Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Cisl e Anolf in corteo contro le mafie

padova Il 21 marzo è la 13esima Giornata internazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Libera (rete di associazioni coinvolte nell’impegno non solo contro le mafie, ma anche per la giustizia sociale e una legalità democratica fondata sull’uguaglianza) organizza annualmente una manifestazione: quest’anno la piazza principale in cui si è svolta la lettura delle vittime di mafia è stata quella di Foggia, ma simultaneamente in moltissime altre piazze non solo italiane, ma anche europee e dell’America Latina.  
La CISL Puglia, Foggia, Padova e Rovigo e la CISL del Veneto sono state promotrici, insieme al coordinamento regionale di Libera, della manifestazione, tra le associazioni di volontariato aderenti l’ANOLF Padova e Rovigo.

La giornata coincide, idealmente, con l’inizio della primavera “perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale” e rappresenta un momento importante affinché il ricordo e la commemorazione di tutte le vittime della criminalità organizzata possano unirsi nel nostro quotidiano impegno civile. Per tale motivo l’iniziativa coinvolge non solo i giovani e il mondo della scuola, luogo per eccellenza della memoria e dell’educazione alla cittadinanza e alla legalità, ma la cittadinanza nel suo insieme, in quanto corresponsabile dei diversi contesti territoriali.

 

Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale. ANOLF “Lavoriamo per eliminare gli elementi di discriminazione”

NO-A-TUTTI-I-RAZZISMILa data è stata scelta in ricordo del massacro di Sharpeville del 1960, la giornata più sanguinosa dell'apartheid in Sudafrica: 300 poliziotti bianchi uccisero 69 manifestanti che protestavano contro l'Urban Areas Act che imponeva ai sudafricani neri di esibire uno speciale permesso se venivano fermati nelle aree riservate ai bianchi. Una speciale commissione d'inchiesta denunciò il comportamento della polizia, mentre l'operato del governo sudafricano venne ufficialmente condannato dall'ONU.

Leggi tutto...

“LONG LIFE WELFARE” CAMPANIA

foto napoliPrendono il via i seminari regionali organizzati da Anolf Nazionale in veste di capofila, in collaborazione con Anteas Nazionale e Idos nell’ambito del progetto “Long Life Welfare” finanziato dalla Fondazione per il Sud.

Apripista il territorio campano che nella location di Napoli ha ospitato il primo dei sei incontri dedicati a favorire la conoscenza e le modalità di accesso alle prestazioni socio-assistenziale, dedicate agli over 65 e agli immigrati residenti in Italia.

Le regioni interessate dal progetto, che si pone come principale obiettivo quello di in-formare 500 facilitatori dei temi di Welfare, sono la Campania, la Puglia, la Basilicata, la Sicilia, la Calabria e la Sardegna e su ciascun territorio, gli attori di questa azione pilota cureranno un seminario di incontro per promuovere la partecipazione alla formazione e-learning.

Nella giornata di lavori partenopei, sono intervenuti in rappresentanza delle strutture nazionali la vice presidente vicaria dell'Anolf, Maria Ilena Rocha, di idos, Ginevra Demaio e Massimiliano Colombi per Anteas che ha coordinato la giornata dei lavori. È intervenuta anche la presidenza regionale dell’Anteas e la segreteria CISL Napoli - Campania nella cui sede FNP CISL Campania– via Depretis n. 102, ha avuto luogo l’iniziativa. Per definire la dimensione locale, hanno fornito il loro contributo la sociologa Rossella Gatti che per Idos ha fotografato il fenomeno su base regionale e il Presidente Anolf Campani Khalid Saady che da delineato il percorso che si pongono come struttura regionale.

 

 

“LONG LIFE WELFARE” BASILICATA E SICILIA

134Nell’ambito del progetto Long Life Welfare, promosso da Anolf Nazionale, in collaborazione con Anteas Nazionale e Idos, si annuncia un mese ricco di iniziative.

La prima in ordine di tempo il 13 marzo, nella sede della Cisl Basilicata a Potenza interverranno in favore della diffusione del progetto il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella; il vice presidente nazionale dell'Anteas, Raffaele Caprio; la vice presidente vicaria dell'Anolf, Maria Ilena Rocha; il presidente di Idos, Ugo Melchionda; la referente regionale di Idos, Paola Andrisani; il presidente regionale dell'Anolf, Mario Zaccagnino; il presidente regionale dell'Anteas, Nicola Pica. Coordinerà i lavori Ilaria Fontanin dell'Anolf nazionale.

Il 16 si replica l’appuntamento In Sicilia, nella location di Villa Niscemi a Palermo dove, dopo il saluto del Segretario Generale della Cisl, Mimmo Milazzo e del Segretario Generale del FNP Giulio Alfio, la Vicepresidente Anolf Maria Ilena Rocha ci guiderà nel vivo del progetto, e su cosa possiamo fare insieme. Seguiranno gli interventi di Massimiliano Colombi, direttore di Anteas Nazionale, e di Franco Pittau di Idos. Saranno poi Giusi Tumminelli sempre di Idos a illustrare gli aspetti demografici locali e Valentina Campanella, presidente dell’Anolf Sicilia, le ricadute del progetto sul livello regionale. Concluderà i lavori la Presidente regionale Anteas Rosaria Aquilone.

 

Attachments:
Download this file (Basilicata 13 marzo.pdf)Basilicata 13 marzo.pdf[ ]567 Kb
Download this file (Sicilia 16 marzo.pdf)Sicilia 16 marzo.pdf[ ]546 Kb

Coordinamento Nazionale Donne Immigrate ANOLF: "STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE" in multilingue.

STVIl prossimo 8 marzo ricorre la Giornata Internazionale della Donna, definita, più comunemente, “Festa della Donna” o “Giornata della Donna”, per ricordare tutte le conquiste delle donne in ambito economico, politico e sociale ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne, purtroppo, continuano ad essere sottoposte in tutto il mondo. Il Coordinamento Donne Immigrate Anolf in sintonia con il Coordinamento Donne CISL continua a battersi contro questa preoccupante realtà "LA VIOLENZA SULLE DONNE". Quest'anno il manifesto del Coordinamento Nazionale Donne ANOLF, Resp.bile donne - Vice Presidente Vicario ANOLF Maria Ilena Rocha, non è a scadenza e varrà fin tanto che esisterà,purtroppo, la violenza per far capire a tutte le donne e agli uomini, che insieme si può dare vita al cambiamento e debellare questa piaga sociale -"Valorizzare dando più opportunità alle donne in tutti i livelli è fondamentale - dichiara Mohamed Saady Presidente Nazionale ANOLF - per contrastare disuguaglianze, discriminazioni e qualsiasi forma di violenza".