resta incerto. Ricordiamo l’ultimo naufragio, avvenuto il 10 giugno al largo della Tunisia, il barcone con a bordo 53 migranti era diretto verso le coste italiane, finora sarebbero stati recuperati oltre 40 corpi, tra cui molti bambini e donne. 

La Giornata internazionale del rifugiato, rappresenta un momento per ricordare tutti coloro che si trovano in questa situazione e allo stesso tempo per intensificare il nostro sostegno. Come ANOLF ribadiamo, la necessità di supportare, progetti territoriali, nazionali e missioni internazionali per tentare di bloccare i trafficanti di morte e consentire alle migliaia di richiedenti asilo che si trovano in Libia e negli altri paesi del mediterraneo di poter essere salvati e tutelati. I rifugiati scappano perché non hanno scelta, nelle nostre sedi, dislocate in tutto il territorio nazionale e interazionale, assieme al grande sostegno della Cisl, orientiamo ed informiamo, anche questa categoria, valorizzando progetti per l’integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro, a garanzia di parità di condizioni e di retribuzione, per la reale crescita economica a vantaggio delle comunità locali e di tutte le persone, indipendentemente dalla loro nazionalità.

“I rifugiati sono persone come tutti, ma alle quali la guerra ha tolto casa, lavoro, parenti, amici. Le loro storie e i loro volti ci chiamano a rinnovare l'impegno per costruire la pace nella giustizia. Per questo vogliamo stare con loro: incontrarli, accoglierli, ascoltarli, per diventare insieme artigiani di pace secondo la volontà di Dio”. Sono le parole di Papa Francesco che non possiamo non condividere e apprezzare.

 

 

Proroga delle scadenze di atti amministrativi e autorizzazioni, PERMESSI DI SOGGIORNO

proroghe 2Il Decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020, emanato per far fronte all’emergenza Covid-19, ha inciso su molte scadenze di atti amministrativi e autorizzazioni prorogandone la validità, e sulla sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi finalizzati al loro rilascio o rinnovo.

“Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020”.

 La legge 24 aprile 2020,  n.27 (in vigore dal 30 aprile 2020), in sede di conversione, ha introdotto delle modifiche a quanto era stato disposto il 17 marzo con il suddetto decreto legge.

Tra i procedimenti amministrativi, sui quali incide la norma, rientrano i seguenti:

Permesso di soggiorno

La validità dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale, rilasciati ai sensi del testo unico di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, in scadenza tra il 23 febbraio e il 31 maggio 2020, è prorogata al 31 dicembre 2020.

I permessi di soggiorno, i nulla osta dei cittadini e i titoli di viaggio di cittadini di Paesi terzi, in scadenza dal 31 gennaio al 31 luglio 2020 conservano la loro validità fino al 31 agosto 2020, tale validità si applica ai:

Leggi tutto...

ANOLF. Emersione 2020

ANOLF Emersione