Attività ANOLF

 

 

Le attività

L’ANOLF attua, nell’ambito della propria vita associativa, un ampio ventaglio di interventi specifici:

 

Piemonte
Veneto
Molise
Valle d'Aosta
Emilia Romagna
Campania
Liguria
Toscana
Puglia
Lombardia
Marche
Basilicata
Trentino
Umbria
Calabria
Alto Adige
Lazio
Sicilia
Friuli Venezia Giulia
Abruzzo
Sardegna

 

 

Sezione Regionale PIEMONTE

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Conclusione del percorso di formazione, su bando della Regione Piemonte, per 30 donne extracomunitarie sulla conoscenza delle normative relative al lavoro, alla famiglia, alla salute e alle politiche sociali, con il fine di aiutarle nell'integrazione (i tutor del Corso sono stati i Copresidenti territoriali) con convegno pubblico finale, al quale hanno partecipato anche funzionari della Regione, e pubblicazione degli atti.

· Partecipazione al progetto dello IAL Piemonte denominato "Pro Donna" con altri partners (IDEA LAVORO, Fondazione ADECCO, Comune di Michelino, Associazione femminile "Casa de las Americas" e ALMA TERRA) per superare la discriminazione e favorire l'accesso e l'orientamento al lavoro delle donne immigrate, sostenendo la loro visibilità sul mercato del lavoro e ampliando le possibilità di scelta e di progressione, nonché favorendo il bisogno di crescita e lo sviluppo di competenze professionali. Il progetto è indirizzato a donne immigrate presenti sul territorio piemontese.

Iniziative con le istituzioni:

· Lavoro molto intenso per la presenza attiva in tutti i territori nei Consigli Territoriali per l'immigrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Sportelli di servizi e di accoglienza non per creare diversità ma per aiutare gli operatori ad aprirsi alla diversità (per ricerca della casa in collaborazione con il SICET, per ricerca di lavoro, per altri servizi in collaborazione con il CAAF e l'INAS).

Pubblicazioni:

· Opuscoli di pubblicizzazione dei servizi sul territorio.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con l'ISCOS in diversi loro progetti nei vari paesi in via di sviluppo.

· Adozioni a distanza.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Rete telematica regionale per la ricerca di lavoro e per l'assistenza agli immigrati.

· Presenza all'interno della Consulta regionale per l'immigrazione.

· Collegamenti con le categorie di lavoratori per una maggiore partecipazione alla vita sindacale dei lavoratori immigrati.

Sezione provinciale di Alessandria

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· In collaborazione con CGIL-CISL-UIL realizzazione di un Corso (pensato e progettato dall'ANOLF) di alfabetizzazione per gli immigrati presenti sul territorio.

· Realizzazione, all'interno del Piano provinciale, di Corsi di alfabetizzazione sindacale.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione con i Consorzi comunali sulle varie questioni che si possono presentare in materia di immigrazione.

· Collaborazione con il Piano Asilantes Nazionale per i richiedenti asilo politico.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione continua con la CARITAS per le segnalazioni di immigrati da ospitare nell'ostello della CARITAS stessa.

· Collaborazione con il Centro di Accoglienza Vincenziano per l'inserimento delle donne immigrate.

Pubblicazioni:

· Volantini in diverse lingue dove vengono elencati i servizi offerti dall'ANOLF.

· Collaborazione con il Consiglio Territoriale per l'immigrazione alla stesura di opuscoli in più lingue della legge 286.

Attività di solidarietà:

· Adesione a varie iniziative svolte sul territorio.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali (in collaborazione con l'INAS), informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Assistenza offerta anche nei territori di Casale Monferrato, di Novi Ligure, Aqui e Tortona (questi 2 ultimi attivi dal 1° dicembre).

· Partecipazione con Associazioni di volontariato a varie iniziative (convegni, incontri, …).

· Partecipazione al Festival Multietnico organizzato assieme all'Associazione Cultura-Sviluppo.

Sezione provinciale di Asti

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· In collaborazione con lo IAL e altri enti preposti progettazione di corsi di formazione rivolti soprattutto a donne immigrate (per preparare figure professionali).

· Progetto, in collaborazione con il Comune, sul tema dell'amicizia: sono stati premiati (con 100 euro) 20 bambini italiani e immigrati che si sono particolarmente distinti nell'abbattere le barriere della diversità.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione con l'ambulatorio per gli immigrati sprovvisti di soggiorno, presso l'ASL di Asti.

· In collaborazione con il Comune, sono stati aperti uno sportello di informazione per gli extracomunitari ed un altro per le informazioni legali.

· Collaborazione con i Consorzi comunali per le varie questioni che si possono presentare in materia di immigrazione.

· Collaborazione con una Cooperativa, messa in piedi dalla Provincia e composta da tre mediatori culturali che hanno seguito un corso di formazione, per l'assistenza agli extracomunitari.

· Avviata una collaborazione con le autorità di Paesi del Sud America, con un rappresentante legale (anche un giudice per i minori) e un traduttore, per la tutela di donne e minori; infatti molte donne divorziate o che vorrebbero divorziare subiscono ricatti, così come anche i minori.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con il Comune di Asti per favorire il rapporto tra immigrati e proprietari di immobili nella ricerca della casa (soprattutto per le famiglie extracomunitarie).

· Accordi con un legale locale (per ottenere riduzione di costi per le pratiche), con un'agenzia di viaggi (per ottenere sconti per tornare nel Paese di origine) e in fase di realizzazione anche con Istituti bancari (per aprire un conto corrente a condizioni vantaggiose e ottenere un mutuo per l'acquisto della casa).

Pubblicazioni:

· Schede informative per la regolarizzazione.

Attività di solidarietà:

· Contatti e collaborazione continuativi con il Comune per il Centro di ritrovo per gli immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, di tutela dei minori soli (per far loro ottenere un permesso di soggiorno o affidarli a parenti), medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Apertura di due sportelli informativi attivi 2 giorni alla settimana: uno a Nizza Monferrato e uno a Canelli.

· Creazione di una banca dati per avere la situazione degli immigrati nella zona di Asti.

· Partecipazione con associazioni di volontariato a varie iniziative (convegni, incontri, …).

Sezione provinciale di Biella

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione al Consiglio Territoriale per l'immigrazione presso la Prefettura (impegno più pressante nella Commissione recezione abitazioni per gli stranieri).

· Collaborazione regolare con la Questura (una volta alla settimana), l'Ufficio provinciale del lavoro ed gli altri servizi che operano nel territorio.

· Collaborazione con l'ASL per lo sportello, attivo all'interno della struttura sanitaria, per il progetto ISI per l'assistenza sanitaria agli stranieri senza copertura sanitaria (clandestini).

· Progetto di apertura di uno sportello informativo presso il Comune di Cossato (in fase di elaborazione).

· Trattative per l'apertura di uno sportello immigrati presso la Provincia.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con la CARITAS diocesana, il Volontariato vincenziano e altre associazioni che operano sul territorio.

Altro:

·Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Cuneo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Collaborazione al progetto "Da straniera a cittadina" dell'ANOLF regionale indirizzato alle donne straniere e approvato dalla Regione Piemonte.

· Collaborazione con lo IAL per le segnalazioni e l'orientamento di persone immigrate interessate alla frequenza dei corsi di assistente domiciliare e mediatore culturale.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con Prefettura, Questura, Provincia, Assessorato per la formazione-lavoro, Ufficio provinciale del lavoro ed altre istituzioni, Comune (manifestazioni culturali), ASL 15.

· Collaborazione con la Questura per lo sportello immigrati atto al disbrigo di tutte le pratiche.

· Partecipazione a convegni e dibattiti organizzati dalle istituzioni locali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione continua con le strutture della CARITAS e dei Centri di accoglienza privati per le segnalazioni di soggetti in difficoltà (casi di rifugiati politici destinati a questi centri dopo la segnalazione fatta dalla Prefettura).

Pubblicazioni:

· Volantini, manifesti (con informazioni sui servizi nel territorio).

· Pubblicazione del testo riassuntivo del progetto "Da straniera a cittadina" in collaborazione con l'ANOLF regionale.

Attività di solidarietà:

· Sensibilizzazione con le altre associazioni di stranieri (Senegal, Costa d'Avorio, Burkina Faso, Somalia) per aiuti da portare a persone particolarmente in difficoltà.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Nell'ambito del Consiglio Territoriale per l'immigrazione presso la Prefettura partecipazione molto attiva e intensa nella Commissione " Integrazione-Solidarietà" (lavoro, assistenza sanitaria ed assistenza per la casa).

· Partecipazione a diversi seminari, incontri organizzati da altre associazioni presenti sul territorio.

· Apertura di uno sportello con la figura del mediatore culturale (impegnato 4 ore settimanali), in collaborazione con il Comune di Saluzzo.

Sezione territoriale di Ivrea

Altro:

· La sede, in Via Arduino n. 97, ha iniziato la sua attività nel mese di ottobre. In questi primi 3 mesi di vita si è limitata a costituire gli organismi statutari e a fornire informazione/consulenza/assistenza agli immigrati.

· Avvio di un rapporto con gli enti locali sui problemi legati al mondo dell'immigrazione.

Sezione provinciale di Novara

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione a vari incontri della Consulta comunale e provinciale per l'immigrazione, con la Prefettura ed il Comitato territoriale.

· Rapporti di collaborazione con la Provincia di Novara.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Cura delle segnalazioni, in base alle situazioni che si presentano allo sportello ANOLF, da far pervenire alla CARITAS di Novara per il dormitorio per gli immigrati.

Altro:

· Attività di sportello e assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Apertura di uno sportello a Borgo Manero, attivo due volte alla settimana, nella sede del sindacato CISL dove si forniscono gli stessi servizi e la stessa assistenza della sede provinciale.

Sezione provinciale di Torino

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· 2 Corsi permanenti per i contratti di lavoro (colf, metalmeccanici e edili) che interessano gli immigrati.

· Organizzazione di un Seminario sul tema "Lavoratore immigrato: risorsa preziosa per il mercato del lavoro ma anche per il sindacato".

· Preparazione di un Corso (che si svolgerà nel 2004) di approfondimento sulle tematiche inerenti all'immigrazione, rivolto alle categorie, sul tema "Contrattazione e territorio: due temi per la cittadinanza".

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione continua, rivolta soprattutto alla regolarizzazione, con il Comune, la Prefettura, la Questura, la Provincia e la Regione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS e con la Pastorale dei migranti, per ciò che riguarda l'assistenza informativa e orientativa (permessi di soggiorno, ricongiungimenti, …).

Pubblicazioni:

· Stesura di una ricerca, su dati dell'Ufficio del lavoro e dell'Osservatorio regionale sul mercato del lavoro, sulla presenza degli immigrati.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione ad iniziative organizzate da enti ed istituzioni che operano nella provincia (CARITAS,…).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, assistenza legale (per ciò che riguarda i rapporti di lavoro), informazioni sui diritti e doveri in sinergia con i vari servizi offerti anche dall'Ufficio Vertenze del sindacato, con l'INAS ed il CAAF.

· Registrazione ed intervista degli stranieri non regolari che sono entrati in Italia con visti turistici rilasciati da tutti i Paesi "Schengen".

Sezione provinciale di Verbania

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso per collaboratrice domestica (150 ore di teoria e 150 ore di pratica) cominciato nei primi mesi dell'anno.

· Attività di preparazione al lavoro per gli addetti ai servizi domestici.

· Attività di recupero linguistico.

· Partecipazione al progetto , finanziato dalla Comunità Europea, denominato "Leonardo da Vinci" della durata di due anni, finalizzato all'integrazione dei Paesi dell'est che faranno parte della Comunità Europea (Estonia, Ungheria e Romania). A tale iniziativa hanno preso parte anche Austria e Finlandia. C'è stato un primo incontro tra i partners del progetto a Budapest (2 ottobre).Scopo dell'iniziativa è quello di far conoscere la legislazione vigente (es. legge Bossi-Fini) e la cultura del lavoro.

· Organizzazione di due Corsi di lingua italiana, uno dei quali specifico rivolto agli infermieri extracomunitari, che cominceranno nei primi mesi del 2004.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione al Seminario sulla cooperazione internazionale presso la Provincia.

· Incontro con il Comune di Verbania per affrontare i problemi inerenti la presenza degli stranieri sul territorio.

· Rapporti con Comuni, Tribunale, Questura.

· Interventi, come interpreti, nelle carceri e nel Tribunale (soprattutto per le pratiche di matrimonio).

· Collaborazione molto intensa, nel periodo della regolarizzazione, con la Prefettura per mediazione culturale e contratti di lavoro.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione nel funzionamento di 2 Centri di 1° accoglienza (uno per uomini e uno per donne) da parte del Comune, a cui l'ANOLF collabora insieme alla CARITAS e all'Associazione "Non solo aiuto".

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di una cena multietnica in dicembre.

· Organizzazione di una celebrazione in rito ortodosso per Pasqua e Natale.

· Colletta per i bambini dell'UNICEF.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Partecipazione alla giornata dell' immigrato con altre associazioni a Cuneo.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Vercelli

Iniziative con le istituzioni:

· Tavole rotonde e incontri con la Provincia ed il Comune.

· Collaborazione con la Questura per le pratiche degli immigrati (Ufficio stranieri).

· Iniziative con Istituti scolastici per Corsi di alfabetizzazione, organizzati da questi ultimi, a cui l'ANOLF ha segnalato le persone immigrate.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Contatti con il Comune (Servizi Sociali) per le segnalazioni delle persone che vengono indirizzate lì.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi.

Altro:

· Partecipazione a diversi incontri e convegni in materia di immigrazione.

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Sportello Immigrati nel territorio di Vercelli e Trino.

· Collaborazione con altre associazioni che si occupano di immigrati (come Associazione Multietnica).

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale VALLE D'AOSTA

Sezione provinciale di Aosta

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione, in collaborazione con lo IAL, dal titolo "Donne interculturalità e cittadinanza solidale" finanziato dal Fondo Sociale Europeo, dalla Regione e dal Ministero del Lavoro, per verificare le difficoltà incontrate dalle donne immigrate, conoscere la cultura del Paese che le ospita, scambiare esperienze, progettare corsi di lingua attinenti alle loro necessità, far loro conoscere l'uso del computer e di Internet.

· In collaborazione con l'ANTEA organizzazione di Corsi di alfabetizzazione per carcerati extracomunitari.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con la Questura in materia di immigrazione.

· Incontri con la Presidenza della Giunta (flussi d'ingresso, casa, lavoro).

· Richiesta alle Istituzioni italiane di un decreto per l'ampliamento dei flussi d'ingresso in Valle d'Aosta, avviata dall'ANOLF e portata avanti dal senatore della Valle d'Aosta.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Si sta predisponendo un accordo con le OO.SS. per affrontare insieme il problema casa che è molto sentito.

Pubblicazioni:

· Volantini d'informazione (inerenti alle normative ed alle circolari attuative).

· Divulgazione di una pubblicazione fatta arrivare dal Veneto riguardante il lavoro di colf e badanti, molto numerose nella zona.

Attività di solidarietà:

· Attività culturali e religiose (come l'apertura di un centro di attività islamico) in collaborazione con altre associazioni di immigrati (come il C.A.E. Centro Accoglienza Extracomunitari).

· Partecipazione alla festa di conclusione del "RAMADAN", organizzata dalla "Lega islamica autonoma in Valle d'Aosta"(30 novembre).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza in materia di lavoro (Ufficio Vertenze) in collaborazione con il CAAF, la CISL e l'INAS.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Rapporti con altre Associazioni che si occupano, sul territorio, di immigrati.

· Iniziato un rapporto di collaborazione, per eventuali iniziative comuni, con la "Lega islamica autonoma in Valle d'Aosta" per favorire la massima integrazione.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale LIGURIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di alfabetizzazione finanziati dal Ministero dell'Istruzione (150 ore).

· Corsi di formazione finanziati dalla Provincia.

· Corsi di formazione per mediatori culturali in collaborazione con lo IAL.

· Corsi di aggiornamento per gli operatori finanziati dalla Comunità europea.

· Corsi di informatica per gli operatori finanziati dalla Provincia.

· Corsi di aggiornamento per gli insegnanti delle scuole medie superiori sul fenomeno dell'immigrazione, finanziati dal Ministero dell'Istruzione.

Iniziative con le istituzioni:

· Intese con il Provveditorato agli studi e con le Scuole rivolte a combattere la xenofobia (attraverso incontri con gli insegnanti e gli alunni).

· Collaborazione attiva con l'INPS - Comitato regionale - per verificare lo status degli immigrati (pensione, reversibilità, rimpatrio salme, ...).

· Incontri con gli assistenti sociali del Comune per rendere più agevole l'integrazione degli immigrati.

· Collaborazione con le strutture ospedaliere presenti sul territorio (con il lavoro dei mediatori culturali nella ricerca di personale per l'assistenza agli anziani e la successiva assistenza domiciliare, volontariato nel reparto di malattie infettive).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· La prima accoglienza viene fornita dal Comune, che mette a disposizione i Centri di Accoglienza, in collaborazione con la CARITAS locale; l'ANOLF entra nella 2° fase, per quello che concerne le segnalazioni degli immigrati e per eventuali collaborazioni, poiché il Comune può affidare la casa a più persone per sei mesi, in un primo momento, poi può anche concederla definitivamente. L'ANOLF cerca anche di trovare una sistemazione abitativa, anche fuori Genova, per le famiglie di immigrati.

Pubblicazioni:

· Gli immigrati collaborano con TV e giornali (la Comunità sudamericana ha un suo giornale, come anche quella africana del Centro Ricreativo Religioso Africano).

· Traduzione in diverse lingue delle parti riguardanti l'emersione dal lavoro irregolare della legge Bossi-Fini, rivolta sia agli immigrati che ai datori di lavoro (a cui si fornisce anche assistenza gratuita).

· Collaborazione con l'emittente locale "Tele Genova" per la realizzazione di un notiziario informativo in lingua spagnola.

Attività di solidarietà:

· Torneo amatoriale di calcio con gli immigrati, assieme ad altre associazioni di volontariato.

· Vendita di solidarietà (all'interno del Mercatino di San Nicola) organizzata dagli immigrati, con l'appoggio dell'ANOLF regionale Liguria, di prodotti tipici dei luoghi d'origine, il cui ricavato è stato devoluto in beneficenza (Natale).

· Organizzazione di serate e cene di beneficenza, il cui ricavato è stato inviato ad un sacerdote che ha una missione in Eritrea e ad una Cooperativa di donne eritree che realizzano tessuti (vestiti, sciarpe, …) con un telaio artigiano. Gli oggetti da loro prodotti sono stati venduti durante questi incontri e il ricavato è stato poi mandato laggiù.

· Partecipazione al pranzo di Natale della Comunità di S.Egidio.

Altro:

· Assistenza e Centro Ascolto nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Creazione di un servizio volto all'inserimento scolastico degli studenti immigrati dall'asilo all'Università, in collaborazione con un'insegnante che ha dato la sua disponibilità.

· Assistenza psicologica nelle carceri.

Sezione provinciale di Genova

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione di un Corso per operatori, in collaborazione con il Centro Servizi del volontariato, finalizzato a far acquisire il senso di appartenenza e la capacità di relazionarsi con l'utenza.

· Realizzazione di un Corso di educazione civica in collaborazione con l'Unione europea su "Obiettivo 3", rivolto agli associati ANOLF.

· Istituzione di un servizio per l'orientamento al lavoro in collaborazione con l'ALAI.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione al progetto di Call-Center per immigrati a rischio (minori e prostituzione) in collaborazione con la Provincia (in fase di partenza).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Partecipazione con il Comune ad iniziative sul problema abitativo attraverso un "Progetto Integra" riguardante il problema della casa e dei rifugiati.

Pubblicazioni:

· Volantini, a più pagine, sulla regolarizzazione in collaborazione con altri enti del sindacato CISL.

· Stesura di articoli su "Cultura Lavoro", pubblicazione della CISL, di divulgazione di notizie su corsi di formazione per extracomunitari.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Membro della Consulta presso il Comune.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Componente del Consiglio Regionale per l'immigrazione (decreto del Presidente Giunta Regionale del 28/12/2001 n° 220).

· Incontri in varie parrocchie, dove c'è la presenza di varie comunità di immigrati (tipo quelle con un'alta percentuale di sudamericani).

Sezione provinciale di Imperia

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione costante con la Questura, la Prefettura e i Comuni della provincia (in particolare con quelli di Imperia, San Remo e Ventimiglia).

· Convenzione con la Questura: l'ANOLF porta, con la delega del lavoratore, le pratiche (rinnovo permessi di soggiorno,…) e, una volta completato l'iter, la Questura convoca il lavoratore per ufficializzare il tutto.

· Collaborazione con la Camera di Commercio per l'attivazione di due sportelli: uno, attivo 1 volta alla settimana, per l'assistenza e la consulenza alle imprese; l'altro, attivo 2 volte alla settimana, per l'assistenza e la consulenza ai lavoratori.

· Accordo con la Provincia per l'apertura (dal 1° novembre), in collaborazione con altre 2 cooperative locali, di uno sportello di prima informazione per gli immigrati su come districarsi nella burocrazia quotidiana.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS di Ventimiglia (che cura la prima accoglienza) per l'assistenza e la consulenza successiva.

Pubblicazioni:

· Collaborazione con il giornalino bimensile del sindacato CISL " Riviera Sindacale", che viene inviato a tutti gli iscritti dell'ANOLF (con vari articoli sulla collaborazione con la Questura).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione (e per ottenere il permesso di soggiorno o rinnovarlo), medico-legali, di assistenza al lavoro, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza, con il CAAF, sia ai lavoratori domestici sia ai datori di lavoro.

· Convenzione con il CAAF per l'assistenza fiscale ai lavoratori immigrati.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di La Spezia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione professionale e aggiornamenti continui per gli operatori volontari dell'ANOLF, assieme agli operatori della Questura, del Comune e dell'Ufficio provinciale del lavoro.

· Creazione di una cooperativa di servizi "Raggio di Sole" di collaboratori domestici (per preparare queste figure professionali da inserire poi nel mercato del lavoro).

Iniziative con le istituzioni:

· Apertura di uno sportello programmatico, in collaborazione con la Questura ed insieme alle altre strutture sindacali, per fornire informazioni agli immigrati.

· Lavoro molto intenso, nell'ambito della regolarizzazione, con la Questura e la Prefettura, avendo ricevuto la delega dalle Istituzioni sulla questione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Orientamento costante nella fase della 2° accoglienza, svolgendo il ruolo di "segretariato sociale".

Pubblicazioni:

· Collaborazione con la FISASCAT nella divulgazione dell'opuscolo sul lavoro domestico.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri (principalmente per i lavoratori domestici ed i loro datori di lavoro).

· Componente del Consiglio territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Savona

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Utilizzo presso la nostra sede - Via Bazzino 19r - di una mediatrice culturale a partire dal mese di giugno (predisposizione banca dati ANOLF).

· Continua la collaborazione con Migrantes e con scuole pubbliche per tutte le attività relative a corsi di alfabetizzazione.

Iniziative con le istituzioni:

· 4 riunioni del Comitato prefettizio con la composizione di 3 sotto-commissioni (lavoro, casa/salute, istruzione).

· Elaborazione di un documento di intesa tra le varie associazioni e la Prefettura, la Questura e l'Ispettorato del Lavoro.

· 2 incontri con il Questore sulla utilizzazione ottimale della modulistica aggiornata.

· Incontro con il Comune di Finale Ligure e con la Parrocchia per la ricerca di un locale adatto a realizzare un punto di incontro multietnico (Circolo ricreativo culturale aperto, finalizzato all'integrazione).

· Incontri con i vari Comuni sul tema della Bossi- Fini, compresa un'importante Tavola rotonda che si è svolta ad Albenga il 21 novembre.

Pubblicazioni:

· Dati sulla situazione degli immigrati (consegnati anche al Prefetto ed alla CARITAS di Albenga).

· Articoli vari sui quotidiani locali (Nuova legge emersione - Nuove povertà - …..).

Attività di solidarietà:

· Oltre 1.500 passaggi di stranieri presso il nostro sportello in Savona e circa 900 passaggi di cittadini italiani. Tutto questo attraverso una forte accoglienza fatta di informazioni dettagliate e tanta cortesia. Assistenza a stranieri per la ricerca di affitti, con convenzioni tramite agenzie.

· Convenzione con psicoterapeuta per aiuto psicologico agli immigrati.

· Convenzione con Croce Rossa Italiana per prima assistenza anche a cittadini immigrati clandestini.

· CARITAS e ANOLF di Albenga: continua l'iniziativa di incontro e convivenza tra famiglie straniere ed italiane con ottimi risultati. Sono in programma ulteriori iniziative in tal senso.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Lo sportello ANOLF, oltre all'informativa ed alla compilazione dei vari documenti in favore degli immigrati, contribuisce, da oltre tre anni, nel campo delle regolarizzazioni dei rapporti di lavoro e del perfezionamento dei contratti di lavoro, in particolar modo nel settore colf e badanti. Abbiamo offerto il servizio ad oltre 860 donne e 64 uomini, il tutto gratuitamente. Quanto sopra spiega il perché l'ANOLF di Savona ha raggiunto quasi 750 iscritti a tutt'oggi. Nel frattempo stiamo predisponendo con il sindacato CISL un progetto apposito per tutta la parte riguardante le assunzioni, buste paga, vertenze sindacali, …

· ACLI - ANOLF iniziative e dibattiti sulla Bossi- Fini. Iniziative con la terza circoscrizione (dibattiti, stand, incontri e manifestazioni varie). Iniziativa ad Albenga e a Varazze contro la legge Bossi- Fini e con incontri di solidarietà multietnica.

· Iniziativa in corso di realizzazione per la festa dei cittadini del mondo.

Sezione territoriale del Tigullio

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Continuazione della partecipazione dell'ANOLF (con 2 collaboratori) al progetto Equal Worknet di durata triennale. Lo sportello ANOLF ha curato le traduzioni dal francese all'italiano e viceversa. Il progetto ha realizzato 4 incontri quest'anno, mentre l'ANOLF allo sportello della sua sede, ha ospitato, per uno stage di 4 giorni, 2 operatrici spagnole della provincia di Valencia che lavorano allo sportello immigrati nel loro Paese. Il progetto che si interessa degli immigrati della fascia più debole, avendo lo scopo di facilitarne l'inserimento lavorativo, ha lavorato, dividendo le forze in campo, in gruppi formati da 4 immigrati (2 di lingua spagnola, 1 di lingua francese e 1 di lingua araba).

· Partecipazione al progetto Equal "Efesto" della durata di un anno, con 2 operatori (una ragazza immigrata ed uno italiano), allo scopo di formare figure professionali di "Tutor per l'accompagnamento in azienda" per migliorare l'inserimento lavorativo degli immigrati (inizio metà ottobre).

· Elaborazione di un progetto con il Comune di Rapallo sull'imprenditorialità degli immigrati. L'ANOLF in collaborazione con i Servizi Sociali fornisce la consulenza per coloro che vogliono intraprendere il lavoro autonomo (come chi vuole mettere su un'impresa di pulizie).

· Momenti formativi con assistenti sociali dei Comuni più grandi del territorio (Rapallo,Lavagna, Cogorno,…) su temi inerenti l'immigrazione (regolarizzazione, paghe, contributi,…).

· Progetto sperimentale, finanziato dalla provincia di Genova, in collaborazione con un Istituto di formazione, rivolto all'immigrazione araba nel territorio. Il progetto prevedeva un tirocinio formativo per l'apertura di uno sportello per la consulenza anche in lingua araba(questo grazie al lavoro di una ragazza marocchina che aveva partecipato l'anno scorso al corso indetto dalla Regione dal titolo "Progetto Integrato per donne immigrate finalizzato all'inserimento lavorativo", che aveva fatto lo stage di 2 mesi presso l'ANOLF.

· Progetto di collaborazione tra CENASCA e ANOLF per utilizzare gli obiettori del CENASCA allo sportello dell'ANOLF in modo da lavorare in sinergia con gli operatori immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Rinnovo convenzione con la Questura di Genova e con i Comuni principali per l'apertura di sportelli informativi per gli immigrati per agevolare la compilazione di ogni tipo di pratiche (con PC in comodato d'uso all'ANOLF da parte della Questura). Gli sportelli sono dotati di un attestato che riporta la convenzione con la Questura stessa.

· Accordo permanente anche per quest'anno con il Console peruviano (poiché c'è un'alta percentuale di peruviani nel Tigullio) per l'assistenza, una volta alla settimana, presso l'ufficio di Chiavari nel disbrigo delle pratiche di competenza del Consolato.

· Collaborazione con il centro di formazione professionale "Villaggio del ragazzo" di San Salvatore di Cogorno per la mediazione culturale all'interno della scuola (aiutare i figli di immigrati arrivati da poco nella traduzione dei documenti da compilare).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS per iniziative sul territorio e con il Centro ODEON (Banco Alimentare) di Chiavari.

Pubblicazioni:

· Pieghevoli e manifesti informativi, in quattro lingue, in collaborazione con la sede di Genova, sui servizi offerti dall'ANOLF e dal sindacato CISL (Ufficio Vertenze, CAAF, SICET, ...).

· Opuscolo sulla regolarizzazione e sulla contribuzione.

· Ricerca su immigrazione nel Tigullio, con dati aggiornati al 2003, presentata alla stampa il 18 dicembre (in occasione della giornata del migrante) inviata alle Istituzioni.

· Partecipazione di alcuni collaboratori ANOLF a trasmissione televisiva sul tema dell'immigrazione e a dibattito televisivo su RAI SAT sull'immigrazione.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di un'assemblea e festa, anche culinaria, con la comunità sudamericana.

· Progetto di solidarietà "pro Jonathan" in collaborazione con l'ANTEA, per una raccolta fondi per far sostenere un intervento chirurgico in Italia a questo bambino focomelico ecuadoriano e pagare il soggiorno a suo padre per assisterlo.

· Partecipazione al Salone del lavoro di Sestri Levante (11-12 dicembre) con uno stand presso la comunità di Val Petronio (sondando le necessità qui presenti).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di regolarizzazione, legali, informazione sui diritti e doveri.

· Collaborazione, con un operatore ANOLF, con la Federazione Solidarietà e Lavoro.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale LOMBARDIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Incontri di approfondimento, con rappresentanti della Prefettura, sull'applicazione della legge Bossi-Fini.

· Rapporti con l'Agenzia regionale del Lavoro per un progetto sulla "Mobilità geografica dei lavoratori", e quindi anche degli immigrati (in fase di elaborazione).

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con la Regione per progetti con finanziamenti nazionali e regionali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Coordinamento con sedi locali.

Pubblicazioni:

· Elaborazione di dati ISTAT sui flussi migratori e sulle domande legate alla regolarizzazione, poi divulgati ad uso interno.

Attività di solidarietà:

· Organizzate a livello locale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Attività presso le Questure per le pratiche di ricongiungimento e di permesso e carta di soggiorno.

· Lavoro molto intenso sugli effetti delle regolarizzazioni.

· Partecipazione alla festa della CISL a Bergamo (tra fine giugno e inizio luglio).

Sezione provinciale di Bergamo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione degli operatori ANOLF e di 2 volontari immigrati extracomunitari ai Corsi organizzati dalla Provincia in collaborazione con la Questura e la Prefettura sull'applicazione della legge Bossi-Fini (10 incontri per un totale di 30 ore).

· Corso di informatica rivolto ad immigrati ghanesi (richiesto da loro) nei mesi di marzo/aprile.

· Quattro incontri per illustrare agli addetti al servizio fiscale, all'operatore del sindacato FISASCAT e ad operatori di zona, l'attuazione della "regolarizzazione" e le procedure connesse, riguardanti colf e badanti.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione con Enti locali che hanno istituito Uffici per gli immigrati (Treviglio, Arcene, Seriate, Caravaggio, Terno d'Isola,….).

· Partecipazione all'Osservatorio provinciale sull'immigrazione.

· Collaborazione con la Prefettura (che continua tuttora) nella regolarizzazione, al fine di ridurre i tempi nei rilasci dei permessi di soggiorno.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Pratiche case e affitti (con Sicet e "Casa Amica").

Pubblicazioni:

· Materiale informativo sulla nostra attività.

· Materiale per pubblicizzare le iniziative riguardanti Corsi di formazione.

· Articoli su "Bergamo CISL".

· Partecipazione a dibattiti radiotelevisivi provinciali.

Attività di solidarietà:

· Torneo di calcio tra le varie comunità di immigrati e italiani.

· Cooperazione con i paesi del Sud del mondo attraverso progetti di formazione e sviluppo, in collaborazione con la CISL, BERGAMO PER IL KOSOVO, AFRICA 2000, NORD-SUD.

· Intervento specifico sul problema dei kosovari in collaborazione con la CARITAS e la CISL.

· Partecipazione e collaborazione nei progetti proposti dalle Associazioni di immigrati, improntati a favorire la conoscenza delle diverse culture e nostra presenza, quando richiesta, alle loro riunioni.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche relative ai ricongiungimenti familiari, permessi di soggiorno, cittadinanza, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Interventi presso le Ambasciate italiane.

· Collaborazione con: ADICONSUM, Ufficio fiscale, INAS, Ufficio vertenze e categorie sindacali.

· Incontri di formazione nelle scuole sulla problematica dell'immigrazione e l'intercultura.

· Collaborazione con l'Università di Bergamo e Istituti scuole superiori. Periodi di stages di 2 persone (totale 80 ore) e altre 2 persone (totale 20 ore) presso il nostro sportello.

· Collaborazioni con Enti che fanno corsi per mediatori culturali (presenza di una persona, 100 ore di stage).

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. N° 394/99).

· Presenza per un giorno alla settimana di 1 operatore nelle sedi zonali.

Sezione provinciale di Brescia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione al progetto per lo sviluppo delle risorse umane del territorio, con altri 5 partners (la cooperativa "Laser", l'Associazione "Centro di solidarietà'- Compagnia delle Opere -", lo IAL Lombardia, la cooperativa "Tempo libero" e la cooperativa "Il Solco") finanziato dalla Regione Lombardia. Il lavoro si è sviluppato con interviste ad immigrati per capire le loro aspirazioni nella ricerca di un posto di lavoro e le loro competenze. Sono state realizzate 1.200-1.300 interviste e 99 candidati sono stati collocati in posti di lavoro consoni ai loro titoli di studio e alle loro competenze. Questi ultimi sono stati seguiti dai partners del progetto anche all'interno dei posti di lavoro prima di lasciarli inserire da soli. L'ANOLF ha avuto 3 operatori fissi che hanno seguito tutto il progetto.

· Corso gestito in proprio di alfabetizzazione alla lingua italiana.

Iniziative con le istituzioni:

· Accordo con il Comune per il sostegno alle famiglie per regolarizzazione colf e badanti.

· Partecipazione alla predisposizione del piano di zona legge 238 in relazione alle problematiche sociali degli stranieri.

· Intervento verso i Comuni per far rispettare la legge sul numero di persone per appartamento o vano.

· Rapporti istituzionali con Questura e Prefettura.

· Accordo con la Provincia per offrire un servizio, realizzato in collaborazione con l'ANTEA, per fissare prenotazioni con gli uffici della Questura competenti in materia di immigrazione (rinnovo permesso di soggiorno, …..).

Pubblicazioni:

· Volantini esplicativi in diverse lingue.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione alla costituzione di associazioni degli stranieri.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio territoriale per l'immigrazione(decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione territoriale di Busto Arstizio

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Continua la collaborazione con lo IAL Lombardia per 2 Corsi di formazione professionale per immigrati in regola, tendenti a far acquisire loro una qualifica professionale al fine di migliorare il loro inserimento nel campo del lavoro; le qualifiche hanno riguardato: saldatori, fresatori, addetti a macchine a controllo numerico.

· Continua la collaborazione con la FILCA per la partecipazione a Corsi per muratori e carpentieri, istituiti con il contributo della Cassa Edile.

· Proseguimento della collaborazione con la scuola "Manzoni" di Busto Arsizio per il Corso permanente riservato agli stranieri per l'apprendimento della lingua italiana, nel quale l'ANOLF è impegnata per le materie relative al rapporto di lavoro, alla legislazione del lavoro, ai CCNL, alla sicurezza sul lavoro.

Iniziative con le istituzioni:

· Si è tenuto aperto un tavolo presso l'UTG, con la costituzione di un gruppo ristretto per affrontare la moltitudine di regolarizzazioni c.d. anomale, sostenendo inoltre una decina di denuncie verso pseudoimprenditori che, carpendo la buona fede dei soggetti, oltre a far pagare a loro la regolarizzazione, si sono fatti dare da 1000 a 3000 € a testa; due di questi disonesti sono stati arrestati, gli altri o hanno un procedimento penale in corso o sono ricercati. Su questo argomento difficile e delicato abbiamo realizzato una stretta e proficua collaborazione con l'Ispettorato del lavoro e la squadra mobile della Questura.

Pubblicazioni:

· Continua la collaborazione, insieme a diverse associazioni, a 2 riviste locali: PANGEA e VALIGIE.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione della ormai tradizionale "Festa delle genti" (da 10 anni) in collaborazione con ACLI, Coordinamento immigrati CGIL, Circolo culturale Primo Levi, Comitato Popolo Eritreo, COOP.SOC. Elaborando, PIME, Ass.SALAM e Associazione Sir John, dal 25 giugno al 6 luglio con diverse attività: quadrangolare di calcetto con squadre internazionali, convegni e confronti su svariati temi, mostre di oggetti di uso comune tipici di alcune comunità -Senegal, Marocco, Eritrea, Argentina,…- presenti sul territorio, con assaggio di bevande internazionali e concerto finale di musica e tango argentino.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Apertura di uno sportello ANOLF presso alcuni centri di ascolto per stranieri; l'ANOLF si è trovata nella condizione di fornire alimenti, generi di prima necessità, specialmente per i bimbi (significa che anche nel "ricco" nord-ovest è arrivata la fame).

· E' aumentata di molto la presenza agli sportelli, perché sono aumentate le difficoltà e la crisi restringe gli spazi e aggrava la situazione e la condizione dei più deboli.

· Assidua azione per la regolarizzazione (legge 186), con sostegno ed aiuto agli immigrati, alle piccole imprese ed alle famiglie (con l'impegno di una persona per 3 mezze giornate si è arrivati a far stipulare circa 200 contratti, con appuntamenti con lavoratrici /ri e datori di lavoro, spiegando loro il significato del contratto).

· Istituzione di un servizio paghe e contributi per colf e badanti.

Sezione provinciale di Como

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione al Consiglio del "Coordinamento comasco per la pace" con momenti di studio sulla non violenza.

· Incontri periodici e partecipazione ad un gruppo di lavoro "Coordinamento comasco per profughi ed immigrati" presso la Prefettura.

· Gestione dello sportello per gli immigrati presso il Comune.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Gestione del Centro di 1° accoglienza " Sagnino" per kosovari, trasformatosi in seguito in "Centro per minori albanesi" e ora in PNA (progetto nazionale asilo), gestione provvisoria di 12 case famiglia per minori immigrati.

· Gestione di un Centro per profughi (curdi iracheni e curdi turchi) su progetto dell'ACNUR, del Ministero e del Comune.

· Volontariato presso il Centro di 2° accoglienza per immigrati lavoratori, dove la copresidente italiana fornisce consulenza informativa.

· Gestione, in parte, dei Centri di accoglienza e dei dormitori, aperti solo nel periodo invernale (novembre-maggio), presenti sul territorio.

Pubblicazioni:

· Diversi articoli pubblicati sui quotidiani della provincia.

· Interventi su emittenti locali e nazionali.

· Conferenze stampa sul prima e dopo regolarizzazione.

· Collaborazione con l'emittente locale "Espansione TV" per le interviste a 15 donne di diversa nazionalità ed estrazione sociale di 1 ora (anche se in TV l'intervista dura 15 minuti), per avere la percezione del fenomeno migratorio, dal punto di vista delle donne, sul territorio.

Attività di solidarietà:

· Incontro di calcio " Multietnico " assieme ai rappresentanti delle diverse istituzioni (Prefettura, Questura, Comune, medici dell'ASL provinciale).

· Torneo di calcio itinerante in collaborazione con ARCI-UISP (con 5 squadre composte da immigrati provenienti dalla stessa località-albanesi, kosovari, ...-) nei campetti parrocchiali o dei Comuni ospitanti.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Istituzione di uno sportello, insieme all'Ufficio Vertenze del sindacato CISL, per la consulenza sulle vertenze, sulle denuncie INPS e sulle buste paga.

· Rapporti con associazioni di volontariato della Svizzera (in fase di sviluppo).

· Adesione al progetto della scuola "Caio Plinio" di Como per l'inserimento di una materia nuova nelle materie scolastiche consuete, quella dei "Diritti Umani" (proposta passata e assunta dal Ministero).

· Accoglienza di una stagista che aveva seguito un progetto organizzato dall'Amministrazione provinciale e dallo IAL, nella sede ANOLF che ha collaborato con gli operatori.

Sezione provinciale di Cremona

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione ad un progetto Equal , in collaborazione con la FILCA, per una scuola formativa per il lavoro autonomo, finalizzata al campo dell'edilizia. Lo scopo del progetto è quello di formare gli immigrati che vogliono intraprendere un'attività autonoma e farla diventare impresa (partirà nel 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Attività di sportello, in collaborazione con l'INAS, la FAI e la FILCA, per interventi presso gli uffici competenti (Questura, Prefettura, INPS, Amministrazione provinciale, Comuni).

Pubblicazioni:

· Stretto legame tra l'ANOLF e le organizzazioni sindacali di categoria. L'ANOLF comunica tutte le novità in materia di immigrazione e le organizzazioni di categoria inseriscono il materiale nei loro opuscoli divulgativi.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Membro del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Lecco

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Progettazione di un Corso, in collaborazione con l'ADICONSUM, per "Specialisti in usi e costumi per consumatori extracomunitari" finalizzato a spiegare come accedere ai molteplici servizi(accedere ad un mutuo, trovare un alloggio,...) e la nuova legge sull'immigrazione e il suo regolamento attuativo (inizierà a gennaio e terminerà ad aprile 2004).

· Progettazione di un Corso per "Mediatori culturali di corsia" per l'Ospedale di Lecco in collaborazione con la CARITAS (inizio 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti di collaborazione con la Questura, la Prefettura (soprattutto nel periodo della regolarizzazione), l'ASL, le Scuole e i Comuni.

· Partecipazione con uno stand alla manifestazione " Manifesta" di tre giorni, organizzata dall'Amministrazione provinciale sul mondo del Terzo Settore (maggio).

· Riunione, con il coinvolgimento della Questura, sul Decreto dei flussi e distribuzione di materiale sulla nuova normativa.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la Cooperativa Edilizia "G. COGLIATI " (aderente al sindacato CISL) per le segnalazioni di immigrati alla ricerca della casa.

· Collaborazione continua con la CARITAS.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione e volantini sulla regolarizzazione e sui flussi.

· Volantini informativi sui servizi offerti dall'ANOLF.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di diverse partite di calcio a squadre miste nel periodo estivo, per favorire l'integrazione degli immigrati.

· Organizzazione di un torneo di calcio multietnico con la partecipazione di 4 squadre, 3 formate da ragazzi immigrati di un determinato Paese (Senegal, Costa d'Avorio e Perù) e una dai ragazzi italiani dell'ANOLF e del sindacato CISL (maggio).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Potenziamento dell'attività di sportello.

· Attività di assistenza e consulenza agli immigrati anche nei tre sportelli di Oggiono, Merate e Barzanò.

· In collaborazione con "Punto Servizi" del sindacato CISL, che si occupa di buste paga, si presta un servizio di consulenza sia alle colf che ai datori di lavoro.

Sezione provinciale di Lodi

Iniziative con le istituzioni:

· Servizio di mediazione linguistico-culturale presso la Questura e presso l'Ufficio Servizi sociali del Comune.

· Apertura di uno sportello di mediatori culturali in collaborazione con la ASL.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la Casa d'accoglienza di Lodi, gestita dalla Diocesi assieme ai volontari della CARITAS.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri (attività di sportello "Cento Colori" in collaborazione con il sindacato CISL, l'INAS e il SICET gestita da volontari dell'ANOLF, con 2 donne, una di lingua albanese e una di lingua araba).

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Mantova

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Formazione interna di 5 persone (3 immigrati, tutti mediatori culturali-2 indiani e 1 macedone- e 2 italiani) da utilizzare poi come operatori di sportello. Il Corso formativo è consistito nella conoscenza e commento della nuova legge sull'immigrazione, nella spiegazione per la compilazione della modulistica e di tutto ciò che ruota intorno alla consulenza svolta presso lo sportello informativo.

· Preparazione di un progetto per un Corso di alfabetizzazione con i Comuni di Viadana, Sabbioneta, Dosolo, Marcaria, Commessaggio, Gazzuolo, Bozzolo e Rivarolo Mantovano, che sono consorziati tra loro (in fase di partenza).

Iniziative con le istituzioni:

· Presenza attiva nelle Commissioni del Consiglio Territoriale per l'immigrazione: sanità-istruzione, lavoro, accoglienza ed emergenza, casa-territorio.

· Incontri settimanali con la Questura per il disbrigo delle pratiche degli immigrati.

· Partecipazione ad incontri, seminari, inerenti all'immigrazione organizzati dalle diverse istituzioni territoriali.

· Interventi e incontri nelle scuole da parte di mediatori culturali, anche per illustrare le normative sull'immigrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Interventi di 2° accoglienza per alloggi e problemi scolastici.

· Costante collaborazione con la CARITAS per le segnalazioni degli immigrati (soprattutto donne) da ospitare nei loro Centri di 1° accoglienza.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi plurilingue (arabo, indiano, macedone) sui servizi offerti dall'ANOLF e sulle normative (circolari, decreti,…) riguardanti l'immigrazione.

· Pubblicazione di articoli su vari quotidiani.

Attività di solidarietà:

· Incontri culturali con le comunità del Bangladesh, dell'India e con il Centro Islamico (associazione religiosa musulmana che raccoglie marocchini, pakistani, cingalesi e nigeriani).

· Partecipazione alle feste organizzate dalla comunità del Bangladesh.

· Presenza del copresidente italiano e del mediatore culturale indiano dell'ANOLF presso l'Ambasciata italiana a Nuova Delhi per il disbrigo delle pratiche.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. 394/99).

· Componente della Consulta Provinciale per l'immigrazione.

Sezione provinciale di Milano

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di orientamento all'educazione al consumo in collaborazione con l'ADICONSUM, con lo scopo di far conoscere tutte le norme a difesa del consumatore evitando gli imbrogli (affitti, acquisti enciclopedie, …).

· Corso organizzato dall'ANOLF, nella sua sede, sulla storia d'Italia rivolto a donne immigrate, che hanno espresso la voglia di conoscere la nostra storia.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri costanti con la Questura, l'A.S.L. e i Comuni (questi ultimi chiamano l'ANOLF per incontri , o la sera o la domenica, per informare sugli aggiornamenti della regolarizzazione o sul come comprare una casa e fare un mutuo) .

· Rapporto di collaborazione molto intenso (2 volte alla settimana) con la Prefettura per le pratiche di regolarizzazione e anche per i casi di denuncie e licenziamenti.

· Rapporto con il Tribunale dei minori per la protezione dei minori abbandonati e di quelli in difficoltà soggiornanti in Italia, nonchè delle ragazze madri con figli.

· Partecipazione al Gruppo ristretto presso la Prefettura per l'emersione.

· Progetto finanziato dal Comune, ma anche dal sindacato CISL e da altri soggetti partecipanti (Associazione per la Famiglia, Cesil, Centro per il lavoro) per la realizzazione di una rete integrata di servizi per i lavoratori extracomunitari, al fine di migliorare i processi di integrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Gestione di due case-alloggio (di passaggio) per donne immigrate.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi, in varie lingue, mirati alla conoscenza dei diritti e doveri degli immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Collaborazione con l'ADICONSUM per la consulenza agli immigrati (bollette luce e gas, multe e altro).

· Collaborazione con il SICET per il bando per avere il beneficio per la casa.

· Orientamento per l'inserimento giuridico-sociale-culturale degli immigrati.

· Collaborazione con il "Gruppo Internazionale Donne" sulle problematiche delle donne immigrate.

· Incontri domenicali per stranieri sui temi inerenti alla legge 40/98, alla regolarizzazione, alla legge Bossi-Fini e ai relativi adempimenti.

· Incontri con lavoratori immigrati per informare sull'orientamento al lavoro (con il sindacato CISL).

· Apertura di un internet-point in collaborazione con ALAI, FNP e CISL di Milano per gli anziani e gli immigrati che possono accedere a tutti i servizi internet a prezzi molto bassi (30 Novembre).

· Spostamento dell'ANOLF-Cesil nella nuova sede di Via Tadino,31 e creazione di un "Punto Solidarietà", aperto insieme ad alcune colf lavoratrici e a Centro per il lavoro, collegato a una banca dati regionale. Qui vengono raccolti molti curriculum di italiani e stranieri, che vengono poi spediti alle aziende del territorio.

Sezione provinciale di Pavia

Iniziative con le istituzioni:

· In collaborazione con il Consiglio Territoriale per l'immigrazione apertura di tre sportelli informativi nei comuni di Pavia, Vigevano e Voghera (gestiti dai Comuni stessi).

· Incontri periodici con la Questura e la Prefettura di interscambio informativo per tutto ciò che concerne l'immigrazione.

· Adesione al Tavolo cittadino per l'immigrazione della Città di Pavia.

· Incontri di interscambio informativo con la Direzione Provinciale del Lavoro - Servizio Immigrazione - per ciò che riguarda i flussi d'ingresso.

· Partecipazione ai diversi dibattiti, seminari, organizzati dalle istituzioni territoriali.

· Accordo con il Comune sull'emersione per l'ISE (indicatore socio-economico permanente), che prevedeva, per chi faceva emergere il lavoro nero regolarizzando un immigrato/a, uno sgravio sulle tasse comunali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Membri del Comitato per la 2° accoglienza di Pavia, assieme ad altre associazioni presso il Comune (Assessorato per i servizi sociali).

· Collaborazione con il Centro di 2° accoglienza di Vigevano.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sulla legge Bossi-Fini.

· Inserti nel giornalino "Pavia Sindacale".

Attività di solidarietà:

· Incontri con le Comunità d'origine degli stranieri presenti sul territorio (senegalese, ivoriana, marocchina, tunisina, indiana e ecuadoregna).

· Incontri periodici con la Comunità albanese.

· Accordo nazionale con il SICET per il fondo di sostegno agli affitti sia per gli italiani che per gli immigrati (legge regionale sui fondi).

· Informazioni circa le opportunità per le rimesse economiche verso i Paesi di origine (raccolte personalizzate per aiuti umanitari).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Apertura di uno sportello informativo, in collaborazione con la FISASCAT e l'Ufficio Tecnico Vertenze del sindacato CISL, nei tre comuni più grandi del territorio (Pavia, Vigevano e Voghera) per informazioni e assistenza per la regolarizzazione di colf e badanti.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Sondrio

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Organizzazione di due incontri formativi sia culturali (inerenti alle problematiche dell'integrazione) che tecnici (sulla nuova legge) diretti a operatori istituzionali e sociali impegnati nel campo dell'immigrazione.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione con la Prefettura, l'Ufficio Provinciale del Lavoro, la Questura, l'A.S.L. ed il Comune su temi specifici di assistenza.

· Presentazione di un progetto alla Regione Lombardia per utilizzare fondi regionali (rinnovato).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Coordinamento con la CARITAS, per ciò che riguarda la 1° accoglienza, e con la Cooperativa "Ippogrifo" per il Centro Multifunzionale Immigrati, per ciò che riguarda la 2° accoglienza.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Orientamento e gestione delle pratiche con le istituzioni (si cerca di capire il problema, si spiega e si indirizza verso l'Ufficio competente per rinnovo permessi di soggiorno, regolarizzazione,...).

· Consulenza alle famiglie interessate a regolarizzare colf o badanti, soprattutto nel periodo caldo della regolarizzazione , ma anche dopo.

Sezione provinciale di Varese

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Con il finanziamento ex/legge 40 si sono avviati due progetti, il primo di orientamento e formazione professionale per immigrati, il secondo di sostegno all'integrazione scolastica di figli di immigrati. I due progetti proseguiranno nel 2004 e sono attualmente al 40% del proprio sviluppo. Si è inoltre ultimato il progetto avviato nel 2002.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione assidua al tavolo per gli asilanti, istituito presso l'Assessorato alle politiche sociali della Provincia.

· Incontri periodici con la Questura e collaborazione continua e costante (settimanale) con l'Ufficio Immigrati della Questura stessa.

· Partecipazione al Consiglio territoriale per l'immigrazione presso la Prefettura che dal settembre 2002 al novembre 2003 si è riunito in una decina di sessioni, soprattutto per le problematiche attinenti la regolarizzazione. Contatti costanti con l'Ufficio polifunzionale della Prefettura.

· Contatti con consolati italiani, in particolare con quello di Casablanca.

· Contatti periodici con alcuni degli 11 Comuni della provincia di Varese che, nell'ambito di un progetto della Provincia, hanno aperto uno sportello di informazione per immigrati nel corso dell'anno.

· Organizzazione con l'Università dell'Insubria della sagra del pesce gatto, intesa a sostenere il lavoro dell'Unità di ittiologia del dipartimento di Biologia per un migliore equilibrio ittiologico del lago di Varese.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Contatti con la CARITAS e con associazioni di volontariato.

Pubblicazioni:

· Nessuna pubblicazione, ma presenza assidua sulla stampa locale.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di una festa interculturale di 3 giorni, che ha avuto come sede il parco comunale di Ternate, dal titolo "HARAMBEE' (che in lingua senegalese significa "lavorare insieme solidalmente nell'interesse comune") FESTA", svoltasi il 20-21-22 giugno.

· Partecipazione con Arci ed altre associazioni ad una manifestazione per la pace nella ricorrenza dell'11 settembre e organizzazione in piazza per l'occasione di una mostra di quadri di M'baye Diop.

· Partecipazione attiva all'organizzazione di Etnofesta 2003, un'iniziativa organizzata da 6 Enti Locali della provincia, tra i quali il capoluogo, insieme ad alcune associazioni, per un insieme di iniziative che hanno caratterizzato, sui temi dell'immigrazione e del rapporto Nord/Sud, tutto il mese di ottobre.

· Accordo con il Banco di Solidarietà di Varese, sezione del Banco Alimentare onlus, per il soccorso alle famiglie immigrate bisognose.

· Attività di informazione e assistenza agli immigrati carcerati, tramite lo sportello sociale di CGIL- CISL-UIL presso il carcere di Varese.

Altro:

· Consulenza legale, informazione sui diritti e doveri.

· Apertura di 5 sportelli informativi per immigrati nel territorio della provincia.

· Lavoro molto intenso di supporto al processo di regolarizzazione.

· Organizzazione di serate di incontro e momenti di festa per stranieri e italiani presso un locale etnico / discoteca di Varese (Le Bogolan).

Sezione territoriale della Valle Camonica

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti e accordi con 3 Comuni del territorio (Artogne, Pisogne e Malegno) che hanno messo in piedi il "Progetto Abramo", con il contributo della Regione, per l'apertura di sportelli informativi all'interno dei Comuni stessi, per l'assistenza agli extracomunitari. All'ANOLF è stato chiesto di collaborare per la consulenza. Un altro progetto che prevedeva l'apertura di uno sportello è stato realizzato nel Comune di Costa Volpino (anche se i Comuni interessati erano altri 6-7 tra cui Lovere): anche qui all'ANOLF è stata chiesta la consulenza.

· Rapporti con la Questura e la Prefettura (che chiama l'ANOLF ai tavoli di lavoro che organizza).

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sui servizi offerti dall'ANOLF.

· Varie interviste e comunicazioni su una TV locale.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a 3 feste organizzate da Comuni della zona (Artogne, Pian di Borno e Malegno) per permettere l'integrazione degli immigrati presenti sul territorio.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza sia alle famiglie che hanno badanti extracomunitarie che alle badanti stesse, fatta dal Copresidente italiano per informare le due parti sui rispettivi diritti e doveri. Nell'ambito di ciò si fanno le segnalazioni, alle famiglie che lo richiedono, delle badanti o colf con cui l'ANOLF è venuta contatto (è una specie di "agenzia di cerca lavoro" fatta in casa).

· In collaborazione con il sindacato CISL è stato aperto uno sportello ALF (Assistenza Lavoro Familiare) per aiutare nel disbrigo di pratiche, quali calcolo e stampa buste paga, CUD, calcolo e compilazione modelli per versamento contributi INPS per colf e badanti.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale TRENTINO

Sezione provinciale di Trento

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con la Questura per ciò che concerne l'informazione e l'assistenza ai lavoratori immigrati sulle richieste e sul rinnovo dei permessi di soggiorno.

· Partecipazione attiva, da parte del Copresidente, a vari convegni organizzati da Enti e Istituzioni su argomenti riguardanti l'integrazione degli immigrati.

· Rapporti con la Prefettura, l'UTG e il Servizio Lavoro della Provincia autonoma di Trento.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sui servizi dell'ANOLF in varie lingue (anche in arabo).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Apertura di uno specifico sportello informativo presso la sede di Via S. Croce 61, per l'assistenza e lo svolgimento di pratiche presso la Questura ed Enti vari (tutti i giovedì dell'anno con il seguente orario: 8:30/12:30 - 14:30/18:00).

· Convenzione con il patronato INAS e la Federazione Pensionati della CISL per informazioni e assistenza, atte alla regolarizzazione degli immigrati derivante dalla legge n.189/2002.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Atto di collaborazione con la Banca Commerciale Italiana (Intesa) del Trentino in materia di rimesse con l'estero.

· Organizzazione di un Dibattito pubblico con il titolo "Diritti e Doveri" alla luce della nuova legge Bossi- Fini, che ha avuto come relatori esponenti della Questura e della Prefettura, presso il Centro S. Chiara il 15 Maggio.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale ALTO ADIGE

Sezione provinciale di Bolzano

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione di un nostro delegato immigrato al corso di formazione organizzato dall'ANOLF nazionale a Firenze, sviluppatosi in due moduli (una settimana a gennaio ed una a marzo).

· Partecipazione ad un Corso organizzato dall'UST - SGBCISL in collaborazione con la FISASCAT (della durata di mezza giornata) sul tema delle colf e badanti, per spiegare la documentazione necessaria, i conteggi per i contributi INPS, indirizzato agli operatori INAS ed in generale a tutti coloro che lavorano a fianco di queste figure professionali.

· Partecipazione ad un progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo, promosso dall'Associazione "Donne Nissà" (che si occupa di donne e di famiglia), per l'apertura di uno sportello unico per ogni tipo d'informativa da fornire agli immigrati. Del gruppo di lavoro fanno parte, oltre all'ANOLF supportato dalla FISASCAT, varie associazioni impegnate nell'assistenza agli immigrati. Si sono svolte già due riunioni alle quali hanno partecipato anche il dirigente dell'INPS, dell'Ufficio provinciale del Lavoro, dell'Azienda Servizi Sociali comunale e dell'Ufficio anziani e distretti sociali della Provincia di Bolzano. Alla riunione, convocata per il 9 dicembre, è stato invitato anche il Vice Prefetto, responsabile dell'UTG.

Iniziative con le istituzioni:

· Due incontri con l'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune e con altre associazioni d'immigrati, per dare corso all'elezione di un immigrato all'interno della Consulta comunale, che dovrebbe aver luogo nei prossimi mesi.

· Incontro con il Commissario del Governo (Consiglio Territoriale per l'immigrazione).

· Riunione con il Sindaco, l'Assessore all'urbanistica ed altre Associazioni, per il problema casa.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Partecipazione a due incontri organizzati dalla CARITAS con altre associazioni che si occupano di 1° e 2° accoglienza sul territorio.

Pubblicazioni:

· Diffusione di una guida bilingue (italiano e tedesco), realizzata in collaborazione tra l'Assessorato provinciale alla Formazione Professionale, il Comune di Bolzano e l'Accademia Europea, dal titolo "Immigrazione in Alto Adige"- Guida pratica. In essa è menzionata l'ANOLF, come associazione che si occupa di assistenza ai lavoratori stranieri.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con la CARITAS, con l'Associazione Donne NISSA' (donne immigrate), per situazioni e casi di grave difficoltà.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, informazione sui diritti e doveri, in collaborazione con il patronato INAS, la Questura e l'UTG.

· Partecipazione del Copresidente ad un incontro organizzato dall'Associazione Famiglie Tunisine, con la partecipazione del Direttore dell'Ufficio Pianificazione Sociale della città di Bolzano, che è particolarmente attento ai problemi legati all'integrazione degli immigrati.

· Partecipazione ad un incontro, organizzato dal Copresidente immigrato di Trento, con la Questura e l'UTG del suo territorio, sulle problematiche legate al permesso di soggiorno, al lavoro ed ai problemi dell'immigrazione.

· Incontri con le associazioni degli immigrati e con i sindacati di categoria su temi inerenti la possibilità di lavoro per gli immigrati.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di formazione interna e per volontari - finanziati dal FSE - di lingua inglese, informatica e per mediatori per stranieri.

· Seminario di formazione "Flussi migratori e modelli di integrazione".

· Organizzazione Corsi di alfabetizzazione in collaborazione con vari enti di formazione.

· Promozione Corsi di formazione professionale (saldatore , elettricista, carpentiere) con vari enti di formazione.

Iniziative con le istituzioni:

· Progetto Sportello informativo generico in convenzione con SAPI- Regione.

· Progetto "Casa insieme" in convenzione con SAPI - Regione.

· Progetto "Osservatorio Migranti" in convenzione con ASS2 isontina.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Progetto "Casa insieme": gestione alloggi, sportello informativo mutui agevolati, edilizia residenziale, erogazione prestiti non onerosi.

· Gestione Centro di prima e seconda accoglienza per stranieri, dove sono ospitati minori stranieri non accompagnati.

Attività di solidarietà:

· Distribuzione generi alimentari a bisognosi attraverso il Banco Alimentare.

· Raccolta e distribuzione vestiario a persone bisognose.

· Aiuto diretto a ragazza madre (sostegno economico, pagamento spese legali e di rimpatrio).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Partecipazione a convegni, seminari, iniziative di volontariato e culturali.

Sezione provinciale di Gorizia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Promozione Corsi EPA (educazione permanente per adulti) di alfabetizzazione.

· Promozione e collaborazione per la ricerca utenti per Corsi di alfabetizzazione e professionalizzanti in collaborazione con vari enti di formazione.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alle attività promosse dall'ANOLF regionale in convenzione con il SAPI.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Partecipazione Piani di zona - Comune di Gorizia e Comune di Monfalcone - area disagio alloggiativo, immigrazione, minori.

Pubblicazioni:

· Depliant multilingue.

Attività di solidarietà:

· Attività di interpretariato e traduzione.

· Allestimento gazebo informativo e cucina etnica in varie manifestazioni di volontariato locale.

Altro:

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. N° 394/99).

· Sportello informativo.

Sezione provinciale di Pordenone

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con le Istituzioni locali (Questura, Prefettura, Comune,…).

Attività di solidarietà:

· Festa delle donne immigrate (8 marzo).

· Contributo per casi particolari di rimpatrio salme.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazioni sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Lavoro molto intenso prima e dopo le regolarizzazioni, con apertura dello sportello anche il sabato.

Sezione provinciale di Trieste

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Due Corsi di alfabetizzazione di 30 ore (uno iniziato a febbraio e uno iniziato a ottobre).

Iniziative con le istituzioni:

· Contatti con la Questura, la Prefettura e l'Ispettorato del lavoro.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di un incontro con gli iscritti della nostra associazione per gli auguri di fine anno.

· Raccolta ed elargizioni in varie occasioni per i poveri.

· Orientamento di assistenza sanitaria per donne e bambini.In varie occasioni l'ANOLF di Trieste ha aiutato molti extracomunitari, che si sono rivolti a noi riguardo al problema dell'abitazione, affrontando le spese per la sistemazione presso gli alberghi della città. Inoltre, sono state aiutate donne in stato di gravidanza e donne con bambini.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di regolarizzazione, medico-legali (presso l' INAS per lavoratori extracomunitari che prestano manodopera nell'industria triestina), informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Udine

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di integrazione linguistica (in collaborazione con lo IAL).

· 3 Corsi organizzati in collaborazione con l'ANOLF regionale per tutti gli operatori di sportello della regione (uno di informatica, uno di inglese e l'ultimo di mediazione culturale).

· Corsi di aggiornamento per la regolarizzazione degli immigrati: colf - badanti (interni e con la società di servizi che aiuta l'ANOLF per le buste paga).

Iniziative con le istituzioni:

· Iniziativa comunitaria Equal 2000-2005 - Codice Progetto IT-G-FRI-0009 "Il Friuli alla prova dell'accoglienza - Nuove Etnie e processi di integrazione", in collaborazione con la Provincia (Sottoscrizione A.T.I.). Ora è stato attivato come sportello informativo per migliorare le condizioni di lavoro degli immigrati.

· Accordo con il Comune per una collaborazione per il Centro ascolto del Comune stesso, dove si dovrebbe fornire agli immigrati il primo indirizzo informativo per ciò che riguarda la ricerca del lavoro e della casa, la scuola per i bambini (in fase di elaborazione).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Attività di sportello finanziate dalla Regione.

· Progetto di 1° accoglienza mirato alle donne immigrate presenti sul territorio.

Pubblicazioni:

· Distribuzione del "VADEMECUM" dell'immigrato in multilingue.

Attività di solidarietà:

· Adozione a distanza di una bambina indiana di Delhi, che si sostiene negli studi.

· Partecipazione ad un'iniziativa tenutasi l'8 marzo e organizzata dal Comune e dalla Commissione per le Pari Opportunità, insieme ad altre associazioni, per un progetto di acculturamento delle donne immigrate. L'ANOLF ha curato il tema della donna divisa tra famiglia e lavoro e la giornata si è conclusa con un concerto.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. 394/99).

· Sportello generale assistenza immigrati.

· Sportello regolarizzazione immigrate: colf - badanti.

· Interventi in qualità di relatori a varie iniziative seminariali interne ed esterne all'organizzazione sul tema dell'immigrazione.

· Progettazione di uno studio relativo allo stato occupazionale delle donne immigrate ed alla loro integrazione sociale in provincia, in collaborazione con il Coordinamento donne del sindacato CISL (i dati finali della ricerca sono in fase di elaborazione).

· Progetto di proselitismo per l'ANOLF ed il sindacato FILCA, organizzato dall'ANOLF di Manzano in collaborazione con la FILCA e sviluppatosi con incontri e assemblee.

· Nel territorio di Manzano è in atto un "Progetto giovani" che prevede la compilazione di un questionario che l'operatore ANOLF della zona porta nelle fabbriche per farlo compilare ai giovani lavoratori extracomunitari, dove si chiede soprattutto quali siano le loro aspettative.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale VENETO

Pubblicazioni:

· In collaborazione con CISL, CGIL e UIL Veneto e con il contributo della Regione, stesura, stampa e distribuzione di 32.000 copie di un manuale sui diritti dei lavoratori per gli immigrati nelle lingue italiana, inglese, francese e serbo-croato.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di regolarizzazione e ricongiungimento, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Nel quadro del progetto Equal "Glocal" redazione di una ricerca sui lavoratori immigrati della Valle del Chiampo (VI) e della Valpolicella (VR).

· Convegno di presentazione della ricerca suddetta ai quadri del sindacato CISL e dell'ANOLF della regione e dibattito sul tema "Sviluppo professionale ed integrazione sociale dei lavoratori immigrati fra impresa e territorio".

· Continua il lavoro con gli altri partners per il completamento del progetto Equal che proseguirà nel 2004.

Sezione provinciale di Belluno

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di alfabetizzazione gratuiti per gli immigrati, in particolare rivolti alla comunità marocchina (III edizione).

· Corso di formazione per l'inserimento nel mercato del lavoro (III edizione).

· Corsi serali per gli immigrati, finanziati dalla Provincia e dal Provveditorato agli Studi, di socializzazione e di inserimento nel tessuto sociale (150 ore).

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti di collaborazione e di scambio d'informazioni con la Provincia, la Questura e il Provveditorato agli Studi.

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione diretta con la CARITAS nella gestione dei Centri d'accoglienza.

· Accordo "Accoglienza ed alloggio" per gli immigrati lavoratori presenti sul territorio, insieme ad Associazione degli Industriali, Prefettura, Comune di Belluno e quello di Feltre, Camera di commercio, Artigiani, Coldiretti, Rotary Club, la Provincia e CGIL, CISL e UIL ( il 10 dicembre c'è stato un incontro dove si è fatto il punto della situazione dopo un anno di lavoro).

Pubblicazioni:

· Volantini in quattro lingue sulle attività e i servizi dell'ANOLF e del sindacato CISL a favore degli immigrati.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con l'associazione degli immigrati "Ali spezzate '98" (immigrati, rifugiati e profughi dell'ex Iugoslavia).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Dopo la regolarizzazione si è continuata la consulenza e l'assistenza sia a colf e badanti, sia alle famiglie che sono diventate ora datori di lavoro di queste persone.

Sezione provinciale di Padova

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Progetto di formazione per gli immigrati, con quattro ore di educazione civica e sedici ore di informazione ed orientamento su lavoro, sindacati e contratti nazionali di categoria.

· Progetto "A braccia aperte" (corsi di formazione) rivolto all'integrazione degli immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alla gestione degli Sportelli Immigrati della Provincia, insieme con ACLI, CARITAS e UIL (con i quali abbiamo costituito l'Associazione Migranti per la gestione degli sportelli).

· Spazio web nel sito del Comune (www.padovanet.it), con una pagina dedicata alle nostre attività e servizi.

· Convenzione con la Provincia, dove l'ANOLF è parte della rete provinciale e regionale del servizio agli immigrati. La convenzione è stata realizzata nelle sue due fasi: la prima di Sportello (informazione) e la seconda di Gestione della formazione.

· Entrata nella rete della Regione Veneto, che è curata da "Italia Lavoro" (Agenzia del Ministero) per i servizi offerti agli immigrati.

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Progetto di messa in rete con soggetti che gestiscono le strutture di accoglienza.

· L'ANOLF è coinvolta nel progetto "Fondazione Casa per gli Immigrati" (non soli extracomunitari) di 1° e 2° livello della Camera di Commercio, partecipando alla definizione dei criteri di accesso e di gestione.

Attività di solidarietà:

· Attivazione, rispetto a situazioni individuali e/o collettive, dei servizi degli Enti locali e del Volontariato sociale che hanno questa finalità.

· Partecipazione del Copresidente immigrato, in collaborazione con la Croce Rossa, alla campagna di quest'ultima in Iraq (a Nassirya) tra settembre e dicembre.

· Partecipazione alla giornata dell'immigrato a Vicenza (18 Dicembre).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Gestione di sportelli ANOLF a Padova, Abano, Cittadella, Conselve, Este, Galliera, Grantorto, Monselice, Montagnana per l'assistenza nelle pratiche di regolarizzazione, l'inserimento sociale e lavorativo, la ricerca di soluzioni abitative e per tutte le pratiche connesse ai permessi di soggiorno e ai ricongiungimenti.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99). Manca solo la lettera dell'ufficializzazione del Prefetto, ma l'ANOLF già partecipa.

· Creazione di uno spazio web dedicato all'ANOLF e ai suoi servizi nel sito del sindacato CISL di Padova.

Sezione provinciale di Rovigo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione dello sportellista ANOLF ad un Corso di formazione per mediatori culturali organizzato dalla Provincia e finanziato con fondi regionali.

Iniziative con le istituzioni:

· Membro della Consulta per l'immigrazione di Comune e Provincia.

· Incontri con la Prefettura e la Questura per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Incontri periodici con il Comune, soprattutto con l'Assessorato ai Servizi Sociali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS nel centro d'accoglienza "Centro Francescano".

· Collaborazione con la CARITAS di Chioggia per le badanti.

· Collaborazione con MIGRANTES.

Attività di solidarietà:

· Festa multiculturale, organizzata dalla Consulta per l'immigrazione della Provincia, promossa assieme alle associazioni di marocchini e nigeriani presenti sul territorio, con due giorni di dibattiti su temi inerenti all'immigrazione (III edizione).

· Partecipazione alla Festa dell'immigrato a Vicenza (18 dicembre).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti, doveri e regolarizzazione. Sono stati aperti vari sportelli: l'ufficio legale (attivo il mercoledì) che dà informazioni su tutto ciò che riguarda il lavoro, uno sportello di consulenza (aperto ogni 2° venerdì del mese, tenuto da un giovane avvocato) che segue le pratiche di carattere civile e penale attivo da novembre ed uno sportello per il lavoro domestico. La consulenza dei tre sportelli è sia per gli italiani che per gli immigrati.

Sezione provinciale di Treviso

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di studio sulla nuova legge, in materia d'immigrazione, per gli operatori ed i componenti del Direttivo provinciale.

· Corso rivolto ai responsabili immigrati sugli aspetti contributivi INPS e la Campagna ECO (controllo per i contributi).

· Corso sulla comunicazione rivolto ai componenti del Direttivo ANOLF e a delegati sindacali immigrati.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con l'Associazione "Fratelli d'Italia" (che è composta da rappresentanti di CGIL-CISL-UIL e da 20 associazioni del mondo laico e cattolico), soprattutto nella ricerca della casa per gli immigrati (esigenza primaria), con la stipulazione di accordi con i Comuni e con gruppi imprenditoriali per i Centri di prima accoglienza e, successivamente, per ciò che riguarda l'inserimento nel tessuto sociale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti e doveri e sul post-regolarizzazione.

· Promozione e partecipazione a diversi convegni, incontri, dibattiti, seminari organizzati in maniera trasversale con altre associazioni di volontariato.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99).

· Organizzazione di un'assemblea pubblica sulla legislazione che regola l'immigrazione.

· Trattativa con un legale che dovrebbe fornire assistenza nella sede ANOLF (in fase di partenza).

Sezione provinciale di Venezia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Preparazione di un Corso, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, in collaborazione con l'ADFOL (Agenzia di Formazione), rivolto a 20 immigrati regolari disoccupati su: cultura civica, italiano, legge 626 e legge sul lavoro per creare le figure di saldatore e meccanico. Le domande sono state 60 e l'11 dicembre c'è stata la selezione per trovare i 20, mentre il Corso partirà il 10 gennaio 2004. Si progetta anche di farne altri 2: uno per le colf e uno sull'edilizia.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Questura per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione dei lavoratori immigrati (2 volte al mese : il 1° e il 3° lunedì del mese).

· Collaborazione con la Prefettura e un incontro, a fine settembre, per vedere come stava andando la regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Tre incontri con la Provincia per la fondazione "La Casa" per facilitare la sistemazione abitativa di alcune famiglie immigrate.

· Restauro, in sinergia con la Cooperativa "Villaggio Globale" (di cui diventerà tra poco socio il sindacato CISL), di fabbricati ubicati in zone non appetibili da destinarsi agli immigrati.

· Costruzione con le associazioni di volontariato (CARITAS, Associazione Costruttori e U.P.P. -Unione Piccoli Proprietari-) e la Banca Etica del "Villaggio globale", costituito come cooperativa e destinata ad immigrati e giovani coppie italiane.

· Progetto per realizzare una convenzione con qualche Banca per la fideiussione di garanzia per gli affitti, in collaborazione con la Cooperativa "Villaggio Globale".

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a feste con altre associazioni di stranieri, organizzate dalle comunità tunisina e del Bangladesh presenti sul territorio.

· Incontro con l'Ambasciatore tunisino a Bassano del Grappa (VI) a fine novembre.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, ricorsi legali, informazione sui doveri e diritti nella società, sul lavoro e sul post-regolarizzazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione territoriale di Venezia Orientale

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Iniziativa con lo SPISAL territoriale e la ASL 10 sulla prevenzione anti-infortunistica nel settore edile, che è quello più esposto agli infortuni.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti costanti con la Prefettura e con tutti gli Enti locali.

· Collaborazione con uno sportello INPS, con la funzione di decentrare e organizzare meglio la consegna dei permessi di soggiorno.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Trattativa (in fase più avanzata rispetto allo scorso anno) per il progetto "una casa per le famiglie immigrate" insieme agli artigiani, i commercianti, la CARITAS e altre associazioni d'immigrati. Ci sono stati incontri sia con la Regione, che si è resa disponibile per stanziare fondi, che con la Provincia.

Pubblicazioni:

· Divulgazione di materiale proveniente dall'ANOLF nazionale o dall'ANOLF regionale, in merito all'immigrazione, poi divulgato tradotto in più lingue.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione della Festa di Natale degli immigrati a Portogruaro (incontro tra famiglie).

· Partite di calcio per facilitare l'integrazione tra ragazzi appartenenti alla comunità locale e ragazzi appartenenti alle comunità straniere presenti sul territorio (III edizione).

· Partita di calcio, sempre per favorire l'integrazione, organizzata in collaborazione con il Comune di Musile di Piave.

· Convegno dal titolo "Ricostruire la pace", in occasione dell'intervento americano con la guerra in IRAQ, con testimonianze, partita di calcio e cena etnica (Cinema Teatro Don Bosco-16 maggio).

· Partecipazione alla giornata dell'immigrato di Vicenza (18 dicembre).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Sportello servizi immigrati presso la sede di S. Donà di Piave.

· Sportello servizi tenuto dagli immigrati e da volontari italiani nella sede di Portogruaro (una volta a settimana).

Sezione provinciale di Verona

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione finalizzato all'apertura di uno sportello autonomo di consulenza sia per colf e badanti che per datori di lavoro (soprattutto pensionati e soci del sindacato CISL), in collaborazione con l'INAS e la CISL.

· Progetto EQUAL su immigrati in Val Policella.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri nelle scuole (elementari, medie, superiori) per stimolare l'integrazione dei bambini stranieri, coofinanziati dal Comune.

· Assistenza di mediazione linguistico-culturale e disbrigo pratiche all'interno del Centro penitenziario "Montorio" di Verona (una volta la settimana).

· Collaborazione con il Provveditorato, il sindacato CISL Scuola e il CESTIM per l'inserimento nelle scuole di più di 100 insegnanti in pensione che, come volontari, hanno aiutato gli studenti immigrati con problemi scolastici, impartendo ripetizioni nelle scuole stesse.

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione (anche per gli immigrati truffati che hanno denunciato i loro datori di lavoro che avevano promesso di regolarizzarli).

· Collaborazione attiva, instaurata con il Comune, per la definizione delle politiche sull'immigrazione e affinchè si possa trovare una legittima rappresentanza politica tra le comunità d'immigrati presenti sul territorio.

· Mostra foto - biografica "Nuovi Veronesi" insieme al Comune, CIGL, CISL, UIL e CESTIM, con il quale quest'anno si porta in giro nella provincia in accordo con i Comuni che ne fanno richiesta.

· Collaborazione con il Comune e la Questura (con cui il rapporto si è molto rafforzato) per la predisposizione di sportelli con prenotazioni per il disbrigo delle pratiche(per evitare le file e le attese interminabili).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Assieme alla cooperativa "Casa per gli immigrati" ed a "L'ostello della gioventù", che hanno messo a disposizione dei posti letto per alcuni immigrati.

· In collaborazione con la cooperativa "Casa per gli immigrati" e il CVA (Coordinamento Veneto d'Accoglienza) creazione di un servizio d'informazione per aiutare gli immigrati nell'acquisto della casa (contatti con le banche, mutui,...).

Pubblicazioni:

· Assieme ad altre associazioni, pubblicazione mensile della rivista "Cittadini dappertutto" in diverse lingue.

Attività di solidarietà:

· Rassegna del cinema africano (XIII edizione) per sensibilizzare la popolazione veronese, coofinanziato dal Comune, dall'ANOLF, Centro Missionario di Verona e da " Nigrizia" (Istituto missionario comboniano di Verona).

· Partecipazione alla "Festa di tutti i popoli", realizzata con il Centro Missionario, il CESTIM ed altre associazioni d'immigrati (XIVedizione).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti, doveri e sulla regolarizzazione.

· Promozione e partecipazione a diversi incontri, dibattiti, seminari, feste inerenti all'immigrazione, organizzati da istituzioni ed associazioni d'immigrati presenti nel territorio della provincia.

Sezione provinciale di Vicenza

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Organizzazione di 2 Corsi di aggiornamento, rivolti ad operatori sindacali e delegati sulla nuova normativa in materia di immigrazione: uno sui problemi conseguenti alla regolarizzazione e l'altro sulla normativa in quanto tale.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti e collaborazioni con tutti gli Enti locali, in particolare con i Comuni del territorio.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· L'Associazione è partner in un progetto denominato "Agenzia per la casa" (acquisto e affitto per le famiglie immigrate) assieme a CARITAS e Associazioni datoriali.

Pubblicazioni:

· Sito Internet.

· Volantini e manifesti per pubblicizzare le nostre iniziative e per informazione sui nostri servizi.

· Raccolta della normativa e della giurisprudenza riguardante l'immigrazione e la cittadinanza.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione della giornata del migrante (18 dicembre).

· Lavoro per la costituzione del Forum delle comunità immigrate in provincia di Vicenza.

· Collaborazione e consulenza con la CARITAS diocesana.

· Iniziative con altre associazioni locali.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99).

· Associazione Papa Giovanni: progetto sulla prostituzione.

· CESTIM-Verona: progetto di collaborazione.

· Attività delle sedi (sportello servizi) nelle zone di Bassano del Grappa, Schio, Tiene, Monticchio Maggiore, Arzignano, Valdagno e Noventa Vicentina.

· L'ANOLF è partner di un progetto europeo riguardante la multiculturalità, non rivolta alla scuola ma all'aspetto del gioco.

· Lavoro per un progetto informatico, in collaborazione con l'A.S.G.I. (Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione) per realizzare un sito aggiornato a livello di normativa riguardante l'immigrazione.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale EMILIA ROMAGNA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione del "Progetto Voci", in collaborazione con l'AECA, presso le Facoltà di Sociologia e Scienze Politiche dell'Università di Bologna.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti costanti con la Regione.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione, ad uso interno, del volumetto (di 66 pgg.) "Informazione generale", una specie di vademedum per gli addetti agli sportelli sulla legge Bossi-Fini e con tutte le altre informazioni riguardanti la previdenza, la scuola, la casa, la sanità, ...

Altro:

· Assistenza alle ANOLF territoriali.

· Partecipazione a diversi incontri e dibattiti in materia d'immigrazione.

Sezione provinciale di Bologna

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· 4 Corsi gratuiti, 3 di lingua italiana, cultura e inclusione al lavoro per stranieri, finanziati dal F.S.E. e 1 di computer (i 3 di italiano realizzati in primavera e quello di computer in autunno).

· Un Corso gratuito di alfabetizzazione per gli immigrati della provincia di Modena, nel quale è stata coinvolta per il finanziamento una cooperativa di Latina.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con la Questura, gli Uffici del Ministero del lavoro, l'INPS, l'INAIL (in particolare per il dopo-regolarizzazione) e con gli Enti Locali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Proseguimento del progetto FAI finanziato dal CO.GE. (fondazioni bancarie), iniziato nel 2001, su: inserimento lavorativo guidato (con corsi di formazione linguistica) di cittadini marocchini.

Pubblicazioni:

· Ristampa del volumetto "Renato scopre l'Italia", guida per l'inserimento nel nostro Paese, ad uso dei corsisti di italiano.

Attività di solidarietà:

· Riunione con alcune associazioni etniche sulle politiche migratorie.

· Assemblee con le associazioni di immigrati (in particolare quest'anno con quelle moldave e ucraine, per via della regolarizzazione).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche burocratiche e legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Impegno molto intenso da gennaio a giugno per la regolarizzazione.

Sezione provinciale di Ferrara

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi per lavoratori extracomunitari sulla tematica del lavoro, in collaborazione con lo IAL.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alla Commissione provinciale sull'immigrazione.

· Rapporto costante con la Prefettura e la Questura; con quest'ultima è stato siglato un accordo, legato al Centro servizi per l'immigrazione, che prevede per l'ANOLF, ogni lunedì mattina, di avere un canale preferenziale per il disbrigo delle pratiche, soprattutto quelle riguardanti il rinnovo del permesso di soggiorno.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS per le segnalazioni di immigrati con problemi di alloggio.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sul dopo-regolarizzazione e articoli sulla stampa locale ("Il Manifesto") per pubblicizzare l'ANOLF e i servizi offerti.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Prosecuzione del rapporto con il Centro Servizi Integrati per l'immigrazione presso il Comune, grazie al protocollo d'intesa che riconosce all'ANOLF il ruolo per l'orientamento, l'assistenza, la mediazione linguistico - culturale e l'accompagnamento ai servizi nell'ambito del Comune; lo stesso per i Comuni di Cento, Copparo, Porto Maggiore e Codigoro.

Sezione provinciale di Forlì

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Predisposizione, illustrazione adeguata e consegna al Patronato INAS e alle Zone di "cartellette" contenenti materiale informativo e modulistica relativa alle pratiche di assunzione-licenziamento di Collaboratori Domestici ed istruzioni per la compilazione dei bollettini INPS per il versamento dei contributi relativi, in considerazione del notevole incremento di richieste di assistenza su tale tema da parte dell'utenza in seguito alla regolarizzazione 2002. Più' in generale si è provveduto a fornire alle zone le conoscenze necessarie per le informazioni e i chiarimenti riguardanti la normativa vigente in materia di immigrazione.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione a progetti per l'integrazione di lavoratori immigrati in generale, promossi dall'Amministrazione provinciale e dai Comuni, con relativi Tavoli di lavoro.

· Incontri presso i Comuni per i problemi inerenti ai lavoratori immigrati.

· Collaborazione con la Direzione provinciale del Lavoro.

· Partecipazione all'avvio del Protocollo d'intesa con la Regione per la creazione di un Osservatorio sull'immigrazione.

· Partecipazione a tutte quelle conferenze, organizzate da varie Istituzioni locali, che hanno avuto come oggetto l'immigrazione e i suoi problemi.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la Caritas per quanto riguarda gli alloggi.

· Assistenza continua ai lavoratori extracomunitari, presenti nei Centri di accoglienza, per l'espletamento di tutte le loro pratiche amministrative, riferente alla normativa vigente in materia e per la loro tutela sul lavoro.

Pubblicazioni:

· Bollettini e comunicati informativi.

· Stesura di una guida pratica per il 2004 per le donne immigrate, da distribuire presso la Questura, con il finanziamento sul budget assegnato alla consigliera di parità, che è la Copresidente ANOLF.

Attività di solidarietà:

· Assistenza alle famiglie in particolare stato di indigenza, ai lavoratori in cerca di alloggio, o di nuova occupazione, ai mutilati di guerra senza alcuna tutela da parte dei Paesi di provenienza.

· In collaborazione con la Commissione Pari Opportunità della Provincia, creazione di borse di studio per ragazze albanesi orfane nel loro Paese d'origine (visto che in Albania lo Stato assiste gli orfani fino al compimento del 14° anno di età) con l'Opera Madonnina del Grappa di Galeata per l'Orfanotrofio di Scutari.

Altro:

· Assistenza per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione, richieste nominative lavoratori stranieri nell'ambito dei "flussi", pratiche medico-legali, informazione sui diritti e i doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione territoriale di Imola

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di alfabetizzazione per immigrati di lingua araba.

· Corso di lingua araba per i figli degli immigrati arabi.

· 2 Corsi di alfabetizzazione per immigrati di lingua rumena.

· 2 Corsi di alfabetizzazione per immigrati di lingua polacca.

· Corso di alfabetizzazione per immigrati ucraini, bielorussi e georgiani.

· Corso di informatica di base per gli immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Convegno sul tema della multietnicità all'interno della scuola, soprattutto con attenzione ai bambini e ragazzi provenienti dal Nord-Africa e dall'Est europeo.

· Collaborazione con la Questura e i Carabinieri.

Pubblicazioni:

· Volantini per la pubblicizzazione delle iniziative dell'Associazione.

· Traduzioni dall'arabo all'italiano, dal francese all'italiano e dal rumeno all'italiano e viceversa sia per privati che per uffici.

· Comunicati informativi.

· Pubblicazione quadrimestrale di un allegato nel giornalino del sindacato CISL territoriale.

Attività di solidarietà:

· Accompagnamento dei cittadini stranieri nei vari uffici pubblici e aiuto nel disbrigo delle pratiche.

· Partecipazione alla Festa - manifestazione pubblica delle associazioni di volontariato.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Attivazione di un punto di ascolto, all'interno della sede ANOLF, con un legale che fa consulenza per la casa e per le altre esigenze degli immigrati

· Contatti con una banca per trasferire i soldi degli immigrati alle loro famiglie in Nord-Africa.

Sezione provinciale di Modena

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Attivazione di un punto di ascolto, all'interno della sede ANOLF, con un legale che fa consulenza per la casa e per le altre esigenze degli immigrati

· Contatti con una banca per trasferire i soldi degli immigrati alle loro famiglie in Nord-Africa.

Iniziative con le istituzioni:

· Sono proseguiti i lavori riguardanti l'applicazione del protocollo siglato a livello provinciale tra ANOLF, Organizzazioni sindacali, Questura, Comune di Modena e Comuni "Capi Distretto", associazioni della società civile che aveva come obiettivi la messa in rete delle organizzazioni aderenti e lo snellimento delle procedure burocratiche per i cittadini stranieri.

· Con la Prefettura si è creato un ottimo rapporto di collaborazione per favorire il buon svolgimento della regolarizzazione come da legge 189/2002(10.500 regolarizzati in provincia di Modena).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Il più importante progetto di accoglienza di 1° livello è stato senz'altro l'inserimento nel mercato del lavoro. A ciascun disoccupato straniero infatti è stato riservato un momento per spiegare come presentarsi ad un colloquio di lavoro. Si è redatto un curriculum vitae, si è fatto il bilancio delle competenze in sinergia con lo sportello Welcome del sindacato CISL e dello IAL, si è redatto un giornalino con le principali offerte di lavoro a cadenza settimanale (in collaborazione con il CIOL - Centro per il lavoro - della CISL), sono stati accompagnati al Centro per l'impiego in alcuni casi cittadini stranieri con problemi particolari. Hanno fatto il curriculum vitae nel 2003 presso l'ANOLF ben oltre mille cittadini disoccupati stranieri, iscritti all'ANOLF. Più di sessanta hanno trovato lavoro direttamente grazie al progetto.

Pubblicazioni:

· E' stata pubblicata la terza indagine curata dall'ANOLF, in collaborazione con il sindacato CISL, dal titolo "Stranieri a Modena. Lavoro, Integrazione, Sindacato". 653 stranieri intervistati hanno raccontato, compilando il questionario, la propria storia e soprattutto hanno espresso le loro valutazioni sul "Sistema Modena". Hanno dato i voti all'amministrazione comunale, agli ospedali, alla Questura, alla Prefettura, al sindacato. Grande risalto è stato dato dai mass media locali anche in virtù del fatto che il dossier CARITAS tiene in considerazione tale indagine ritenuta attendibile.

· Pubblicazioni di volantini in italiano ed inglese sui comportamenti da tenere in caso di malattia sopraggiunta nei paesi di origine.

· Traduzione in inglese e francese del nuovo contratto dei metalmeccanici siglato dai sindacati CISL e UIL.

Attività di solidarietà:

· Creazione del "ponte" con il centro di prima accoglienza Porta Aperta per accompagnare gli stranieri ammalati, anche non regolari, che necessitano di cure mediche.

· Collaborazione con la CARITAS per situazioni o casi di estrema difficoltà.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post- regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Adesione alla manifestazione regionale di Reggio Emilia (dicembre 2003) per denunciare la difficile condizione dello straniero in Italia.

· Adesione alla manifestazione di Vicenza (dicembre 2003 per la Giornata dei Migranti).

Sezione provinciale di Parma

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· All'interno di un progetto EQUAL, creazione di un punto d'incontro "Rose e pane" per donne immigrate, in collaborazione con il Comune, la Provincia e il Forum Solidarietà e con il finanziamento del Fondo europeo. Il progetto ha portato all'apertura di un appartamento che è diventato il punto d'incontro e relax per le colf e badanti, che, non avendo una casa propria perché vivono con la famiglia che offre loro lavoro, hanno trovato qui, nel loro giorno libero, una "casa" dove farsi il caffè, avere la possibilità di leggere la loro rivista preferita o collegarsi ad Internet.

Iniziative con le istituzioni:

· Convenzione con la Questura che, ogni tre settimane, manda nella sede dell'ANOLF i suoi operatori per il ritiro delle pratiche, compilate e viste alla presenza degli immigrati interessati e che, poi, riporteranno dopo un mese circa (tutto questo per evitare le file, anche notturne, e il ritorno più volte in Questura per presentare tutta la documentazione richiesta).

· Rapporti frequenti con la Prefettura (per le pratiche di cittadinanza), la Provincia ed il Comune.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con il C.I.A.C.(Centro Immigrati Asilo e Cooperazione), dove l'ANOLF è inserito anche nel direttivo, per un progetto di 1° accoglienza per i richiedenti asilo della provincia (è stato trovato un appartamento che funge come alloggio per queste persone, ma si fornisce loro anche l'assistenza legale per le richieste di asilo). Ormai il progetto è definitivamente decollato e l'ANOLF ha terminato la sua "missione".

Pubblicazioni:

· Articoli della Copresidente pubblicati su una rivista trimestrale locale "Fonte di Mezzo", che esce con "La Gazzetta di Parma", sulle tematiche dell'immigrazione su iniziativa della Provincia.

Attività di solidarietà:

· Diverse attività di sensibilizzazione con alcune comunità di immigrati presenti nel territorio.

· Assistenza a singoli casi di individui in difficoltà (malati, con infortuni sul lavoro,…), aiuti economici e orientamento nel contattare case di accoglienza o uffici specifici.

· Istituzione di una borsa di studio - in ricordo del collega Gianni Azzali morto nel 1998, che per primo istituì l'Ufficio immigrati e che tanto aveva a cuore il problema dell'immigrazione - diretta a un figlio/a di immigrati con un buon rendimento scolastico e proveniente da un nucleo familiare in difficoltà. Il valore della borsa di studio è di € 1.000,00 provenienti in parte da un contributo messo a disposizione dal sindacato CISL e in parte da un' autofinanziamento degli stessi dipendenti della CISL, dei suoi Enti e da operatori ANOLF.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Attività dello sportello ANOLF gestito da un operatore tunisino, affiancato sporadicamente dalla Copresidente, aperto il sabato e la domenica a Colorno.

· Apertura di altri 4 sportelli ANOLF nella provincia , in altrettanti paesi (Fidenza, Borgo Taro, Langhirano e Fornovo - quest'ultimo aperto ogni 15 giorni) in cui c'è una forte presenza di immigrati.

Sezione provinciale di Piacenza

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Presentazione di 2 progetti di percorsi formativi riguardanti: uno l'educazione interculturale degli alunni della Scuola media e un altro l'integrazione degli alunni stranieri nella Scuola secondaria superiore.

Iniziative con le istituzioni:
· Partecipazione dei rappresentanti ANOLF al Consiglio Territoriale per l'Immigrazione.

· Presentazione, nell'ambito del percorso del "Patto per Piacenza" e del Piano Strategico per Piacenza, di un progetto sulle politiche abitative per le fasce deboli e sostegno a tale iniziativa.

· Partecipazione a convegni di carattere locale sull'integrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Sottoscrizione della costituzione dell'Associazione "Approdo", finalizzata ad attivare soluzioni al problema "Casa" a Piacenza;

· Interventi sulla stampa locale in merito alle problematiche della prima accoglienza.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione di opuscolo informativo per cittadini stranieri, in più lingue.

Altro:

· Attività svolte dall'Ufficio stranieri, condotto dal coordinatore ANOLF Ahmed Bendahmane per informazioni generali; consulenza ed assistenza per pratiche di regolarizzazione, di rinnovo di permesso e richiesta di carta di soggiorno, per pratiche medico-legali, per controversie di lavoro; servizi di mediazione linguistica e di mediazione interculturale; traduzioni su richiesta di Enti ed Uffici pubblici; supporto all'azione sindacale a favore dei cittadini stranieri delle Categorie CISL.

· Componente del Consiglio territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n. 394/99).

· Collaborazione con l'Associazione "Fiorenzuola Oltre i Confini";

· Affiliazione all'ANOLF dell'Associazione bosniaca "Bosnia Oltre i Confini";

· Instaurazione di rapporti con altre Associazioni ed Unioni di cittadini stranieri, attivi nella Provincia.

Sezione provinciale di Ravenna

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione e aggiornamento per tutti gli operatori tecnici e responsabili sindacali di categoria che operano sul territorio.

· Corso di formazione rivolto a donne emarginate e in difficoltà, per aiutarle poi nella ricerca di un'attività.

Iniziative con le istituzioni:

· Promozione e partecipazione ai diversi incontri e iniziative organizzati dalle Istituzioni territoriali (Questura, Comune, .….).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS di Ravenna e Faenza nelle segnalazioni per centri di accoglienza e nello studio di problemi che si presentano sul territorio.

· Continuazione dei quattro progetti realizzati con il contributo che le Fondazioni bancarie assegnano alle Provincie o alle strutture territoriali: uno sull'indagine dei bisogni abitativi, uno sulla creazione di un'agenzia per la gestione del problema casa, uno sulla questione giovanile e il rapporto tra giovani e volontariato, l'ultimo sul tema dell'immigrazione alla luce della nuova legge.

Pubblicazioni:

· Si sta lavorando per rendere costante una presenza dell'ANOLF (con articoli e interventi) nei giornali periodici del sindacato CISL .

Attività di solidarietà:

· Componente del tavolo di lavoro con le associazioni del territorio che lavorano ai problemi degli immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· L'ANOLF è stata promotrice della costituzione di una associazione di albanesi presente sul territorio, che poi è stata regolarmente registrata.

· Lavoro molto intenso per coinvolgere di più il sindacato territoriale CISL e le categorie nel sostegno a livello organizzativo dell'ANOLF in 3 zone del territorio, attraverso convenzioni e collaborazioni, per lavorare molto più in sinergia.

Sezione provinciale di Reggio Emilia

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione nell'organizzazione del "Campionato mondiale antirazzista", con la partecipazione di circa 200 squadre espressione di comunità e associazioni rappresentative di molti paesi europei ed extra-europei, manifestazione tenutasi a Montecchio Emilia nel mese di luglio.Tutto questo in collaborazione con la Regione, la Provincia, il Comune e "ISTORECO" di Reggio Emilia.

· Promozione di momenti ludico-sportivi volti all'integrazione delle famiglie extracomunitarie con il patrocinio dei Comuni di volta in volta coinvolti.

· E' proseguito il sostegno e la concreta partecipazione al progetto, promosso dalle Provincie di Modena e Reggio Emilia e dal Comune di Forlì, denominato "Madreperla" per il sostegno delle donne straniere impegnate nell'assistenza familiare (badanti).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Attività di informazione delle strutture che operano sul territorio e collaborazione con la CARITAS reggiana, con il CE.I.S (centro di solidarietà) di Reggio Emilia e con le diverse associazioni di immigrati presenti sul territorio.

· E' stato dato un impulso maggiore per rafforzare i servizi di accoglienza agli immigrati, attraverso una capillare presenza degli sportelli ANOLF anche su tutto il territorio della provincia.

Pubblicazioni:

· Volantini e manifesti (nelle lingue dei gruppi di stranieri maggiormente presenti sul territorio reggiano) per la pubblicizzazione dei servizi offerti dall'Associazione e delle iniziative promosse.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri e sull'inserimento scolastico.

· Coordinamento di attività politico-legale volta alla positiva soluzione di penose situazioni venutesi a creare in corso di regolarizzazione (l. Bossi-Fini).

· Membro della Consulta provinciale e comunale per l'immigrazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· E' proseguita l'attività di sostegno legata alle procedure di regolarizzazione previste dalla legge Bossi-Fini, in collaborazione con ACLI e CARITAS.

· Organizzazione, insieme ad altre associazioni impegnate nella promozione dei diritti degli immigrati, di alcune serate e vari incontri nei diversi comuni della provincia per spiegare le normative in materia di diritti e doveri degli immigrati e le prospettive per il futuro.

Sezione provinciale di Rimini

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Avviato uno studio, insieme con il sindacato CISL regionale e lo IAL nazionale, per un progetto di formazione in Senegal. Il progetto è in fase di stesura e si spera di renderlo operativo nel 2004.

· Sono state tenute lezioni - presso il Centro di Formazione Professionale "Zavatta" di Rimini - a più di 65 extracomunitari che partecipavano a corsi per apprendisti, riguardanti le procedure di regolarizzazione e le normative presenti sui posti di lavoro.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti e collaborazione con tutti le Istituzioni e gli Enti locali della provincia.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a diversi incontri con la comunità albanese.

· L'ANOLF ha fatto da tramite in un progetto realizzato poi da ISCOS e AMOA, un'associazione di medici oculisti di Bologna, che ha messo in piedi un piccolo ospedale oftalmico a M'Bour, vicino a Dakar. Poiché il progetto riguardava la cooperazione l'ANOLF ha coinvolto nella gestione l'ISCOS (dicembre).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione (con l'apertura di uno sportello), medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n°394/99).

· Sportello informativo per gli extracomunitari presso la sede del sindacato CISL, aperto quattro pomeriggi la settimana con 2 operatori ANOLF.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale TOSCANA

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione ai diversi convegni, tavole rotonde, dibattiti, incontri e seminari con il mondo della scuola e Università sulla problematica dell'immigrazione.

· Partecipazioni ai seminari, incontri organizzati dalle istituzioni in materia di post regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Coordinamento con le strutture territoriali.

Pubblicazioni:

· Giornale mensile "Intercultura" con le diverse traduzioni nelle seguenti lingue: arabo, inglese, cinese, spagnolo, albanese e francese.

· Creazione di un sito Internet su tutte le problematiche, la legislazione e il fenomeno immigratorio in Toscana, autogestito e realizzato grazie al finanziamento della Regione e dell'ANOLF Toscana.

Attività di solidarietà:

· Organizzate a livello regionale e territoriale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche legate all'immigrazione, alle domande di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati, informazione sui diritti e doveri.

· Consulenza legale a tutte le ANOLF della Toscana e agli immigrati.

Sezione provinciale di Arezzo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Approvazione del progetto "Un territorio per tutti e valorizzazione della cultura di origine", al quale l'ANOLF aderisce, anche con un apporto economico di Euro 600 e con un supporto logistico, in particolare nelle politiche del lavoro, della casa e nel sostegno alla cultura d'origine. All'interno del suddetto progetto sono previsti Corsi per bambini sulle culture e lingue d'origine (albanese, rumena, araba e cingalese) per un totale di euro 19.000,00 (partiranno entro il primo semestre del 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· "Centro di ascolto" per l'integrazione con il Comune e la Provincia.

· Continua la collaborazione con la Provincia nei diversi progetti sull'immigrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con l'Associazione "Donne Insieme" per l'assistenza a mamme e bambini in difficoltà.

Pubblicazioni:

· Articoli nel mensile "Intercultura: informazione sindacale per gli immigrati" in italiano e con traduzione in albanese, inglese, francese, arabo, cinese e spagnolo.

Attività di solidarietà:

· Continua l'assistenza gratuita sulle autorizzazioni al lavoro e interventi, in caso di difficoltà, presso le nostre ambasciate estere al fine di completare le pratiche (in particolare per i somali).

· Collaborazione con l'OIM e la Dott.ssa Simona Moscarella, per gli interventi in Addis Abeba.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Assistenza fiscale per gli immigrati (dichiarazione dei redditi).

Sezione provinciale di Firenze

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione del Copresidente al Campo Scuola di Principina Terra (GR), tra fine giugno e inizio luglio, organizzato dall'ANOLF nazionale.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione continua con la Provincia, il Comune ed i Comuni della cintura di Firenze attraverso la partecipazione alla Conferenza Permanente in materia d'immigrazione della Provincia di Firenze (di cui è membro esecutivo).

· Collaborazione continua sia con la Prefettura che con la Questura.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS per le segnalazioni degli immigrati e con la "Casa Sant'Agostino" per l'accoglienza delle ragazze straniere, che poi fanno formazione per l'avviamento al lavoro.

· Collaborazione con il centro "Giorgio La Pira", che segue tutti gli studenti anche fino alla laurea.

Pubblicazioni:

· Volantini con informazioni sui nostri servizi e su alcune novità della normativa in materia d'immigrazione.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a feste delle varie comunità presenti sul territorio.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Collaborazione con il Volontariato d'area cattolica che opera sul territorio fiorentino.

· Adesione alla manifestazione per la richiesta di alcune modifiche alla nuova legge sull'immigrazione.

· Organizzazione, d'intesa con l'Assessorato del Comune di Firenze, del "Torneo Multietnico" con la partecipazione delle diverse comunità d'immigrati presenti sul territorio.

· Richiesta alla Prefettura di far inserire l'ANOLF, con il suo rappresentante, nel Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

· Potenziamento massimo degli sportelli (tutte le mattine e qualche pomeriggio della settimana) con 4 operatori in lingua madre che parlano diverse lingue (rumeno, moldavo, albanese, russo, francese, somalo, inglese e vari idiomi come il kinyarwanda ruandese, il swahili dell'est dell'Africa e il kirundi del Burundi).

Sezione provinciale di Grosseto

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di alfabetizzazione e di informatica rivolto a 20 extracomunitari organizzato in collaborazione con l'Ente bilaterale del Turismo di Grosseto.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con la Questura (Ufficio stranieri) per i problemi degli immigrati.

· Partecipazione attiva, con lo Sportello informativo per cittadini extracomunitari d'area vasta "Il Ponte", realizzato dalla Provincia.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS e con alcune parrocchie di Grosseto.

Pubblicazioni:

· Volantini e manifesti con lo scopo di far conoscere la nostra organizzazione ed i servizi che la stessa offre.

Altro:

· Informazione e disbrigo per la compilazione delle pratiche relative ai rinnovi dei permessi di soggiorno, ai contributi da versare e ai contratti di lavoro,….

· Assistenza per la compilazione e il disbrigo delle pratiche relative alla disoccupazione INPS.

· L'ANOLF ha proseguito il suo impegno per relazioni e consulenze sulla tematica relativa alla normativa sul rinnovo dei permessi di soggiorno, in iniziative organizzate da varie associazioni di immigrati della zona (Follonica, Massa Marittima, Argentario) per spiegare sia ai lavoratori che ai datori di lavoro quali sono le procedure giuste da seguire.

Sezione provinciale di Livorno

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione del progetto di un Corso di formazione (sia per immigrati che per italiani) per operatori di assistenza domiciliare, in collaborazione con lo IAL. Lo stage è stato realizzato presso le RSA (Residenze Sanitarie e Assistenziali) e lo scopo del progetto è quello di costituire nel 2004 una cooperativa sociale, non a scopo di lucro, costituita da figure professionali nuove, quelle di "operatori familiari" che fanno da tramite tra la famiglia e l'assistito.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione, presso l'URP della Prefettura, per la durata del dopo regolarizzazione, con assistenza e consulenza per gli immigrati. La Copresidente immigrata cura lo Sportello informativo, di consulenza e assistenza per il disbrigo pratiche presso la Prefettura stessa, facendo da tramite tra l'ANOLF e quest'ultima.

Pubblicazioni:

· Spedizione del supplemento di "Domani" periodico del sindacato CISL, "Intercultura" a tutti gli iscritti ANOLF e alle istituzioni e associazioni.

Attività di solidarietà:

· Fondo di solidarietà per gli immigrati in situazioni estreme di bisogno.

· Contributi per attività culturali, del tempo libero alle varie etnie presenti in città.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Collaborazione con i rappresentanti immigrati delle comunità più rappresentative (tra cui senegalese, marocchina e peruviana) per i festeggiamenti estivi.

· Partecipazione alle manifestazioni del "Comitato per la pace" ed a varie altre iniziative.

· Iniziativa in collaborazione con l'ALAI ("Incontro lavoro") per la gestione di curriculum per l'inserimento nel mondo del lavoro (lavoro interinale, co.co.co., …)

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n. 394/99).

· A fine anno si è instaurata una collaborazione con una neo laureata in Giurisprudenza (che ha fatto una tesi proprio sulla "Bossi-Fini"), che ha dato la sua disponibilità come volontaria per fare consulenza generica, in previsione di occuparsi anche del problema casa.

Sezione provinciale di Lucca

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Organizzazione di un Corso di alfabetizzazione e di informatica con lo IAL.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con la Provincia in quanto membri del Forum dell'Immigrazione; il nostro Co-presidente territoriale è il coordinatore aggiunto della Provincia.

· Periodici incontri con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Incontri periodici con la Questura per risolvere i vari problemi connessi al rinnovo dei permessi di soggiorno.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi, stampati in proprio e poi divulgati, sui servizi offerti dall'ANOLF.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a feste organizzate dalle varie comunità di immigrati presenti sul territorio.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti e doveri.

· Informazione ed assistenza per le pratiche di post-regolarizzazione degli immigrati.

· Componente del Consiglio territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi dell'art.57 D.P.R. n. 394/99).

Sezione provinciale di Massa Carrara

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Questura per i numerosi problemi relativi ai permessi di soggiorno.

· Incontri con la Prefettura per collaborare con l'Ufficio territoriale del governo.

· Partecipazione al Consiglio Territoriale per l'immigrazione in qualità di invitati.

· Collaborazione saltuaria con l'Ufficio immigrati del Comune (il giovedì o anche la domenica).

Pubblicazioni:

· Volantini e manifesti per pubblicizzare i servizi e le nostre iniziative(distribuiti anche nei luoghi di lavoro degli immigrati).

Attività di solidarietà:

· Incontri frequenti con la comunità marocchina, molto presente sul territorio (250 iscritti).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazioni sui diritti e doveri.

· Assistenza e tutela nella fase di regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Assistenza nei rapporti con i singoli datori di lavoro dei nostri iscritti.

Sezione provinciale di Pisa

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso d'alfabetizzazione informatica per extracomunitari.

Iniziative con le istituzioni:

· Con l'Amministrazione provinciale, organizzazione della festa per la fine del Ramadam con la partecipazione dell'Ambasciatore e del Console tunisini in Italia.

· Realizzazione del "Progetto emersione" presentato lo scorso anno alla Conferenza dei sindaci dell'Area pisana per l'erogazione di contributi alle famiglie che hanno provveduto alla regolarizzazione di una badante extracomunitaria (l'ANOLF pisano è stato il soggetto attuatore nella distribuzione dei contributi).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Assistenza e consulenza nelle pratiche d'immigrazione.

Pubblicazioni:

· Predisposizione di software per il calcolo dei contributi e del TFR nel post-regolarizzazione dei lavoratori extracomunitari.

· Scheda informativa per le famiglie che hanno regolarizzato una colf o badante sugli adempimenti da compiere dopo la presentazione della domanda d'emersione.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Pistoia

Iniziative con le istituzioni:

· Convenzione con la Questura (effettuata anche in collaborazione con CGIL-CISL-UIL) al fine di smaltire le file per il rinnovo dei permessi di soggiorno. L'ANOLF dà consulenza e assistenza agli immigrati nella compilazione di tutta la modulistica e, con una lettera di presentazione, la trasferisce alla Questura che valuterà le richieste per gli eventuali rinnovi.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la Caritas, con la parrocchia di Torricchio del Comune d'Ussano e con altre associazioni presenti sul territorio.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche, non solo medico - legali, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza agli immigrati per le pratiche di regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Collaborazione con le altre associazioni delle comunità degli immigrati presenti sul territorio.

· Ricostituzione di tutti gli organismi direttivi dell'Associazione a fine novembre.

Sezione provinciale di Prato

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Adesione al progetto territoriale, assieme ad altre associazioni, offrendo il supporto logistico e formativo a favore del Corso gratuito d'alfabetizzazione per gli immigrati.

· Partecipazione di alcuni operatori al corso dell'ANOLF nazionale a Principina Terra (GR).

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione attiva a tutte le iniziative in materia d'immigrazione organizzate dalle istituzioni territoriali, regionali e nazionali.

· Incontri periodici con Provincia, Comune, Questura e Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con lo sportello Caritas e con il Comune di Prato.

Pubblicazioni:

· Volantini mensili in lingua cinese ed italiana contenenti informazioni e pubblicizzazione dei nostri servizi.

· Realizzazione del TG multietnico.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di un torneo di calcio a 5 dal titolo "Un goal per la pace", con squadre miste di organizzazioni che aderiscono al coordinamento "pro pace" in Palestina.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico -legali, informazioni sui diritti e doveri.

· Assistenza per le pratiche di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Lavoro molto intenso di consulenza agli immigrati in sinergia con INAS, CAAF, SICET, ADICONSUM, Ufficio vertenze, le categorie del sindacato CISL, l'Ufficio della contabilità per le imprese di immigrati e "Incontro Lavoro".

Sezione provinciale di Siena

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione del progetto A.N.E.I.S.(Azioni Nuove per Extracomunitari Integrati nel Sociale), in collaborazione con lo IAL Toscana, la Questura, la Prefettura, il Comune e la ASL n.7, svolto in attuazione del piano d'intervento della Formazione professionale della Provincia. Il Corso ha formato 12 mediatrici culturali, di diverse etnie, che hanno svolto uno stage presso gli enti promotori dello stesso progetto. C'è stato un seminario conclusivo, con la consegna dell'attestato alle allieve, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il Vice Questore aggiunto del Ministero dell'Interno, Dott. Marcello Iurato, ed il Presidente nazionale ANOLF, Oberdan Ciucci (2 ottobre).

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con le Autorità locali insieme agli immigrati presenti sul territorio.

· Incontri periodici e collaborazione con Prefettura, Questura e INPS per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sulle nostre iniziative e i nostri servizi per gli immigrati, distribuiti negli uffici pubblici.

· Pubblicazione, ad uso interno, di documenti e lavori eseguiti dalle allieve del Progetto A.N.E.I.S. .

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di un Torneo di calcio di beneficenza che ha visto contrapposte squadre delle associazioni d'immigrati, presenti sul territorio, e quella della Polizia di Stato, con alcuni operatori di Prefettura e Guardia della Finanza.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale MARCHE

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Organizzazione di un Corso di formazione regionale per circa 35 volontari e collaboratori della Associazione, impegnati negli Sportelli territoriali sulle normative per l'immigrazione, tenutosi a Grottammare il 23 e 24 Maggio 2003.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione ai Corsi di formazione e seminari promossi e tenuti dall'INPS regionale nelle singole province, nell'ambito del Progetto BUONGIORNO.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con il sindacato inquilini SICET e con altri soggetti pubblici e privati per il servizio di domanda ed offerta abitativa a favore degli immigrati, in quanto soggetti più deboli sul mercato delle locazioni.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti e doveri.

· Creazione di nuovi sportelli zonali e potenziamento di quelli già esistenti nei capoluoghi di provincia.

· Partecipazione alla Conferenza regionale sull'Immigrazione di San Benedetto del Tronto, con allestimento di uno Stand espositivo.

· Partecipazione al Meeting Internazionale sull'Immigrazione di Loreto a fine Luglio, con allestimento di uno Stand espositivo.

Sezione provinciale di Ancona

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Collaborazione con Informagiovani e IAL per la partecipazione e la gestione dei Corsi di formazione professionale rivolti agli immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con Questura e Prefettura per i problemi inerenti alla regolarizzazione, in collaborazione attiva con il Consiglio Territoriale e con lo sportello unico della Prefettura in occasione della regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione alle attività del Progetto Integ.R.A. (Equal - FSE con capofila il Comune di Ancona) per la prima accoglienza dei richiedenti asilo e del Progetto ETNICA (Equal - FSE con capofila la Provincia di Ancona) in relazione alle iniziative sul problema abitativo degli immigrati, sulle attività di mediazione culturale e sull'inserimento lavorativo.

· Consolidamento del servizio di raccolta delle domande/offerte di opportunità abitative in affitto in collaborazione con il Sindacato Inquilini SICET.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione di volantini informativi ed articoli sulla stampa locale in merito all'attività dell'Associazione ed ai problemi più attuali di interesse comune.

Altro:

· Notevole incremento dell' attività ordinaria negli Sportelli informativi di Ancona (aperto mattino e pomeriggio dal lunedì al venerdì, con la collaborazione a tempo parziale di tre immigrate che, alternandosi nella gestione dello sportello, ne garantiscono l'apertura al pubblico per l'intera settimana), di Fabriano (il mercoledì mattino e pomeriggio con la collaborazione di un immigrato), di Jesi (il martedì pomeriggio), di Osimo (il giovedì pomeriggio avvalendosi della collaborazione di una immigrata) e di Senigallia (in occasione di alcune scadenze periodiche). Tali Sportelli sono stati prevalentemente impegnati nella assistenza e tutela agli immigrati in relazione alla applicazione della nuova legge, alle pratiche di regolarizzazione dei nuovi immigrati ed alla rimozione degli ostacoli incontrati nella loro integrazione.

· Assistenza previdenziale, fiscale e sindacale (in collaborazione con il CAAF, l'INAS e alcune categorie sindacali).

· Avvio di un servizio di raccolta domanda/offerta per il lavoro domestico e per la tutela dei diritti delle collaboratrici familiari.

Sezione provinciale di Ascoli Piceno

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di alfabetizzazione di lingua e cultura italiana nelle sedi di Ascoli Piceno e Porto S. Elpidio.

· Corso di informatica di base nella sede di Ascoli Piceno.

· Corso di formazione per operatori e volontari ANOLF.

Iniziative con le istituzioni:

· Accreditamento dell'ANOLF negli ambiti territoriali e sociali.

· Mantenimento delle relazioni per lo Sportello informa immigrati nei Comuni di Ascoli Piceno, Porto S. Elpidio, S. Elpidio a Mare, Monte Urano e Montegranaro.

· Incontri di sensibilizzazione nelle scuole del territorio.

· Realizzazione del progetto "Integra" di ricerca sulla situazione abitativa in alcuni comuni del territorio (38 per l'esattezza) di competenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Il progetto ha permesso anche la realizzazione di un sito internet con chat e la possibilità di avere risposte in diretta e utile per le informazioni sull'immmigrazione che riporta.

· Realizzazione di un progetto di ricerca, in collaborazione con la Provincia e con il contributo del Fondo Sociale Europeo, dal titolo "Gli immigrati in Provincia" sulla situazione degli immigrati nel territorio, per neolaureati.

· Promozione di una lista per l'elezione di un consigliere aggiunto provinciale; il lavoro svolto dal gruppo di lavoro ha portato all'elezione del candidato dell'ANOLF.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Funzionamento degli Sportelli d'orientamento ed informazione presso le nostre sedi territoriali (Fermo, San Benedetto e Ascoli Piceno).

· Gestione del progetto "Casa Italia", di cui l'ANOLF è capofila, in collaborazione con il Centro Servizi per il volontariato per la messa in rete delle associazioni di volontariato che svolgono attività in favore degli immigrati.

Pubblicazioni:

· Elaborazione e pubblicazione della ricerca svolta con il progetto "Integra".

· Elaborazione dei dati della ricerca del progetto "Gli immigrati in provincia" (di prossima pubblicazione a cura della Provincia stessa).

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con l'ISCOS per alcune sue iniziative.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche amministrativo - legali (rilascio e rinnovo permessi di soggiorno), informazione sui diritti e doveri e sul post-regolarizzazione.

· Funzionamento degli Sportelli servizi nei Comuni di: Ascoli Piceno, Porto S. Elpidio, S. Elpidio a Mare, Monte Urano e Montegranaro (contattati più di 1.000 utenti).

· Componente del Consiglio territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Attivazione di un servizio di assistenza legale nella sede di Fermo (ma disponibile se c'è la necessità anche nelle altre sedi).

Sezione provinciale di Macerata

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione e partecipazione ad un Corso sulle normative dell'immigrazione con il Centro servizi per il volontariato (CSV).

· Corsi di sei lezioni per gli studenti dell'Istituto professionale statale di Corridonia con indirizzo sociale sui temi dell'immigrazione.

· Partecipazione ad un Corso residenziale regionale per operatori ANOLF tenutosi a Porto S. Elpidio (23-24 Maggio).

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alla 1° Conferenza Regionale sull'immigrazione (7 giugno).

· Partecipazione al Meeting Internazionale sull'Immigrazione di Loreto dal 28 luglio al 3 agosto.

· Rapporti costanti con la Prefettura sul post-regolarizzazione.

· Partecipazione ai Tavoli immigrazione (Ente istituzionale previsto dalla legge per gli ambiti sociali dei Comuni delle Marche) per la provincia di Macerata.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Rapporti molto intensi con la CARITAS e con l'Associazione Giovanni XXIII (di Don Benzi per la lotta alla prostituzione).

Pubblicazioni:

· Sito Internet amatoriale http://digilander.libero.it/rait/anolfmc.htm

· Vari articoli sulla stampa locale.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con le associazioni del Centro d'ascolto CARITAS, Associazione Papa Giovanni XXIII ed altre.

· Feste e iniziative volte all'integrazione dei soci immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 DPR n° 394/99).

· Sportello informativo presso i Comuni di Civitanova Marche (presso l'URP) e di Potenza Picena (presso lo Sportello sanitario).

Sezione provinciale di Pesaro

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di alfabetizzazione informatica per donne immigrate con l'intervento del Fondo Sociale Europeo( 3 mesi).

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione continua con la Prefettura, il Comune (Assessorato ai servizi sociali - con cui si è presentato un gruppo di lavoro denominato "Coordinamento d'ambito" ), la Questura e la Provincia.

· Organizzazione, in collaborazione con la CARITAS e Migrantes, di un convegno dal titolo "Tendenze e prospettive dell'immigrazione in Italia e nella Regione" al quale hanno partecipato anche il Questore ed il Prefetto.

· Organizzazione di un'iniziativa sull'immigrazione nella provincia di Rimini, in collaborazione con la Provincia di Rimini e con altre Istituzioni locali.

· Rapporti e collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza e Sociologia dell'Università di Pesaro e Urbino.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS e con i Centri d'accoglienza presenti sul territorio.

· Finanziamento del progetto "Casa per gli immigrati" con il Comune, in applicazione di quanto previsto nella legge regionale n. 30 in materia di diritto alla casa (beneficiarie 10 famiglie immigrate).

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sui servizi offerti dall'Associazione.

· Interventi pubblici in sedi istituzionali, relazioni, articoli sulla stampa locale.

Attività di solidarietà:

· Interventi economici in alcuni casi estremi.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Lavoro molto intenso per far entrare il delegato ANOLF nel Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale UMBRIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Supporto al Progetto interculturale (linguistico e psicologico) nelle scuole di Umbertide, Perugia, Todi e Foligno.

· Docenza (Comunità per salute mentale) in collaborazione con l'ASL 2 di Perugia, la Regione e la Coop.ASAD.

· Docenza nel liceo classico di Spoleto su immigrazione e micro - conflitti.

Iniziative con le istituzioni:

· Siglato un protocollo d'intesa con la Cooperativa ASAD per la formazione (l'accordo prevede che i loro operatori facciano formazione presso l'ANOLF, mentre la Cooperativa si impegna ad inserire all'interno di essa operatori ANOLF).

· In accordo con le scuole dei Comuni di San Giustino, Umbertide e Pietralunga si è effettuata la traduzione delle pagelle dei bambini stranieri.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi in collaborazione con le categorie (soprattutto gli edili, la FAI e i Pensionati, questi ultimi per ciò che riguarda colf e badanti).

· Curata la traduzione del volantino informativo dell'INAS nazionale.

· Interviste e interventi su tv e giornali locali.

· In collaborazione con il Comune di Costacciaro l'ANOLF ha curato la traduzione di una guida scolastica per i genitori stranieri.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione di 3 serate etniche, musicali e culinarie, in collaborazione con la Coop Centro Italia (ottobre-dicembre).

· Organizzazione di una serata animata da ragazzi, artisti di strada, della Romania.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti e doveri e sul dopo regolarizzazione.

· Apertura dello Sportello ANOLF a Città di Castello.

· Gestione, in compartecipazione con la CISL (dopo un corso formativo per operatori sindacali), CARITAS ed altri enti del servizio per l'assistenza alle badanti e, con l'INPS, per il disbrigo pratiche.

Sezione provinciale di Perugia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Supporto e sostegno ai Corsi di formazione organizzati dalla Sezione territoriale di Perugia in collaborazione con lo IAL - CISL (di cui quattro di lingua italiana e nove d'alfabetizzazione informatica).

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione.

· Collaborazione con il Comune di Gubbio (docenza) sull'immigrazione.

· Docenza, sempre sul tema dell'immigrazione, presso il Liceo Linguistico di Perugia.

· Promozione della Consulta Comunale dei cittadini extracomunitari nel Comune di Umbertide.

· Collaborazione per un convegno organizzato dalla ONG "Ricerca e Cooperazione" nel Comune Città di Castello riguardante un rapporto sull'Islam nel Mediterraneo.

· Collaborazione con la ONG "UCUDEP" per l'allestimento di uno scaffale dedicato alla multicultura nella biblioteca del Comune di San Giustino.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con i Comuni di Perugia e Marsciano, con CIDIS ALISEI (un'organizzazione non governativa) al "Progetto casa" riguardante il problema casa per gli immigrati.

Pubblicazioni:

· Traduzione in lingua araba del testo della nuova legge sull'immigrazione.

· Spazio su un giornale cattolico "Insieme" del comune di Umbertide, il copresidente immigrato fa parte della redazione.

Attività di solidarietà:

· Contributo per l'iscrizione al Campionato UISP squadra di calcio multietnica Les Widia.

· Supporto linguistico - psicologico agli studenti stranieri nelle zone dell'Alta Valle del Tevere, Perugia, Bastia Umbra, Foligno e Todi.

· Interventi sulla cultura araba e le sue usanze e tradizioni insieme con i Centri estivi del Comune di Gubbio (una settimana) e di Umbertide (costante).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Spazio autogestito ANOLF alla Radio Comunità Cristiana d'Umbertide.

· Coordinamento della giornata delle Associazioni Marocchine in Umbria con la presenza del Consigliere dell'Ambasciata in Italia.

· Apertura del nuovo sportello ANOLF a Città di Castello.

· L'ANOLF ha il coordinamento per la mediazione culturale sul territorio, di cui è responsabile il copresidente immigrato e, su questo fronte, collabora con altri enti presenti nella zona.

Sezione provinciale di Terni

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione al progetto "The work for integration" dell'Associazione di volontariato "S. Martino" Misura A1 2003 per formare operatori per la successiva apertura di uno Sportello di orientamento informativo per stranieri; l'ANOLF ha inserito come operatore una ragazza ucraina (4 ore).

Iniziative con le istituzioni:

· L'Associazione è stata inserita nella Consulta degli Immigrati del Comune.

· Incontri periodici con la Prefettura, la Questura, l'INPS e l'Ufficio del lavoro per il disbrigo delle pratiche di permessi di soggiorno e di post-regolarizzazione.

· Partecipazione ad un progetto inserito nel Piano Sociale territoriale dell'Umbria, per l'apertura di un Ufficio di cittadinanza. Al progetto hanno partecipato, oltre all'ANOLF, ACLI, CARITAS e molti altri Enti presenti sul territorio (cooperative per disabili, …).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione continua con la CARITAS, che cura la prima accoglienza.

Pubblicazioni:

· Interviste e comunicati stampa sui giornali locali.

· Volantinaggi, in Questura e in altri luoghi, per pubblicizzare i servizi offerti dall'ANOLF e dare spiegazioni sui problemi più frequenti.

Attività di solidarietà:

· Organizzazione con CGIL, ARCI e ACLI di feste multietniche con le varie comunità di immigrati presenti sul territorio (senegalesi in particolare) con cene con degustazione di pietanze tipiche (svolte in genere di domenica).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza e orientamento nel post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Inserimento formale nel Forum del Terzo Settore.

· Aggiornamenti del sito internet dell'ANOLF di Terni.

· Creazione di un punto d'incontro tra domanda e offerta, dove si fornisce assistenza tecnica soprattutto per i datori di lavoro (contributi INPS,….).

· Inserimento nello staff dell'ANOLF di una ragazza italiana, che ha fatto presso l'ANOLF uno stage e che poi ha dato una grossa mano nel periodo della regolarizzazione e del suo seguito.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale LAZIO

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Progetto Equal PO.INT. in partenariato con la Provincia di Roma, la Fondazione Don Gnocchi Onlus, che coordina, organizzazioni sindacali e datoriali ed altri Enti ed associazioni con l'obiettivo di predisporre una strategia complessiva di lotta all'esclusione e per un'integrazione, a partire dai servizi per i soggetti deboli. L'ANOLF Lazio, cura l'azione verticale 5 del progetto, relativa agli immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Con la Regione, anche quest'anno, organizzazione e gestione della Colonia estiva per i figli dei lavoratori immigrati.

· Membro del "Tavolo Unico Regionale di Coordinamento sull'immigrazione".

Altro:

· Partecipazione a diversi convegni, seminari e conferenze riguardanti il mondo dell'immigrazione.

· Membro del Forum Permanente del Terzo settore regionale.

Sezione provinciale di Frosinone

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso per mediatori culturali, con 4 operatori volontari ANOLF, presso l'Università di Cassino.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione, tramite operatori ANOLF, con il Centro provinciale per l'integrazione sociale della Provincia di Frosinone, di cui l'ANOLF è membro fondatore.

· Rinnovo della convenzione ASL Frosinone e ANOLF per la gestione del consultorio multietnico.

· Collaborazione con l'Università degli studi di Cassino (offerta sportelli ANOLF per lo stage dei corsisti).

· Accordo con l'Università "Roma Tre" per lo stage di studenti.

· Presentazione al Comune di un progetto per la tutela dei minori stranieri non accompagnati.

· Presentazione di un progetto all'Amministrazione provinciale per il finanziamento dello Sportello ANOLF di Frosinone per l'anno 2004.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Natale multietnico 2003 per i bambini stranieri.

· Collaborazione con la Casa famiglia di Ceprano, Giuliano di Roma e Frosinone.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione della seconda edizione "L'immigrazione in provincia di Frosinone", con la collaborazione del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione e dell'Amministrazione provinciale.

Attività di solidarietà:

· Vigilia di Natale del direttivo ANOLF con la comunità "Il piccolo rifugio" di Ferentino per persone disabili.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazioni sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Latina

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Progetto d'alfabetizzazione ed orientamento base per gli immigrati residenti nel territorio della provincia.

· Progetto "CUEIM" - Centro di servizi per l'immigrazione. Realizzato a Latina.

· Progetto a favore della popolazione immigrata: Comune di Cori.

· Progetto a favore della popolazione immigrata: Comune di Cisterna.

· Servizio informa immigrati, mediazione culturale, Comune di Latina (coordinamento sportelli).

· Progetto "Equal/SPES" , interventi a favore dell'inclusione sociale. Realizzato nella provincia.

· Progetto di intercultura (V Circolo Didattico).

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporto costante con la Prefettura (sportello polifunzionale), Questura (gestione sportello informativo), Dipartimento provinciale del Lavoro, ASL, Scuole, Tribunale.

· Servizi di mediazione negli enti locali - collaborazione con i servizi sociali.

· Promozione e compimento delle iniziative proposte dal Consiglio Territoriale.

· Collaborazione con la Provincia, coordinamento Centri per l'Impiego.

· Campagne informative e di prevenzione sul tema Salute (ASL).

· Azioni, progetti, interventi di sensibilizzazione sulla tematica dell'interculturalità, mediazione culturale, sostegno linguistico presso le Scuole.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Progetto d'accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo (Programma Nazionale Asilo - Comune di Sezze - ANOLF sezione zonale).

Pubblicazioni:

· Prontuario legislativo per i collaboratori ANOLF, gli operatori INAS, del sindacato CISL e dei suoi enti coinvolti.

Attività di solidarietà:

· Orientamento al sostegno erogabile (enti, volontariato, associazioni).

· Singoli interventi a favore delle persone in stato d'estremo bisogno.

· Raccolta e distribuzione di vestiti, medicinali, alimenti per bambini (in collaborazione con le categorie, delegati del sindacato CISL, aziende e privati).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Coordinamento attività associazioni etniche aderenti all'ANOLF.

· Supporto alla cooperativa degli immigrati "Terra di solidarietà".

· Partecipazione alla programmazione istituzionale, rappresentanza presso il Forum del Terzo settore in qualità di membro del Direttivo.

· Partecipazione all'azione della Regione a favore dell'infanzia - Centro estivo per gli figli degli immigrati a Campo di Mele.

Sezione provinciale di Rieti

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione per gli immigrati di "taglio e cucito".

· Corso gratuito d'alfabetizzazione per gli immigrati.

· Corso di aggiornamento per operatori di sportello.

· Stage formativi per donne immigrate con successivo inserimento lavorativo, effettuati con fondi avuti da una convenzione con il Comune.

Iniziative con le istituzioni:

· Organizzazione di diversi incontri, seminari in materia d'immigrazione e regolarizzazione, insieme alle istituzioni territoriali.

· Rapporti continui con la Questura, la Prefettura, il Comune e la Provincia per risolvere alcuni problemi sui permessi di soggiorni dei nostri soci e per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione.

· Interventi come mediatori linguistici presso il Tribunale e la Questura.

· Progetti di intervento con azioni in ambito interculturale come mediatori e supporto di sostegno linguistico con le scuole locali.

· Realizzazione del progetto "Crescere insieme", in collaborazione con il Circolo didattico di Antrodoco, che si è concluso anche con la stesura di libri di favole.

Pubblicazioni:

· Diffusione del manuale per la regolarizzazione dei lavoratori immigrati (colf, badanti e lavoratori dipendenti) e di volantini informativi sull'attività e servizi offerti dall'ANOLF.

· Partecipazione con interventi e interviste alla televisione locale e comunicati stampa.

Attività di solidarietà:
· Centro estivo ricreativo per i bambini stranieri.

· Rassegna cinematografica.

· Costituzione di una cooperativa per le donne immigrate.

· Servizi di mediazione culturale a richiesta.

· Organizzazione di feste multietniche.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Partecipazione alla colonia estiva 2003, organizzata dall'ANOLF regionale, per bambini stranieri ("Recupero identità").

· Assistenza fiscale dopo la regolarizzazione.

· Organizzazione di una mostra di pittura dal titolo "Arte-Ponte tra le culture"(fine dicembre).

· Attività molto intensa di potenziamento dello Sportello (con prossima apertura di una nuova sede, nel 2004, a Poggio Mirteto).

· Collaborazione con varie cooperative locali per la costituzione di cooperative per immigrati.

Sezione provinciale di Roma

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Esecuzione del progetto Equal POINT: l'ANOLF ha il compito specifico di curare l'avviamento al lavoro (organizzando nella propria sede incontri settimanali con gli immigrati interessati).

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione attiva a tutti gli incontri, seminari, convegni in materia d'immigrazione assieme alle Istituzioni locali, i Ministeri competenti, la Questura e la Prefettura.

· Protocollo d'intesa con l'ERPE (Ente romano della proprietà edilizia) per favorire il problema dell'abitazione degli immigrati; l'ANOLF ha il compito di garantire ed assistere i lavoratori immigrati che lavorano presso le singole famiglie dell'Ente; inoltre il SICET cura ed assiste gli inquilini ed i locatori nella giusta applicazione della legge in materia di contratti di locazione.

Pubblicazioni:

· Campagna e pubblicità per i servizi dell'ANOLF delle nostre sedi nella provincia.

Attività di solidarietà:

· Con l'Associazione ALIKA (associazione dei lavoratori indiani del Kerela) potenziamento dei servizi per i lavoratori indiani.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazioni sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Viterbo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Convenzione di tirocinio di formazione e orientamento con l'Amministrazione provinciale; la stessa ha permesso un tirocinio di formazione di 2 unità extracomunitarie per il periodo novembre-dicembre 2003.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri sull'immigrazione con varie Istituzioni locali.

Pubblicazioni:

· Attuazione della convenzione del progetto "rivista periodica", con il contributo regionale, per l'apertura di un punto d'informazione immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Componente della Consulta provinciale.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale ABRUZZO

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· 2 Corsi di aggiornamento professionale e di apprendimento della lingua italiana sono stati svolti con la collaborazione dello IAL e con il contributo della Provincia.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione a diversi incontri e dibattiti sull'immigrazione in Abruzzo e in Italia.

· Coordinamento con le strutture territoriali che sono in contatto con Questure, Ospedali , Provincie, Scuole, Comuni, Centri per l'impiego e con i Centri polifunzionali delle Prefetture, tramite 8 mediatrici culturali, formate dalla sede regionale 2 anni fa, di diverse nazionalità e con cultura a livello universitario; per le Scuole Elementari ci si avvale di un medico di nazionalità albanese, specializzata in ginecologia.

Pubblicazioni:

· Interventi su emittenti televisive regionali e sulla stampa locale.

Attività di solidarietà:

· Interventi rapidi per casi di estrema necessità.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico - legali, informazione sui diritti e doveri.

· Presenza nel Consiglio Emigrazione ed Immigrazione della Regione, che ha sede a l'Aquila, con un suo rappresentante che partecipa regolarmente alle riunioni semestrali e nello scorso anno ha dato la sua richiesta collaborazione alla revisione del nuovo progetto di legge della Regione. In virtù di questo incarico ha partecipato, nel mese di dicembre, al convegno "Stranieri in Abruzzo. Gli orientamenti normativi e la sfida dell'integrazione", organizzato dall'Assessorato alle Politiche Sociali ed al quale hanno preso parte le più alte cariche della Regione.

Sezione territoriale di Avezzano

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Prefettura per le pratiche di post-regolarizzazione.

· Partecipazione, con la Regione, a convegni sull'immigrazione presso le Comunità montane e i Comuni.

· Interventi con la Questura, l'INPS e l'Ufficio Provinciale del lavoro per il disbrigo delle pratiche dei nostri soci.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione, attraverso la partecipazione attiva, ai convegni organizzati, in materia, dalla CARITAS.

Pubblicazioni:

· Depliant informativi sulla campagna di raccolta fondi per l'Etiopia, con successivi manifesti informativi, con le foto dei bambini e con quelle del padre comboniano che mostra i lavori iniziati con i fondi raccolti.

Attività di solidarietà:

· Raccolta fondi per la realizzazione di un asilo a Goro (Etiopia). I fondi sono stati raccolti rinunciando ai regali di Natale che le aziende della zona ogni anno fanno a tutti gli iscritti.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale dell'Aquila

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di italiano per gli immigrati gratuito, in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università de L'Aquila.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione.

· Incontri con Questura, INPS, Ufficio Provinciale del Lavoro per pratiche di soggiorno, ricongiungimento familiare ed altro.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione, per le segnalazioni d'immigrati in difficoltà, con la casa d'accoglienza gestita dalle suore dell'ordine di Madre Teresa di Calcutta.

· Tentativo di realizzare un Centro di accoglienza in collaborazione con l'Assessorato agli Affari sociali del Comune.

Pubblicazioni:

· Locandine informative sull'attività dell'ANOLF, distribuite in luoghi pubblici d'affluenza degli immigrati.

· Distribuzione dei volantini informativi dell'ANOLF nazionale e del sindacato CISL con l'elenco dei servizi offerti da entrambi.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Contatti con altre realtà periferiche al fine di allargare le nostre sedi periferiche, in applicazione della legge regionale n. 285 in materia di Piano di area del programma economico - sociale.

Sezione provinciale di Chieti/Lanciano

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Organizzazione di un Corso di italiano per gli immigrati (400 ore) in collaborazione con lo IAL.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti costanti con la Prefettura, la Questura e tutti gli Enti locali (per particolari segnalazioni).

· Rapporti con il sindaco di Fossacesia per risolvere un problema relativo ad un gruppo di marocchini ambulanti.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Contatti con la CARITAS locale (partecipazione ad un'assemblea tenutasi a Lanciano).

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sui servizi offerti dall'ANOLF in francese, tedesco, polacco e spagnolo.

Attività di solidarietà:

· Aiuto fornito alla comunità marocchina per l'organizzazione della loro festa.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Pescara

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di informatica di base e di lingua italiana.

· Incontri formativi periodici sulla legislazione italiana per l'immigrazione.

· Viaggio-gita attraverso l'Abruzzo per 40 immigrati(uomini e donne) per la conoscenza della cultura e delle attività della regione.

· Progettazione di Corsi professionali e di aggiornamento con gli Enti di formazione professionale.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alle riunioni del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione presso la Prefettura.

· Collaborazione con l'Osservatorio per l'immigrazione presso la Provincia per la situazione degli immigrati nell'ambito provinciale.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Centro d'assistenza aperto tutti i giorni per la tutela dell'immigrato.

· Centro di intermediazione con gli uffici pubblici(Consolati, Prefettura, Provincia, Comuni, comunità Montane, scuole Pubbliche, Ufficio Provinciale del Lavoro, Centri per l'impiego).

· Partecipazione al progetto del Comune "Una casa per gli immigrati".

Pubblicazioni:

· Presenza molto ampia sulla stampa e nelle televisioni locali, dove i rappresentanti ANOLF sono stati invitati a incontri e dibattiti.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, consulenza legale (con avvocato in sede) sul diritto di famiglia, sulle tematiche del lavoro.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Teramo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso d'alfabetizzazione di lingua italiana, in collaborazione con una scuola professionale locale, gratuito (60 ore).

· Corso per informatica di base per immigrati, in collaborazione con una scuola professionale locale, gratuito (60 ore).

· Corso rivolto ai bambini arabi (figli di genitori arabi) per far conoscere e mantenere la loro cultura d'origine, in collaborazione con una scuola locale che ha messo a disposizione le aule.

Iniziative con le istituzioni:

· Concorso letterario e convegno (con un incontro anche nella sala polifunzionale della Provincia) organizzato con altre associazioni d'immigrati, rivolto agli studenti delle scuole superiori della provincia, presso il teatro comunale di Teramo (quinta edizione).

· Rapporti costanti con la Prefettura, la Questura e tutte le Istituzioni locali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Presentazione di un progetto per fornire accoglienza in maniera più concreta (anche con un centro predisposto) in collaborazione con la CARITAS (in fase di valutazione).

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sulle attività e i servizi offerti dall'Associazione.

Attività di solidarietà:

· Collaborazione con l'Associazione musulmana dell'Abruzzo, il cui Presidente è il Copresidente dell'ANOLF di Teramo, e organizzazione di varie iniziative con loro.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri e sulla regolarizzazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

Sezione Regionale MOLISE

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Adesione al progetto "Sintesi Sociale", sistemi di integrazione nell'economia sociale per immigrati, presentato dalla fondazione CESAR di Bologna nell'ambito del programma comunitario Leonardo 2002.

Iniziative con le istituzioni:

· Avviata collaborazione con l'Assessorato all'emigrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Assistenza in varie forme agli immigrati presenti nella nostra regione.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione di un articolo sulla rivista CISL "Via Ziccardi" per fare il punto sul lavoro fatto, ad un anno dalla nascita dell'ANOLF regionale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Lavoro molto intenso per la creazione della Sezione territoriale ANOLF di Termoli (CB), nata poi alla fine di settembre.

Sezione provinciale di Isernia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Collaborazione con lo IAL-CISL e la Provincia di Isernia per l'elaborazione di un progetto per un Corso di formazione per immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con tutte le Istituzioni locali.

· Accordo per un protocollo d'intesa con la Provincia (la bozza è stata preparata e inviata dal Copresidente ed è in attesa di firma, visto che la proposta era stata accolta favorevolmente).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Assistenza in varie forme agli immigrati presenti nella nostra provincia.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione alla giornata per le migrazioni "Argentina day", organizzata dalla Provincia (l'ANOLF è stata nel consiglio organizzativo della festa, insieme ad altre associazioni di volontariato).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Termoli

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di lingua italiana rivolto a 17 immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontro con il sindaco di Campomarino (dove sono presenti 100 nostri soci) per parlare dei problemi degli immigrati e della disponibilità del Comune (23 ottobre).

· Incontro con il Questore di Campobasso per velocizzare il rilascio dei permessi di soggiorno (19 dicembre).

· Avvio di un rapporto con gli Enti locali sui problemi legati al mondo dell'immigrazione (con lettere di presentazione dell'Associazione ai 12 Comuni del territorio che circonda Termoli).

Altro:

· La sede, in via Molinello, n. 72/A, ha iniziato la sua attività solo nel mese di ottobre, essendo stata costituita la Sezione il 30 settembre. In questi primi 3 mesi di vita si sono costituiti gli organismi statutari e si è provveduto a fornire informazione/consulenza/assistenza agli immigrati. Nella prima riunione del Consiglio Direttivo si è stabilita, per ora, l'apertura dell'ufficio informazioni un pomeriggio alla settimana.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale CAMPANIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partenariato con il Comune di Scafati e altre associazioni di volontariato per la realizzazione di Corsi di lingua italiana e di lingua madre per gli immigrati.

Altro:

· Presidenza dell'Assemblea del Forum del Terzo Settore regionale.

· Membro della Consulta regionale per l'immigrazione.

· Progetto di apertura di sportelli in accordo con le strutture territoriali del sindacato CISL.

· Partenariato con il Comune di Scafati e altre associazioni di volontariato per la realizzazione di uno " sportello di informazione e orientamento per immigrati".

Sezione provinciale di Avellino

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Progetto, in via di definizione, che vedrà l'ANOLF come partner nel P.O.R. Campania 2000-2006 Misura 3.14 - azione B per la promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro, con un bando di selezione per un percorso formativo rivolto a 50 donne extracomunitarie per la creazione di figure professionali di "assistente domiciliare agli anziani". Il progetto prevede 350 ore di formazione, di cui 80 di stage (partirà nel 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione a diverse riunioni della Commissione immigrati presso la Prefettura per affrontare le varie problematiche relative al mondo dell'immigrazione.

· Rapporti con tutti gli enti locali e con Questura e Prefettura, che invitano e chiamano l'ANOLF per tutto ciò che concerne l'immigrazione.

Pubblicazioni:

· Volantini informativi sui diritti dei lavoratori riguardo alla sanità, alla richiesta della carta d'identità ed altro.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione al pranzo di fine anno, organizzato dalla "Casa di Don Tonino Bello" e dalla CARITAS, rivolto agli immigrati e ad altre persone.

· Il Co-presidente immigrato collabora, come volontario, presso l'Antenna sociale del Piano di Zona del Comune di Lioni (l.328), facendo sportello e dando assistenza ai lavoratori extra-comunitari, con due presenze settimanali presso la sede dell'Antenna.

Altro:

· Realizzazione del progetto in collaborazione con l'Amministrazione provinciale per l'utilizzo di una rappresentante dell'ANOLF, extra-comunitaria, presso l'Agenzia per il Lavoro, per offrire assistenza di sportello ai lavoratori immigrati, attraverso la firma di un contratto co.co.co. (durerà fino a settembre 2004).

· Definizione di un progetto , in collaborazione con il Piano Zona 5, per l'utilizzo di una rappresentante dell'ANOLF, di madrelingua, nei comuni di quella zona per l'assistenza agli immigrati (si svilupperà nel 2004).

· Accordo con la Banca della Campania per inviare soldi nei Paesi di origine a costi molto bassi e per aprire un conto a costi molto vantaggiosi per gli stranieri.

· Realizzazione di un progetto per il recupero scolastico (cioè di bambini e ragazzi che non vanno a scuola) di figli di extracomunitari, in collaborazione con il CIF (Coordinamento Irpino Femminile) e la CARITAS. All'interno di questo progetto si insegna la lingua madre, affinché questi giovani non perdano le radici della loro cultura d'origine.

· Assistenza e sportello informativo anche nella sede del sindacato CISL.

· Apertura di uno sportello presso il CAAF per l'assistenza sia ai lavoratori che ai datori di lavoro (contratti e buste paga).

· Richiesta alla Prefettura per far entrare un rappresentante dell'ANOLF all'interno del Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

Sezione provinciale di Caserta

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione al gruppo permanente per i problemi dell'immigrazione costituito presso la Prefettura.

· Partecipazione con l'ASL CE 2 alla diffusione della conoscenza dei diritti per accedere alle strutture sanitarie.

· Convegno presso la sede del sindacato CISL sul tema "Immigrazione e lavoro nero".

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS a Castel Volturno presso il "Centro Fernandez" per il disbrigo di pratiche legali e di informazioni sui diritti e doveri degli immigrati.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione di articoli sul mensile del sindacato CISL di Caserta "Sindacalismo democratico".

· Pubblicazione di articoli su quotidiani locali "Il mattino", "Il Corriere di Caserta", "Il Giornale di Caserta".

Attività di solidarietà:

· Sostegno alle azioni di protesta dei Comboniani di Castel Volturno contro le asprezze della Bossi-Fini.

· Partecipazione al Comitato "Caserta città di pace".

Altro:

· Progetto SPES: Sportello informativo per gli immigrati in partenariato con l'Opera Nomadi.

· Indagine sul fabbisogno abitativo degli immigrati, in collaborazione con il SICET.

· Partecipazione al "Forum del terzo settore" del Comune di Caserta.

· III° Festa " Oltre le Frontiere" in collaborazione con la Comunità Senegalese con incontri, dibattiti ed attività ricreative.

Sezione provinciale di Napoli

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Formazione professionale per donne immigrate (assistenza socio-sanitaria per gli immigrati, assistenza domiciliare agli anziani) in partenariato con altri enti.

· Corsi di lingua italiana e di legislazione italiana inerente l'immigrazione.

· Corso per operatori dell'Associazione.

· Partenariato con ARCI su progetto "Integrazione sociale degli immigrati", finanziato dalla Regione.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontro con il Provveditorato agli studi in materia di minori immigrati nelle scuole elementari (dove viene fornita anche la mediazione culturale).

· Iniziative con il Comune di San Giuseppe Vesuviano (apertura di uno sportello, dibattiti e feste multietniche).

· Concertazione con il Comune sul Piano di zona in base alla legge 328/2000.

· Collaborazione con il Tribunale dei minori per il supporto nella mediazione culturale.

· Contatti con le ASL e gli ospedali per l'individuazione e il supporto agli immigrati.

· Partecipazione ai gruppi di lavoro del Comune per il monitoraggio e l'individuazione di tipologie di intervento per l'integrazione di immigrati residenti a Napoli.

· Collaborazione con la Prefettura, con l'impiego di mediatori culturali e operatori ANOLF negli sportelli UTG.

· Collaborazione con il gruppo di lavoro della Provincia.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Protocollo d'intesa con il Comune ed altre associazioni di volontariato per l'individuazione di centri di 1° accoglienza per i Rom.

· Collaborazione con la CARITAS ed il centro "Astalli" per la segnalazione e l'orientamento agli immigrati.

· Presentazione di una scheda per un progetto concernente la realizzazione di un Centro di accoglienza per immigrati, in partenariato con la Regione ed un Istituto cattolico.

Pubblicazioni:

· Riproduzione in lingua dei documenti importanti sull'immigrazione.

· Pubblicazioni e ricerche (questionario sulle condizioni di vita degli immigrati) in diverse lingue sul tema dell'immigrazione.

· Pubblicazioni di manifesti in lingua araba, cinese e russa sull'immigrazione ad uso interno.

· Realizzazione del 1° giornale in 4 lingue (francese, inglese, arabo e italiano) in collaborazione con il Comune e altre associazioni di volontariato.

Attività di solidarietà:

· Aiuti agli immigrati con medicinali, beni di prima necessità, danaro anche per rimpatrio salme.

· Interventi con i mediatori linguistico-culturali dell'ANOLF, in accordo con le A.S.L. per le attività ospedaliere.

· Promozione ed aiuto alla costituzione delle associazioni di immigrati (come per i peruviani e gli equadoregni).

· Attività sportive, celebrazioni e ricorrenze nazionali delle comunità straniere.

· Festa dell'8 marzo con il Comune.

Altro:

· Assistenza per il disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Collaborazione continua e costante (ogni domenica) con la RAI nella trasmissione "Alle falde del Kilimangiaro" e con altre stazioni televisive locali e con associazioni di volontariato per la realizzazione di alcune iniziative di promozione culturale relativa ai Paesi di origine degli immigrati.

· Componente della Consulta Comunale per i Rom.

Sezione provinciale di Salerno

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Presentazione del progetto di un Corso (in attesa di approvazione regionale): "Pari opportunità di accesso alla cittadinanza" rivolto agli immigrati (area di riferimento: Piana del Sele).

· Corso di lingua italiana per immigrati nella sede di Scafati.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con il Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

· Stipula di un protocollo di intesa con l'Assessorato alla Sanità della Regione Campania e INAS-CISL sulle tematiche dell'assistenza e della tutela sanitaria.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Partecipazione al progetto "Centro di accoglienza per immigrati" a San Nicola Varco in collaborazione con la Provincia di Salerno.

Pubblicazioni:

· Articoli sul mensile del sindacato CISL di Salerno "Concertando".

· Realizzazione di un volantino divulgativo rivolto agli immigrati sui temi concernenti la regolarizzazione in collaborazione con la Provincia di Salerno.

Attività di solidarietà:

· Raccolta di indumenti dismessi dati alla CARITAS per adulti e minori indigenti.

· Organizzazione della manifestazione per la pace "Città di Eboli" tenutasi a dicembre.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Continuazione dell'attività nelle due sedi della zona di Battipaglia ed Eboli.

· Partecipazione alla Consulta Provinciale per l'immigrazione.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale PUGLIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Realizzazione del progetto regionale di formazione professionale, rivolto a diplomati e laureati per inserirli nel mondo del lavoro, in collaborazione, come partners, con Universus e Università di Bari. Gli operatori e gli iscritti ANOLF, coinvolti nel progetto, operano a Foggia e a Bari.

Iniziative con le istituzioni:

· Costituzione della Consulta regionale immigrati presso la Regione.

· Si sono siglati 2 accordi con la Questura, nelle province di Taranto e Foggia, per lo smaltimento più veloce delle pratiche relative soprattutto ai permessi di soggiorno. Si sta lavorando affinché l'accordo possa essere realizzato anche a Bari dal 2004.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Assistenza in genere (con l'attivazione di uno sportello anche a Barletta).

Pubblicazioni:

· Brochure informative sul progetto di formazione detto poc'anzi.

· Volantinaggio per far conoscere i servizi offerti (l'ANOLF di Taranto ha realizzato delle brochure proprie).

Attività di solidarietà:

· Assistenza medico - legale per i non abbienti.

Altro:

· Costituzione del Forum regionale Terzo Settore e adesione alle iniziative con lo stesso e la Regione.

· Procedure di costituzione dei Forum Provinciali nelle varie provincie.

· Assistenza nella fase del dopo regolarizzazione di colf e badanti.

Sezione provinciale di Bari

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· In partenariato con la struttura universitaria "UNIVERSUS" organizzazione di un Corso su varie tematiche (informatica, diritto, ..) di 800 ore, approvato dalla Regione Puglia, in cui il copresidente immigrato di Bari ricoprirà il ruolo di Tutor (partirà nei primi mesi del 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Progetto per un accordo di collaborazione tra l'Ufficio immigrati di CGIL-CISL-UIL e la Questura di Bari, per la creazione di sportelli, all'interno delle tre strutture sindacali, di indirizzo e consulenza per utenti immigrati per le pratiche di rinnovo permessi di soggiorno, aggiornamento titoli e altro (partirà nel febbraio 2004).

· Collaborazione con il Provveditorato agli Studi, che ha coinvolto l'ANOLF per l'organizzazione dei Corsi rivolti agli adulti.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Interventi dinanzi al Comune insieme al SICET (Sindacato Inquilini Casa e Territorio) per facilitazioni, costi minimi per l'affitto delle case ad alcune famiglie immigrate.

Attività di solidarietà:

· Contributi in denaro a persone o famiglie in reale difficoltà economica.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Membro della Consulta comunale e regionale per l'immigrazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99), nel quale l'ANOLF fa parte della Commissione sanità, formazione, lavoro, accoglienza e abitazione.

· Partecipazione ai convegni organizzati dal Forum del Terzo Settore, in qualità di membro.

Sezione provinciale di Brindisi

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con la Questura, la Prefettura e tutti gli Enti Locali.

Pubblicazioni:

· Volantini per la pubblicizzazione dei servizi offerti dall'Associazione.

· Opuscoli divulgativi su numeri telefonici e indirizzi degli Uffici servizi presenti sul territorio.

Attività di solidarietà:

· Sostegno alle attività culturali che organizzano le associazioni delle comunità d'immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Incontri con le associazioni che operano nel settore.

Sezione provinciale di Foggia

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· In partenariato con la struttura universitaria "UNIVERSUS" organizzazione di un Corso su varie tematiche (informatica, diritto, ..) di 800 ore, approvato dalla Regione Puglia, in cui la copresidente immigrata di Foggia ricoprirà il ruolo di Tutor (partirà nei primi mesi del 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti di collaborazione con la Provincia, la Prefettura, la Questura, i Comuni del territorio e tutti gli Enti Locali.

· In collaborazione con la Provincia apertura di uno Sportello per regolarizzazione e dopo- regolarizzazione degli immigrati (colf, badanti e lavoratori/trici subordinati) insieme a CARITAS, ARCI ed altre Associazioni.

· Partecipazione ai progetti definiti nel Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

· Collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali per il Progetto Circuml@vorando in animazione congiunta con ANOLF - Ministero del Lavoro, presso la sede del Centro Integrato Servizi CISL di Foggia sito in Via Montegrappa, 95, dell'iniziativa "VIVERE L'EUROPA" sull'inclusione sociale.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con Terz'ordine francescano della zona Sant'Angelo per realizzazione di un Centro di accoglienza per immigrati a Serracapriola.

· Collaborazione costante e continua con la CARITAS.

Pubblicazioni:

· Manifesti e pubblicazione di vari articoli sulla stampa locale su temi inerenti l'immigrazione.

Attività di solidarietà:

· Attività di traduzione, assistenza legale, orientamento ed indirizzo verso strutture pubbliche e/o di volontariato per il soddisfacimento di bisogni primari.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Lecce

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Presentazione di 5 progetti formativi nell'ambito della misura 3.4 azione A del POR Puglia 2001: uno di Panettiere pizzaiolo, uno di Operaio edile, uno di Ortoflorovivaista, uno per Colf-Badante e l'ultimo per Knowledge towards integration (che non sono stati approvati).

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione con la Provincia per la pubblicazione della Guida pratica del lavoratore straniero.

· Convenzione con la Provincia per lo svolgimento dell'attività di stage prevista nel Corso di formazione professionale per Esperto in Gestione di Impresa Sociale e fund raising della durata di 480 ore svolto nella struttura del sindacato CISL.

· Collaborazione con l'ANOLF nazionale per la traduzione in lingua filippina della "Breve guida al lavoro domestico in Italia per le lavoratrici e i lavoratori stranieri immigrati".

Attività di solidarietà:

· Partecipazione all'iniziativa di "CISL incontra", in piazza S. Oronzo per raccogliere firme per la pace.

Altro:

· Progettazione del sito web www.anolflecce.it con attività di ricerche, raccolte di materiali cartacei, modulistica utile per gli immigrati dalle amministrazioni pubbliche salentine, progettazione su carta del sito e realizzazione, disegno e aggiornamento continuo dello stesso.

· Sportello immigrati (Lecce - Casarano - Maglie - Tricase - Leveranno - Presicce).

· Rinnovo adesione al progetto dello Sportello "Lecce Accoglie" (finanziato nell'anno 1999-2001 nell'ambito del progetto Pic-Urban e attualmente sostenuto da finanziamento del Comune).

· Collaborazione con "L'opera nomade" nel progetto per facilitare l'integrazione lavorativa, abitativa e sociale di una comunità nomade, presente sul territorio (co-finanziato dal Ministero dell'interno e dagli Enti locali, attraverso la Prefettura).

· Assistenza legale e disbrigo pratiche amministrative per tutto il periodo della regolarizzazione e quello successivo.

· Collaborazione con il CNR (Consulenza ai rifugiati).

· Gestione dello sportello "Diritti…al Lavoro", che facilita e orienta la domanda-offerta di lavoro dei cittadini stranieri e orientamento al lavoro.

· Organizzazione di un gruppo di danza multi-etnica (folkloristica, contemporanea e moderna).

· Partecipazione a progetti di cooperazione decentrata con Paesi in via di Sviluppo.

· Partecipazione ad un film-documentario ambientato a Lecce, sulle vicende di un immigrato senegalese.

· Partecipazione con "MIGRANTES LECCE" nel progetto di intercultura "Le Filippine e la sua cultura" integrato con l'attività didattica nelle scuole elementari e superiori di Lecce e provincia.

· Cambio sede assegnata dal Comune, in via Marco Basseo c/o Palazzo Turrisi Palumbo.

· Partecipazione al Seminario "Pane e Coraggio" del Lecce Accoglie sul tema "Orientamento al Lavoro e Tutela dei Lavoratori Immigrati" svolto in lingua italiana e inglese.

· Sportello dedicato a colf-badanti per l'intero iter, dall'assunzione, al calcolo contributivo, ai diritti sindacali.

· Consulenza e sostegno per attività di impresa sociale rivolte all'accoglienza, informazione, formazione di immigrati.

· Servizi di progettazione orientata: alla promozione delle pari opportunità, all'integrazione sociale dei minori stranieri con particolare riferimento alle aree dell'accesso al lavoro e dei servizi socio-sanitari, dell'orientamento linguistico e giuridico e del sostegno psico-sociale.

· Interpretariato, traduzione e mediazione culturale e linguistica.

· Corso di FLOWING BODY AND MIND, tenuto da un maestro di YOGA.

· Convenzione con l'Ottica Salomi: 60% di sconto per i tesserati ANOLF.

Sezione provinciale di Taranto

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Coinvolgimento del Distretto scolastico n.53 e della Scuola media statale "A.Volta" di Taranto per portare avanti il nostro progetto "Dall'esclusione all'integrazione", interessando 2 classi della stessa Scuola media.

· In collaborazione con CIOFS/FP Puglia continuazione del progetto "Caronte" (Couselling, Accompagnamento, Riqualificazione, Orientamento Immigrati) - POR Puglia 2000-2006 per un Corso di formazione per 18 immigrati extracomunitari in possesso di un titolo di studio di scuola media superiore, conseguito nei Paesi di origine ed equivalente al Diploma o alla Laurea.

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti con l'Ufficio Immigrazione della Questura.

· Rapporti con la Prefettura ed in particolare con l'Ufficio Territoriale del Governo.

· Rapporti con le Istituzioni scolastiche e le Università locali (progetti di intercultura e riconoscimento titoli di studio).

Pubblicazioni:

· Divulgazione attività ANOLF attraverso stampe e pieghevoli.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a fiere e manifestazioni varie nel territorio.

· Azioni di sostegno agli immigrati nei confronti delle Istituzioni (Comune, Provincia, Regione, INPS, Ufficio Provinciale del Lavoro).

· Assistenza alle procedure di inserimento nel sistema produttivo.

Altro:

· Componente del Comitato Direttivo Provinciale del Forum del Terzo Settore.

· Componente del Comitato Direttivo Provinciale dell'Associazione Centro Servizi Volontariato.

· Componente Consulta Provinciale.

· Rapporti con associazioni di volontariato.

· Apertura dello sportello ANOLF 3 giorni alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9:30 alle 12:00) per assistenza e per dare risposte immediate ed esaurienti ad associazioni e utenti immigrati.

 

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale BASILICATA

Iniziative con le istituzioni:

· Festa dell'immigrato, con la Regione.

Altro:

· Iscritta all'Albo regionale delle associazioni d'immigrati.

· Iscritta all'Albo regionale del Volontariato e del Terzo Settore.

Sezione provinciale di Matera

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di lingua italiana.

· Corso di lingua araba.

· Corso di informatica.

Iniziative con le istituzioni:

· Istituzione Sportello informagiovani e Servizi con i Comuni di Novasiri e Matera.

· Organizzazione di un convegno dal titolo "Colloqui internazionali- Lettere Migranti - Scrittori, critici ed editori nazionali" con il patrocinio della Regione, della Provincia , del Comune, della Banca Popolare del materano e di altre istituzioni pubbliche e private (9-10 maggio).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Istituzione di Centro di accoglienza con i Comuni di Novasiri e Matera.

· Proposta di accoglienza per famiglie e bambini profughi (5/7 posti).

· Accoglienza di emergenza (max 48 ore).Quest'anno su segnalazione della Questura sono stati ospitati per 36 ore 5 palestinesi clandestini.

Pubblicazioni:

· Aggiornamento dello studio sul livello di integrazione degli immigrati nella provincia.

Attività di solidarietà:

· Distribuzione di alimenti e vestiario, aiuti finanziari e pacchi di Natale.

· Borse di studio alle famiglie di immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Potenza

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di alfabetizzazione informatica.

· Corso di lingua araba per i figli di immigrati con la scuola di Busciolano.

· Corso di italiano e informatica per immigrati nell'area del Vulture, in collaborazione con la Scuola media di Rionero.

· Corso di qualificazione per badanti in collaborazione con lo IAL CISL (partirà nei primi mesi del 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· Attività presso la Commissione regionale immigrati e la Prefettura.

· Collaborazione con il Comune di Potenza in qualità di mediatore interculturale presso il Centro di accoglienza "Casa dei Colori", promosso dal Comune e finanziato dalla Regione, dove è distaccato il nostro co-presidente straniero,il quale sviluppa, tra l'altro, attività di animazione culturale e ricreativa la domenica pomeriggio che è il giorno libero per molte colf e badanti.

· Attività di Segretariato sociale.

· Rappresentanza nel Tribunale dei minori, in Questura e nell'Ispettorato del lavoro.

· Gestione con la Regione dei contributi per l'assistenza scolastica degli immigrati iscritti all'Università.

· III° Conferenza regionale sull'immigrazione con la Commissione regionale per l'immigrazione.

· Collaborazione nello sportello "Polifunzionale" presso la Prefettura sulle problematiche legate al dopo regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Continua la collaborazione con il Comune di Palazzo San Gervasio, per la gestione di un Centro di accoglienza (anche con mediazione interculturale) nel periodo della raccolta dei pomodori (luglio-settembre) per 3.000 immigrati.

Pubblicazioni:

· Mensile "Linea amica immigrazione".

· Servizi su rete locale TG3 (accoglienza Palazzo San Gervasio, incontri sul tema della religione).

· Collaborazione con la rivista Volontariato Basilicata gestito dal CESVIT ( Centro servizi per il volontariato per l'integrazione territoriale).

Attività di solidarietà:

· Collaborazione alla vendita delle uova pasquali e delle stelle di Natale per l'Associazione Tumori (A.N.T.) e per la Sclerosi multipla.

· Festa dell'immigrato, in collaborazione con la Regione e la CARITAS (22 dicembre).

· Offerta di pasti, viveri, indumenti presso la Caritas.

· Organizzazione, insieme ad altri circoli culturali, di serate sul tema delle diverse religioni.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri, assistenza scolastica per studenti immigrati, collocamento al lavoro e supporto per il conteggio dei contributi INPS e per i contratti(assistenza e consulenza anche per i datori di lavoro).

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Festa di fine anno con gli immigrati organizzata insieme alla CARITAS e Regione Basilicata.

· Tavole rotonde per ciò che concerne l'immigrazione insieme con CARITAS e Regione.

· Gestione del Centro ISI (Informazione Servizi Immigrati), che è un Centro sanitario sperimentale per immigrati in un paesino, Picerno, a 16 Km da Potenza in cui si fanno tutti i tipi di accertamenti a 360° (test HAV, HCE,….) tutti gratuiti. Nel Centro, autorizzato dal Ministero della Salute, i rappresentanti dell'ANOLF garantiscono la loro presenza in loco il martedì e giovedì di ogni settimana.

· Serie di incontri con la Provincia , la CARITAS e i Comuni per realizzare una "campagna" di difesa dei centri storici, ormai abbandonati, di alcuni Comuni del territorio. Tale iniziativa prevede la cessione d'uso di alloggi (appartamenti ristrutturati con la legge del terremoto), siti nei centri storici appunto, a titolo gratuito a coppie di immigrati: essa mira anche a facilitare il ricongiungimento familiare(ora impossibile per le badanti che vivono con i loro datori di lavoro) grazie alla cessione in gestione di questi appartamenti.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale CALABRIA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Elaborazione progetto di formazione per "Mediatori socio-culturali" per le province di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria, Crotone , Vibo Valentia.

Iniziative con le istituzioni:

· Partecipazione alla Consulta regionale migrazione-immigrazione, come membro esecutivo e con 4 componenti immigrati nel direttivo.

· Rapporti di collaborazione e di informazione con il Tribunale dei minori, Questura, Ispettorato del lavoro.

· Coordinamento nuova struttura politiche per l'immigrazione della Regione.

· Programmazione interventi regionali a valere sul Fondo nazionale per gli immigrati.

Pubblicazioni:

· Collaborazione con i mezzi di informazione regionale nell'ambito delle nuove politiche sull'immigrazione.

· Pubblicazione di articoli su stampa locale sui temi dell'immigrazione nel territorio.

· Dossier statistico sull'immigrazione della Regione.

· Pubblicazione nuovo piano di interventi regionale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Attività informativa sulle agevolazioni per gli imprenditori.

· Componente della Consulta regionale per l'emigrazione-immigrazione.

· Iscrizione all'albo regionale del volontariato.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99).

· Sportelli informativi, con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali di categoria, con attività di accompagnamento territoriale a Gioia Tauro e a Locri; apertura di due nuovi sportelli (per ora solo informativi e gestiti da italiani) a Gioiosa Ionica e a Bagnara S. Eufemia.

· Assemblea annuale con gli immigrati "Quali diritti, quali doveri" (nuova legge Bossi-Fini).

Sezione provinciale di Catanzaro

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Partecipazione, con la società cooperativa "Forma Consult s.c.a.r.l.", all'organizzazione di tre Corsi per mediazione culturale, su bando della Regione, che si sono svolti nei locali della cooperativa mentre lo stage è stato svolto presso la sede ANOLF.

· Corso di formazione, in collaborazione con la piccola società "LATYA", per la creazione d'impresa rivolto a donne immigrate (partito quest'anno e proseguirà anche per il 2004).

· Realizzazione del progetto "Insieme per vivere", in collaborazione con la ASL 7 di Catanzaro su bando regionale, rivolto alla formazione di 15 donne immigrate come badanti.

· Realizzazione, come mediatori culturali di 2 progetti: uno dal titolo "Accoglienza, integrazione e comunicazione" e l'altro dal titolo "La scuola terra promossa" in collaborazione con l'Istituto comprensivo di Sellia e Marina.

· Corso, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Geometri "Bertucci" di Catanzaro, dal titolo "Percorso di inserimento sociale per immigrati".

Iniziative con le istituzioni:

· Rapporti costanti con la Questura.

· Attività di educazione per minori stranieri detenuti presso l'Istituto Penitenziario Minorile di Catanzaro.

· Incontri presso la Provincia per il "Patto sociale".

· Partecipazione ad un incontro nella Consulta regionale per l'immigrazione.

Pubblicazioni:

· Articoli su stampa e quotidiani locali (Gazzetta del Sud,…).

Attività di solidarietà:

· Partecipazione a varie manifestazioni per la pace.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Vari incontri con altre associazioni in materia d'immigrazione.

· Partecipazione ad un convegno organizzato, con il patrocinio della Regione Calabria, dall'Associazione "La Ginestra" dal titolo "La Calabria: terra d'incontro tra le culture del Mare Nostrum".

Sezione provinciale di Cosenza

Iniziative con le istituzioni:

· Attività di disbrigo pratiche presso l'ufficio immigrazione della Questura (l'ANOLF ha un proprio sportello, all'interno della Questura, per il disbrigo delle pratiche e la consulenza).

· Iniziative presso Comuni della provincia sui temi dell'immigrazione e dell'integrazione.

· Contatti e collaborazioni con tutte le Istituzioni presenti sul territorio.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Attività a favore dei minorenni in collaborazione con le varie aziende sanitarie locali.

· Iniziative per contrastare lo sfruttamento della prostituzione in collaborazione con le Istituzioni (Questura e Carabinieri), con successivi percorsi di reinserimento di alcune donne dal passato difficile e anche di minorenni con problemi di inserimento sociale (cioè con crisi di identità) affidati anche a consultori con psicoterapeuti e psicologi.

Pubblicazioni:

· Indagine sullo stato dei lavoratori extracomunitari nella provincia, con il coinvolgimento dei lavoratori stessi, con valutazioni finali sull'inserimento sociale. L'ANOLF, infatti, segue lo straniero, in sinergia con le Forze dell'Ordine territoriali, dopo aver conosciuto e valutato il suo percorso di vita e lo accompagna fino al suo pieno inserimento nel tessuto sociale. Ha seguito anche casi a rischio di espulsione o famiglie intere coinvolte in furti e scippi, "intercedendo" con le Forze dell'Ordine locali per far dare a queste persone un'altra possibilità.

Attività di solidarietà:

· Distribuzione gratuita di regali natalizi ai bambini stranieri.

· Contributo per l'acquisto di una sedia a rotelle per una bambina albanese, tetraplegica - sordomuta dalla nascita, con interventi presso una struttura specializzata.

· Contributo per la realizzazione di 2 lapidi per 2 immigrati uccisi( uno dalla droga e uno ammazzato).

· Attività di Centro ascolto per alcolisti e drogati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99).

· Indagine sull'integrazione dei cittadini stranieri nella nostra provincia, in collaborazione con il sindacato CISL - Università.

· Apertura di uno sportello, attivo settimanalmente, nelle sedi di Corigliano Calabro, Rogliano, Scalea, Amantea, Rossano, Trebisacce, Rocca Imperiale e Paola.

· Convegni con i ragazzi delle scuole medie superiori , in collaborazione con il sindacato CISL Scuola e CISL territoriale, inerenti allo studio della multiculturalità e le prospettive al riguardo anche per il sindacato.

Sezione provinciale di Crotone

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con la Questura.

· Collaborazione con la Questura , la Prefettura ed il Tribunale per traduzioni ed interpretariato.

· Progetto presentato alla Regione Calabria.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con il Centro di accoglienza " Campo Santa Anna" per rifugiati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Membro della Consulta provinciale per l'immigrazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Reggio Calabria

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di formazione per mediatori culturali con il patrocinio della Regione.

· Corso di alfabetizzazione di primo livello in collaborazione con l'Università per stranieri.

· Informazione e formazione contrattuale per i lavoratori immigrati che hanno usufruito della regolarizzazione.

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione costante con l'Università per gli stranieri.

· Progetto sportelli multietnici e informazione (Enti locali).

· Finanziamenti della Regione in attività di mediazione culturale e Centri servizi.

· Collaborazione con l'ASL per la divulgazione delle modalità dell'assistenza sanitaria.

· Elaborazione di linee progettuali per l'accoglienza e l'integrazione degli immigrati, con il Comune.

· Piano di programmazione regionale delle politiche dell'immigrazione.

· Ricerca e sviluppo di attività mirate sulle esigenze culturali degli immigrati presenti nella nostra provincia.

· Elaborazione di un patto per il sociale per la piena integrazione della popolazione immigrata presente sul territorio del comune e della provincia.

· Osservatorio immigrazione presso la Prefettura.

· Informazioni per aiuti a persone in condizione di povertà estrema con il Comune.

· Diffusione progetto CIVIS Prefettura (Ministero dell'Interno, del Lavoro e delle Politiche Sociali).

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione permanente con MIGRANTES e CARITAS nei Centri di accoglienza da loro diretti.

· Collaborazione con il Centro di accoglienza Popoli Fratelli.

· Collaborazione con l'ASL territoriale per informazione e accompagnamento territoriale riguardante l'assistenza sanitaria.

Pubblicazioni:

· Dossier statistico sull'immigrazione relativo alla provincia.

· Pubblicazione opuscoli dei servizi sul territorio.

· Articoli su stampa locale.

· Pubblicizzazione dell'ANOLF e della sua attività sui quotidiani di maggiore tiratura di Calabria e Sicilia.

Attività di solidarietà:

· Iniziative in collaborazione con organismi del volontariato sociale in favore delle donne (soprattutto delle ragazze madri), dei minori e degli stranieri in particolari condizioni di disagio.

· Accordo con il Centro Sportivo di Reggio Calabria per favorire l'inserimento gratuito dei bambini immigrati.

· Assistenza e sostegno economico per il rimpatrio delle salme.

· Accompagnamento territoriale per gli immigrati che hanno bisogno di venire a conoscenza dei Centri di prima accoglienza.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Servizi di mediazione e di interpretariato.

· Mappatura dei fabbisogni degli immigrati e programmazione di interventi specifici.

· Iscrizione all'Albo regionale del volontariato.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Sportelli informativi, con il coinvolgimento dei sindacati di categoria, con attività di accompagnamento territoriale nell'intera provincia.

· Organizzazione e realizzazione di 3 manifestazioni unitamente ai sindacati.

· Attività di proselitismo e informazione, anche sull'attività del sindacato CISL in favore dei lavoratori immigrati e sulla loro partecipazione agli organismi della CISL stessa.

Sezione provinciale di Vibo Valentia

Iniziative con le istituzioni:

· Frequenti contatti con la Prefettura, anche attraverso il Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

· Incontri con l'Ufficio provinciale del lavoro per l'assistenza agli immigrati ed alle loro famiglie.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Incontri con il Centro Polivalente Immigrati della Provincia, al fine di concentrare iniziative per l'accoglienza degli immigrati.

· Incontri con la Questura per le problematiche dell'accoglienza.

Pubblicazioni:

· Attività di pubblicizzazione dell'ANOLF attraverso volantini e locandine.

· Distribuzione di materiale informativo multilingua.

· Informazione immigrati sui servizi con distribuzione di materiale in lingua.

Attività di solidarietà:

· Partecipazione attiva alle iniziative intraprese dalle due associazioni di volontariato e solidarietà "Diakonia" e "Il Samaritano".

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Sportello informativo sulle problematiche legate alla regolarizzazione (legge Bossi-Fini).

· Assistenza pratiche sanatoria con particolare riferimento alle badanti.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale SICILIA

Iniziative con le istituzioni:

· Serie di riunioni, soprattutto con la Questura.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Coordinamento con le strutture locali.

Attività di solidarietà:

· Organizzate a livello locale.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Agrigento

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Iscrizione della Sezione presso l'elenco degli enti e associazioni abilitati ad espletare attività di Formazione Professionale nel territorio della regione, ai sensi della circolare dell'Assessorato al Lavoro, Emigrazione e Immigrazione. L'iscrizione al suddetto albo è condizione necessaria per promuovere ed attuare iniziative riconosciute dalla Regione (Fondi Strutturali Europei).

· Presentazione di un progetto, finanziato dalla Regione Sicilia, in partenariato con il Consorzio "Il nodo" nell'ambito APQ (Accordo di programma Quadro) Regione Sicilia sul "Recupero della marginalità sociale"(partirà a settembre 2004).

Iniziative con le istituzioni:

· L'Associazione ha continuato ed intensificato il rapporto con le Istituzioni locali, ponendosi come punto di riferimento per tutte le problematiche inerenti il fenomeno dell'immigrazione, a partire dal grave e rischioso arrivo di clandestini sulle spiagge dell'Agrigentino.

· Incontri con l'Assessore comunale e con l'Assessore provinciale ai Servizi Sociali per la promozione di istanze volte a migliorare le condizioni dei cittadini stranieri e/o a risolvere casi specifici.

· Incontri con la Commissione consiliare Speciale per l'immigrazione.

· Incontri continui con il Prefetto ed il Questore.

Pubblicazioni:

· Realizzazione di volantini informativi per pubblicizzare e far conoscere i servizi offerti dall'ANOLF.

Attività di solidarietà:

· Raccolta permanente di indumenti usati e beni di prima necessità per i cittadini stranieri indigenti.

· Assistenza specifica per casi particolari.

Altro:

· Attività di assistenza legale ed amministrativa per casi specifici presso il Centro di permanenza ed assistenza temporanea.

· Attività di consulenza legale ed amministrativa personalizzata ai cittadini stranieri regolarmente residenti nel territorio provinciale (rinnovo permessi di soggiorno, ricongiungimento familiare, licenze di vendita, assistenza sanitaria specialistica, ...).

Sezione provinciale di Catania

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corso di "alfabetizzazione della lingua e della cultura italiana" rivolto a n. 20 immigrati con regolare permesso di soggiorno, con priorità a coloro che sono stati "sanati" dalla L.189/02, finanziato dalla Regione siciliana a valere sul Fondo Nazionale per l'Immigrazione.

Iniziative con le istituzioni:
· Rapporti di collaborazione con EE.LL., INPS, Ufficio Provinciale Lavoro, Prefettura, Camera di Commercio, USL, Associazioni datoriali.

· Collaborazione con l'Università di Catania su progetti di integrazione e università.

· "Centro ascolto per donne immigrate", progetto cofinanziato dalla Provincia, volto al monitoraggio dei bisogni, all'assistenza legale e all'orientamento (sanitario e sociale) delle donne immigrate della provincia di Catania.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la "Casa dei Popoli" del Comune per l'assistenza di immigrati "svantaggiati", nonché assistenza amministrativa e legale a immigrati non ancora regolari a causa di truffe subite durante il periodo della regolarizzazione ai sensi della L.189/02.

Pubblicazioni:

· Volantini e brochure informativi su cosa fare dopo la regolarizzazione e sui servizi resi dall'ANOLF e dal sindacato CISL.

· Volantini informativi di specifici bandi rivolti a immigrati (reddito minimo d'inserimento, edilizia popolare convenzionata, agevolazione economica abitativa).

Attività di solidarietà:

· Campagne di solidarietà svolte in collaborazione con altre associazioni di volontariato (raccolta vestiari e alimenti).

Altro:

· Assistenza legale gratuita.

· Presenza attiva negli organismi di rappresentanza del sociale (Forum permanente del Terzo Settore, Conferenza Associazioni di Volontariato).

· Partecipazione ai lavori della Commissione provinciale sull'emersione del lavoro nero.

· Rapporti di collaborazione con il Consolato delle Mauritius e del Senegal.

· Assistenza e consulenza alla creazione di microimpresa e autoimpiego.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art.57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Enna

Iniziative con le istituzioni:

· Attivazione di un Comitato Provinciale per l'immigrazione presso la Prefettura con 4 Commissioni di cui una si occupa di sanità e una di alloggio.

· Contatti con alcune scuole per corsi didattici rivolti sia a lavoratori che a studenti immigrati.

Pubblicazioni:

· Volantini e manifesti per la pubblicizzazione dei servizi.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Messina

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri frequenti con Ufficio Stranieri (Questura), Prefettura (Ufficio Territoriale Immigrazione), UPLMO - Ispettorato del lavoro.

· Partecipazione del Copresidente ad un convegno organizzato dal Tribunale dei Minori sul tema dei minori stranieri.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione costante e continua con la CARITAS, la Comunità di Sant'Egidio, le parrocchie presenti nel territorio e i Padri Comboniani.

Pubblicazioni:

· Pubblicizzazione iniziative e servizi attraverso comunicati stampa e uso del sito del sindacato CISL (Internet).

Attività di solidarietà:

· Riunioni periodiche con le comunità presenti in provincia: Sri Lanka, (giornata sportiva con oltre 500 persone), Marocco e Senegal (da quest'anno).

· Organizzazione della "Festa dei Popoli" a Natale (come Centro Interculturale).

Altro:

· Sportello autogestito dagli immigrati nella sede ANOLF sui problemi specifici dell'immigrazione, attivo ogni mercoledì.

· Creazione del Centro Interculturale "Città Globale" aperto tutte le domeniche.

· Lavoro di ricerca, con il Dipartimento di igiene del Policlinico Universitario di Messina, con la realizzazione di un Questionario anonimo, da far compilare agli immigrati, sulla salute e le vaccinazioni(i risultati saranno pubblicati nel 2004).

· Iniziativa, in collaborazione con la CARITAS e la Comunità di Sant'Egidio, sulla regolarizzazione.

Sezione provinciale di Palermo

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Elaborazione e invio Progetto EQUAL inerente la formazione degli immigrati.

Iniziative con le istituzioni:

· Intese e protocolli di collaborazione con le Istituzioni locali e con Servizi di pubblica utilità, rivolti agli immigrati.

· Protocollo accoglienza immigrati in area socio-sanitaria con Azienda Ospedaliera Villa Sofia - CTO presenza di mediatori culturali -ANOLF.

· Partecipazione a convegni seminari riguardanti le problematiche immigratorie.

Attività di solidarietà:

· Attività sociale di solidarietà ai fini della integrazione piena degli immigrati.

· Partecipazione attiva in occasione di incontri dei gruppi etnici e multietnici.

Altro:

· Accordo con Banca Intesa locale per agevolazioni e servizi bancari per gli immigrati a tariffe agevolate.

· Convenzioni con legali esperti in materia di immigrazione ai fini di consulenza e assistenza dei nostri associati.

· Attività di assistenza di volontari ANOLF agli immigrati nell'iter burocratico per rinnovo permessi di soggiorno con affiancamento e accompagnamento degli immigrati presso le istituzioni (Comune, Questura, Prefettura, Ufficio per l'impiego, …).

· Supporto per domanda/offerta di lavoro, elaborazione di curriculum, orientamento, corsi di formazione professionale e scolastica.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 349/99).

Sezione provinciale di Ragusa

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con Questura, Prefettura ed altre Istituzioni locali.

· Partecipazione attiva nel Comitato per l'immigrazione c/o la Prefettura.

Pubblicazioni:

· Informazione sulle norme della legge Bossi-Fini in più lingue.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Assistenza in materia di lavoro anche in applicazione della nuova normativa.

Sezione provinciale di Siracusa

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Corsi di alfabetizzazione per gli immigrati, gratuiti, svolti nella nostra sede.

· Promozione Corsi serali per immigrati per il conseguimento di licenza elementare e licenza media in collaborazione con l'Istituto "Quintiliano" di Palazzolo Acreide.

Iniziative con le istituzioni:

· E' continuata l'attività del Tavolo permanente per i problemi dell'immigrazione con il coinvolgimento di Prefettura, Provincia e i club service che si occupano delle problematiche relative all'immigrazione, Tavolo costituito con il Club Soroptimist.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Contatti col Centro di 1° accoglienza di Siracusa per i vari problemi che si possono presentare.

· Partecipazione ad uno studio sulla condizione delle donne immigrate con la Provincia.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione di articoli su giornali locali per la pubblicizzazione dei nostri servizi.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

Sezione provinciale di Trapani

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Rinnovo del progetto "OIKOS" del Ministero dell'Interno, finanziato con l'otto per mille, per la costituzione di un Centro d'accoglienza per dare ospitalità a 16 rifugiati politici e/o richiedenti asilo, con la collaborazione della CARITAS.

· Collaborazione diretta e continua con la CARITAS di Trapani che gestisce i Centri d'accoglienza e che affida poi all'ANOLF il disbrigo delle pratiche degli immigrati ospiti.

Attività di solidarietà:

· Promozione e sostegno per l'attivazione di cooperazione con il Marocco - attraverso ASSINDUSTRIA di Trapani - (attualmente in sospeso).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sulla regolarizzazione, sui diritti e doveri.

· Partecipazione al Forum delle associazioni della provincia.

· Gestione della banca dati per la ricerca del lavoro, sia per gli immigrati sia per gli italiani, con collegamento diretto con lo Sportello di "informa lavoro" della CISL, ove opera il copresidente immigrato.

· Membro promotore dell'"Autorithy" per la solidarietà presso l'Assessorato della Solidarietà Sociale.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 349/99).

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

 

Sezione Regionale SARDEGNA

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Vari seminari di approfondimento sui contenuti della nuova legge in materia d'immigrazione (Bossi - Fini).

Iniziative con le istituzioni:

· Raccordi e collaborazione con la Consulta regionale dell'immigrazione.

· Varie iniziative con le istituzioni sul tema immigrazione, precedute da incontri preparatori.

· Lavoro di preparazione per la modifica della legge regionale sull'immigrazione.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Coordinamento con le sedi locali.

Pubblicazioni:

· Progettazione "Guida agli immigrati - varie iniziative interculturali".

Attività di solidarietà:

· Coordinamento di iniziative organizzate a livello locale.

· Integrazione delle problematiche degli immigrati nelle iniziative e nelle manifestazioni regionali.

Altro:

· Si è lavorato per una ripresa di attività con la ricostituzione del Direttivo dell'Associazione.

Sezione provinciale di Cagliari

Iniziative con le istituzioni:

· Collaborazione attiva nei lavori del Consiglio Territoriale per l'immigrazione.

· Collaborazione continua con la Regione, la Questura, gli Uffici del Ministero di Grazia e Giustizia, l'Ufficio del Lavoro.

· Incontri periodici con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Partecipazione al "Progetto CIVIS" del Ministero dell'Interno e coordinato dalle Prefetture territoriali per informare gli immigrati sulla nuova legge tramite anche opuscoli in varie lingue e videocassette.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con la CARITAS e con altre associazioni di volontariato.

Pubblicazioni:

· Pubblicazione, in collaborazione con il Consiglio Territoriale per l'immigrazione, di una "Guida pratica" sull'immigrazione in 6 lingue (italiano, arabo, francese, inglese, cinese e spagnolo).

Attività di solidarietà:

· Collaborazione, mettendo a disposizione i nostri locali, per gli incontri delle associazioni delle comunità di immigrati presenti sul territorio (quest'anno anche per comunità di immigrati dell'Est europeo).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche di post-regolarizzazione, medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Partecipazione a diversi incontri in materia d'immigrazione presso altri organismi (come associazioni del volontariato).

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

Sezione provinciale di Nuoro

Iniziative con le istituzioni:

· Contatti con la Prefettura per il disbrigo delle pratiche di regolarizzazione dei lavoratori immigrati.

· Contatti e collaborazione con la Questura (ufficio soggiorni) per alcune pratiche dei nostri soci.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico - legali, informazione sui diritti, doveri e regolarizzazione.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n. 394/99).

Sezione territoriale di Olbia

Iniziative con le istituzioni:

· Con l'Assessorato ai servizi sociali del Comune monitoraggio sulla situazione degli immigrati.

· Partecipazione alle riunioni dell'VIII° commissione consiliare (Partecipazione delle libere forme associative, consulte, servizi sociali).

· Consulta provinciale del volontariato.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· Collaborazione con Associazione solidarietà per la prima accoglienza.

Attività di solidarietà:

· Intervento straordinario economico a favore dell'operatore ANOLF, Kouma Modou, a sostegno del reddito e compensazione per apertura sportello.

Altro:

· Assistenza pratiche in genere:immigrazione, regolarizzazione badanti, gestione e risoluzione di problematiche anche complesse che necessitano di rapporto diretto con istituzioni pubbliche, di pubblica sicurezza ed assistenza.

Sezione provinciale di Oristano

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri con alcune Autorità locali sui problemi degli immigrati.

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· La sede di Oristano, nata nel mese di dicembre 2002, si è impegnata a rafforzare la sua azione di aiuto e tutela degli immigrati.

Sezione provinciale di Sassari

Progetti di formazione, anche professionale, o su temi inerenti all'immigrazione:

· Giornate formative su temi di diritto riguardante gli immigrati, in collaborazione con il sindacato CISL.

· Inserimento degli immigrati ANOLF nelle attività di formazione del sindacato CISL (in corsi organizzati dalla CISL).

· Inserimento di alcune donne immigrate in un Corso rivolto a loro, inerente il mercato del lavoro e le pari opportunità. Il Corso, iniziato lo scorso anno con il I° modulo e continuato anche quest'anno con il 2° modulo, è stato organizzato dal sindacato CISL, lo IAL, il Ministero delle Pari Opportunità e quello del Lavoro.

Iniziative con le istituzioni:

· Incontri periodici con il Comune, la Provincia, e le Associazioni di categoria per affrontare il tema dell'immigrazione e dell'integrazione degli immigrati.

· Incontri periodici con la Prefettura e la Questura per il disbrigo delle pratiche relative agli immigrati.

· Partecipazione a convegni e dibattiti organizzati dalle istituzioni locali.

Iniziative per l'accoglienza 1° e 2°:

· L'ANOLF collabora per ciò che riguarda la 1° accoglienza con la CARITAS e le altre associazioni di volontariato del territorio, mentre per la 2° accoglienza, con il suo Sportello informativo, fornisce consulenza e assistenza agli immigrati per il loro inserimento sul territorio.

Pubblicazioni:

· Volantini e manifesti ANOLF (per la promozione dei nostri servizi).

· Partecipazione a diverse trasmissioni televisive e vari interventi in giornali locali.

· Si sta lavorando per la realizzazione della Guida alle extracomunitarie in varie lingue.

Attività di solidarietà:

· Incontri con le comunità d'immigrati presenti sul territorio, in particolare senegalesi, pakistani, marocchini e comunità dell'est europeo (che ha portato alla creazione dell'Associazione della comunità ucraina).

· Concessione di un salone, per momenti di incontro e di preghiera, alle diverse comunità di immigrati presenti sul territorio (soprattutto il giovedì e la domenica).

Altro:

· Assistenza nel disbrigo delle pratiche medico-legali, informazione sui diritti e doveri.

· Componente del Consiglio Territoriale per l'immigrazione (decreto prefettizio ai sensi art. 57 D.P.R. n° 394/99).

· Partecipazione a diversi incontri in materia d'immigrazione presso altre strutture, come le associazioni del Volontariato locale.

· Gestione di uno Sportello di orientamento per gli immigrati presso la sede ANOLF, dove si fornisce consulenza legale, fiscale, previdenziale e formativa, in collaborazione rispettivamente con l'Ufficio Vertenze del sindacato CISL , il CAAF, l'INAS e lo IAL.

Inizio della pagina
 
Indirizzario Nazionale
 

[ inizio pagina ][ home ]
[ L'ANOLF per gli studenti ]
[ Cos'é l'ANOLF ][ Attualità ]

[ Indirizzi ANOLF ][ Oltre le Frontiere ]