Attualita' ANOLF

 

Ministero del lavoro e della previdenza sociale

Direzione Generale per l’Impiego

Servizio per i problemi dei lavoratori immigrati extracomunitari e delle loro famiglie.

 

Roma 12 luglio 2001

Prot. n. 3600

CIRCOLARE N. 68/2001

  Provincia Autonoma di Trento Dip.to Servizi Sociali Servizio Lavoro  
TRENTO
  Provincia Autonoma di Bolzano Prot. n. 2665 del 18/5/2001 Rip. 19 – Uff.Lavoro – Isp.Lavoro  
BOLZANO
  Regione Autonoma Friuli V.G. Agenzia Regionale per l’Impiego Servizio dei conflitti del lavoro  
TRIESTE
  Direzioni Regionali del Lavoro del Veneto Settore Politiche del Lavoro Settore Ispezione del Lavoro  
VENEZIA
  Direzioni Provinciali del Lavoro Veneto Servizio Politiche del Lavoro Servizio Ispezione del Lavoro  
LORO SEDI
  Direzioni Regionali del Lavoro della Emilia Romagna Settore Politiche del Lavoro Settore Ispezione del Lavoro  
BOLOGNA
  Direzioni Provinciali del Lavoro Emilia Romagna Servizio Politiche del Lavoro Servizio Ispezione del Lavoro  
LORO SEDI
  Direzioni Regionali del Lavoro del Piemonte Settore Politiche del Lavoro Settore Ispezione del Lavoro  
TORINO
  Direzioni Provinciali del Lavoro Piemonte Servizio Politiche del Lavoro Servizio Ispezione del Lavoro  
LORO SEDI
E,p.c. Direzioni Regionali del Lavoro Settore Politiche del Lavoro Settore Ispezione del Lavoro  
LORO SEDI
  Direzioni Provinciali del Lavoro Servizio Politiche del Lavoro Servizio Ispezione del Lavoro  
LORO SEDI
  Assessorati al lavoro Regionali e Provinciali e delle Province Autonome  
LORO SEDI
  Regione Siciliana Assessorato al Lavoro-Uff. Reg.le Lavoro Ispett. Reg.le Lavoro  
PALERMO
  Direzione Generale per l’Impiego Segreteria Collocamento dello Spettacolo  
ROMA
  Ministero degli Affari Esteri Gabinetto dell’On.le Ministro  
ROMA
  Ministero dell’Interno Gabinetto dell’On.le Ministro  
ROMA
  INPS – Direzione Generale
ROMA

OGGETTO: D.M. del 12.7.2001. Ulteriori anticipazioni flussi di ingresso per lavoro stagionale per l’anno 2001.

Al fine di corrispondere alle pressanti esigenze di manodopera da più parti segnalate, riguardanti i settori dell’agricoltura e alberghiero, è stata fissata con Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12.7.2001 una anticipazione dei flussi di ingresso pari a 6400 unità, esclusivamente per lavoro stagionale, in aggiunta alla programmazione di cui al DPCM del 9.4.2001 per il corrente anno.

Come di consueto, le DD.RR.LL. indicate nell’allegato prospetto devono ripartire le quote ivi assegnate tra le singole province secondo i fabbisogni riscontrati, al fine di consentire, nel pieno rispetto della legislazione, l’avvio immediato dei lavoratori stagionali interessati, tramite il rilascio delle relative autorizzazioni.

FIRMATO

IL DIRETTORE GENERALE

Daniela CARLA'


PROSPETTO ALLEGATO

Regioni
Autorizzazioni rilasciabili per lavoro stagionale
PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
1.800
PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
1.700
REGIONE EMILIA ROMAGNA
1.500
REGIONE VENETO
1.000
REGIONE PIEMONTE
200
REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA
200
TOTALE
6.400

 


 

Decreto Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

Roma, 12 luglio 2001

VISTO il T.U. delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, emanato con D.L.vo 25 luglio 1998, n. 286 e successive modificazioni;

VISTO in particolare l’art.3 comma 4, relativo alla definizione annuale con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentiti i Ministri interessati e le loro competenti commissioni parlamentari, delle quote massime di stranieri da ammettere nel territorio dello Stato, per lavoro subordinato- anche per esigenze di carattere stagionale- e per lavoro autonomo, tenuto conto dei ricongiungimenti familiari e delle misure di protezione temporanea eventualmente disposti a norma dell’art.20 del suddetto Decreto Legislativo;

VISTO il relativo Regolamento di attuazione di cui al D.P.R. 31 agosto 1999, n.394;

VISTO il Documento programmatico relativo alla politica per l’immigrazione degli stranieri nel territorio dello Stato, emanato per il periodo 2001-2003 con Decreto del Presidente della Repubblica del 30 marzo 2001 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 maggio 2001 n. 112, suppl. n. 119;

VISTI la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 febbraio 2001 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 marzo 2001 n. 52, di anticipazione dei flussi di ingresso per l’anno 2001 ed il D.P.C.M. del 9 aprile 2001 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 maggio 2001 n. 113 di programmazione dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari per lo stesso anno;

TENUTO CONTO delle richieste di manodopera straniera a carattere stagionale, nei settori dell’agricoltura ed alberghiero, per le quali è necessario provvedere, in aggiunta alle quote già assegnate, in base al predetto Decreto di programmazione dei flussi di ingresso per il corrente anno;

RITENUTO di dover provvedere con urgenza, conformemente alla normativa vigente, all’anticipazione di n. 6400 ingressi per lavoro stagionale da ripartire in relazione alle esigenze rese note a livello regionale;

VISTA la comunicazione fatta nella seduta del Consiglio dei Ministri dell’11/7/2001;

DECRETA

Per quanto evidenziato in premessa, è consentito l’ingresso in Italia per motivi di lavoro subordinato, esclusivamente a carattere stagionale, ai cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero, entro una quota totale di 6400 unità, così ripartita :

Ai sensi dell’art. 5 D.L.vo 286/98, la durata del permesso di soggiorno non può essere superiore a nove mesi.

IL MINISTRO

F.to Maroni


[ inizio pagina ][ home ]
[ L'ANOLF per gli studenti ]
[ Cos'e' l'ANOLF ][ Servizi utili ]
[ Indirizzi ANOLF ][ Oltre le Frontiere ]