Attualita' ANOLF

Ministero dell'Interno

 

 

n. 300.c/227729/12/207/1^div

Roma, 2 novembre 1999

OGGETTO: Decreto Legislativo 13/04/1999 concernente le disposizioni correttive al Testo Unico sull'immigrazione. Articolo 8. Definizione delle procedure di regolazione.

Con la circolare p.n. del 10/05/1999, sono state impartite le direttive alle modalita' di rilascio dei permessi di soggiorno a favore degli stranieri richiedenti la regolarizzazione ed e' stata indicata la data del 20/10/1999 quale termine ultimo per la presentazione delle istanze corredate della prescritta documentazione.

Tale termine, come è noto, era stato fissato tenuto conto delle convocazioni programmate dalle Questure ove maggiore è risultato essere il numero delle richieste di regolarizzazione, sulla base delle prenotazioni già presentate entro il 15 dicembre 1998.

Pur considerando le difficoltà che codeste Questure possono avere incontrato a causa dell'allungamento delle procedure di regolarizzazione per il riesame di molte pratiche, alla luce dei nuovi criteri valutativi indicati nella richiamata circolare del 10 maggio u.s., si rende necessario accelerare al massimo le verifiche delle istanze ancora pendenti, così da concludere nel più breve tempo possibile le procedure previste dalla legge che, come è noto, possono concretizzarsi nel rilascio dei permessi di soggiorno (con le modalità e la durata specificate nelle predette direttive del 10 maggio); oppure con il rigetto formale delle istanze non supportate dai requisiti previsti.

Al verificarsi di quest'ultima circostanza, così come previsto nel Regolamento di attuazione del Testo Unico sull'immigrazione, in corso di pubblicazione, dovrà essere menzionato, nel provvedimento di rifiuto, il termine, non superiore a quindici giorni lavorativi, entro il quale lo straniero dovrà presentarsi al posto di polizia di frontiera, che andrà specificatamente indicato, per allontanarsi volontariamente dal territorio dello Stato, con l'avvertenza che, in mancanza si procederà all'applicazione dell'espulsione con intimazione prevista dall'art. 13 del D. Lg.vo 286/98.

Le Questure dovranno, di conseguenza, comunicare agli Uffici di Frontiera indicati i nominativi degli stranieri che debbono lasciare il territorio nazionale, segnalando la data entro la quale deve avvenire l'esodo volontario.

Gli Uffici di Frontiera dovranno, quindi, verificare l'avvenuto allontanamento, dandone comunicazione alle Questure competenti; nel caso in cui tale esodo non sia avvenuto, la stessa Questura dovrà provvedere all'inserimento nel CED della segnalazione di rintraccio, al fine dell'adozione del provvedimento di espulsione con intimazione che dovrà essere emanato dal Prefetto del luogo ove lo straniero verrà fermato.

Considerando che si tratta, comunque, di persone che si sono sottratte ai prescritti controlli di frontiera e che per un considerevole lasso di tempo hanno soggiornato illegittimamente in Italia facendo ricorso, in molti casi, all'uso di false generalità, si rappresenta l'opportunità che le SS.LL. adottino, nei confronti degli stranieri ai quali è negata la regolarizzazione, tutti i provvedimenti ritenuti necessari al fine di evitare che gli stessi, una volta sottrattisi al provvedimento di espulsione possano, utilizzando altre generalità, vanificare la precedente attività di identificazione.

Si segnala, altresì, la necessità che vengano accelerate anche tutte le attività istruttorie finalizzate alla formulazione dei pareri necessari per la definizione delle istanze di revoca dei provvedimenti di espulsione da parte dei Prefetti competenti; in caso di diniego ditali istanze, i Sigg. Questori dovranno formalmente rigettare la domanda di regolarizzazione e procedere all'immediato accompagnamento dello straniero, in base al provvedimento di espulsione già adottato.

Si soggiunge, infine, che la necessità di velocizzare le procedure di regolarizzazione è determinata anche dalla prossima emanazione del decreto sui flussi per l'anno 2000, che dovrà tener conto, tra l'altro, degli esiti della regolarizzazione.

Tanto premesso, confidando nella consueta collaborazione delle SS.LL., si conferma la periodicità settimanale dei dati richiesti con ministeriale p.n. del 30.10.1998.

Il Capo della Polizia


[ inizio pagina ][ home ]
[ Cos'e' l'ANOLF ][ Servizi utili ]
[ Indirizzi ANOLF ][ Oltre le Frontiere ]
[ Convenzioni bancarie ] [ L'ANOLF per gli studenti ]