Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

CISL e ANOLF campagna infografica “Conosciamo il fenomeno migratorio - costruiamo un mondo senza odio”

foto infograficaLa campagna infografica predisposta da Cisl e Anolf intitolata “Conosciamo il fenomeno migratorio - costruiamo un mondo senza odio” nasce dall'esigenza di fornire informazioni corrette in relazione al fenomeno migratorio nelle sue diverse dimensioni.

Un contributo, utile a costruire una società solidale e senza odio in cui legalità e sicurezza non vadano in collisione con accoglienza e diritti. Partendo da semplici domande Cisl e Anolf hanno cercato di supportare in modo costruttivo un dibattito più aperto che mai.

 Un viaggio sindacale che ha toccato i seguenti punti:

1) Conoscere il fenomeno migratorio;

2) Migranti nel mondo ed in Europa;

3) Emigrazione ed immigrazione in Italia;

4) Sbarchi in Europa;

5) Contributo dei lavoratori stranieri nel mercato del lavoro italiano;

6) Minori e cittadinanza italiana;

7) Basta bufale sugli immigrati!  

 

Scaricate e prendete visione degli allegati.

 

CORSO ATTIVISTI 2019 – IL LAVORO SINDACALE NELLA DIMENSIONE INTERNAZIONALE

people-2557399 1280 Dal 29 al 31 maggio 2019 si terrà il 6° corso attivisti regionali: tre giornate di incontri, dibattiti e proiezioni, promosse da ISCOS – ANOLF – Dipartimento internazionale regionali di Marche, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. Il corso ha l’obiettivo di fornire un quadro aggiornato sulle interdipendenze tra la dimensione nazionale, europea e internazionale del sindacato al fine di stimolare una riflessione su tale argomento e per offrire un contributo nel rilancio della strategia complessiva in vista dell’Assemblea organizzativa confederale CISL.

Quest’anno l’appuntamento è ad Ancona, in parte presso le sedi della CISL Marche e in parte presso il teatro delle Muse.

Il corso è rivolto a:
• operatori e responsabili Anolf, Iscos e del Dipartimento internazionale regionali
• sindacalisti e operatori sindacali/responsabili delle attività internazionali di categorie e delle strutture territoriali
• delegati/RSU
• studenti universitari e giovani
• attivisti del volontariato (lavoratori e pensionati) e di altre organizzazioni della società civile

Attachments:
Download this file (Programma CORSO ATTIVISTI 2019.pdf)Programma CORSO ATTIVISTI 2019.pdf[ ]142 Kb

Migrazione è Opportunità: il convegno di Anolf Piemonte in collaborazione con Fondazione Nocentini.

anolf piemonte paolo pozzo Si è svolto giovedì 16 maggio al Polo del ‘900 di Torino il convegno promosso da Anolf Piemonte, presidente Paolo Pozzo, in collaborazione con la Fondazione Vera Nocentini, dal titolo: “Migrazione È Opportunità: competenze, professionalità e risorse in movimento”, una positiva occasione per parlare di migrazioni e mobilità circolare, sperimentando nuove chiavi di lettura per raccontare un fenomeno sempre più spesso descritto solo come un problema. L’idea è stata quella invece di mettere in risalto gli aspetti positivi, il plusvalore portato dallo scambio delle esperienze umane, professionali ed economiche che la migrazione rappresenta per le società di origine e per quelle di accoglienza. Durante la conferenza è stata proiettata in prima visione il documentario “MORE – Mobility Opportunities and Regular Migration: esperienze di migrazione legale e mobilità circolare dal Marocco e dalla Tunisia”. La conferenza è conseguita nell’ambito del progetto FRAME, VOICE, REPORT, realizzato dal Consorzio delle Ong Piemontesi con il contributo dell’Unione Europea.

 

 

Forum Terzo Settore “Codice di Qualità e Autocontrollo – Linee Guida”

foru

Il Codice di Qualità ed Autocontrollo (CQA) è un documento che contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità che ha una organizzazione nei confronti di tutti gli stakeholder e dell’interesse generale. Una sorta di profilo di riferimento strategico ed etico dell’organizzazione, un elemento cardine della reputazione e della rendicontazione dell’organizzazione. Il Codice contiene anche indicazioni da tenere verso i comportamenti che sono in contrasto con le disposizioni legislative, con i valori deontologici, con l’etica associativa.

Il Codice di Qualità e Autocontrollo rappresenta l’occasione per aprirsi al confronto e al giudizio degli stakeholder e per andare oltre i controlli di sola natura amministrativa. Una grande opportunità per mettere in evidenza alcune delle peculiarità del Terzo settore italiano: il metodo partecipativo e democratico, l’inclusività e l’attenzione alla persona. Si tratta di norme di comportamento volontarie, di un modello autoredatto di prassi comportamentali che può essere applicato ai processi decisionali ed organizzativi delle organizzazioni di Terzo settore.

Le Linee Guida sono state adottate dall’assemblea del Forum del Terzo Settore per diventare una matrice culturale comune tra tutti gli associati.

 

Di seguito il link dove poter scaricare le linee guida anche in formato PDF  

 

Linee Guida del Codice di Qualità e Autocontrollo 

 

http://www.forumterzosettore.it/files/2019/01/CQA_LineeGuida_completo.pdf

 

Progetto “Ensemble” Expectations and Non-formal Skills to Empower Migrants and to Boost Local Economy

ensembleIl progetto mira a sviluppare un MECCANISMO INNOVATIVO NFIL, a disposizione dei formatori, per identificare e valutare le competenze dei migranti e consentire loro di svolgere un ruolo centrale nel processo d’integrazione.

Il MECCANISMO utilizza immagini, video e sequenze d’immagini, per consentire agli orientatori, ai formatori e agli utenti di identificare le aree e il grado di competenza in modo esplicito, rapido ed economico. Gli approcci basati su video e simulazioni consentono una valutazione affidabile delle competenze professionali.

Il MECCANISMO INNOVATIVO NFIL conterrà inoltre strumenti per la facilitazione della relazione operatore/migrante quando il mezzo linguistico non è sufficiente alla comunicazione.

ENSEMBLE coinvolgerà direttamente:
– almeno 150 formatori ed operatori del mondo della formazione professionale;
– 100 migranti con bassa qualificazione, provenienti da paesi extra UE, di età compresa tra i 18 i 55 anni, arrivati in Unione europea da meno di un anno (se possibile);
– 50 stakeholders del tema.

Leggi tutto...