Attualita' ANOLF

Ministero dell'Interno

n. 300.C/227729/12/207/1^DIV.

Roma, 16 dicembre 1999

  Ai Sig. Prefetti della Repubblica Loro Sedi
  Al Sig. Commissario del Governo per la provincia di Bolzano
  Al Sig. Commissario del Governo per la provincia di Trento
  Al Sig. Presidente della Giunta regionale della Valle d'Aosta Aosta
  Ai sig. Questori della Repubblica Loro Sedi
  Ai sigg. Dirigenti le zone di Polizia di frontiera Loro Sedi
e, p.c. Al Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri Roma
  Al Comando Generale della Guardia di Finanza Roma

OGGETTO: D.P.C.M. 16.10.1998. Procedure di regolarizzazione per lavoro autonomo.

A seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n.114 recante "Riforma alla disciplina relativa al settore del commercio", che ha tra l'altro abolito il registro degli esercenti il commercio, le Camere di Commercio hanno interrotto il rilascio dei nulla osta all'avvio delle procedure di iscrizioni al REC, così come era stato indicato nella circolare del Ministero dell'Industria n.3455/C datata 18.11.1998 e trasmessa da questo Dipartimento a codesti Uffici con circolare p.n. del 14.12.1998.

Ciò posto, al fine di conoscere quale Ente, venuta meno la competenza dei REC, sia abilitato al rilascio del nulla osta previsto dal D.P.C.M. del 16.10.1998, questo Ministero ha interessato il Dicastero dell'Industria, il quale ha ritenuto che per le attività commerciali definite nella nuova disciplina il suddetto nulla osta debba essere rilasciato dai Comuni in quanto destinatari delle richieste di autorizzazione a svolgere attività commerciali, nonchè organi competenti a valutare la sussistenza dei requisiti richiesti dalla legge.

Lo stesso Ministero dell'Industria ha, peraltro, precisato che essendo ancora soggette all'iscrizione al REC le attività di somministrazione di alimenti e bevande e quelle ricettive, oltre che di commercio all'ingrosso, il nulla osta per l'esercizio delle suddette attività verrà ancora rilasciato dalle Camere di Commercio.

Tanto premesso, si ritiene che gli stranieri che abbiano presentato istanza di regolarizzazione e che non abbiano già esibito il nulla osta della Camera di Commercio, anche se provvisorio, dovranno produrre quello rilasciato dal Comune competente per territorio tenuto conto che il D.P.C.M. 16 ottobre 1998 richiede, comunque, la presentazione di un nulla osta "dell'organo competente per l'iscrizione in albi o registri per il rilascio dell'autorizzazione o licenza o per la ricezione della denuncia di inizio di attività".

Per quanto riguarda il requisito del possesso delle risorse occorrenti per l'attività da intraprendere il Ministro dell'Industria, con circolare del 29.11.1999 n.598454, in relazione anche a quanto stabilito dall'art.39 del Regolamento di attuazione del D.L.vo 286/98, ha invitato le Camere di Commercio ad "attrezzarsi" affinchè possano corrispondere alle richieste di attestazione di parametri di riferimento riguardanti la disponibilità di risorse finanziarie occorrenti per l'esercizio dell'attività svolta dal richiedente, anche procedendo, "per le attività più frequenti sul territorio di competenza, a valutazione in via anticipata delle risorse finanziarie occorrenti per l'esercizio di dette attività nell'ambito provinciale.

Si pregano, pertanto, le SS.LL., al fine di pervenire ad una sollecita definizione delle pratiche di regolarizzazione per lavoro autonomo ancora pendenti per le motivazioni sopra rappresentate, di voler provvedere a sensibilizzare i Comuni competenti, affinchè provvedano a rilasciare in tempi brevi i necessari nulla osta e le Camere di Commercio ai fini dell'individuazione delle specifiche risorse occorrenti per i vari tipi di attività.

Il Direttore Centrale


[ inizio pagina ][ home ]
[ Cos'e' l'ANOLF ][ Servizi utili ]
[ Indirizzi ANOLF ][ Oltre le Frontiere ]
[ Convenzioni bancarie ] [ L'ANOLF per gli studenti ]