Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Giornata Internazionale contro le Mutilazioni Genitali Femminili

Manifesti20AnolfL’Anolf Nazionale, insieme al Coordinamento Nazionale Donne Anolf , hanno prodotto un manifesto (formato PDF E JPG) per celebrare la "Giornata Internazionale contro le Mutilazioni Genitali Femminili" (MGF) del prossimo 6 febbraio.
Una piaga, purtroppo, ancora troppo presente in molte parti del mondo, che lede la salute fisica, psichica e la dignità di migliaia di donne e bambine.
Una pratica esecrabile contro cui dobbiamo continuare a batterci ogni giorno, tutto l'anno.
In questi anni, le nostre realtà, hanno dimostrato  sensibilità verso quest'argomento che spesso ha dato vita a partecipati momenti di confronto e  grande sensibilizzazione.

Attachments:
Download this file (Manifesti%20Anolf.jpg)Manifesti%20Anolf.jpg[ ]348 Kb

MANIFESTAZIONE UNITARIA NAZIONALE CGIL CISL UIL 9 FEBBRAIO 2019 – ROMA, PIAZZA DEL POPOLO

B1

la Cisl ha espresso con fermezza l’insoddisfazione per le misure contenute nella legge di stabilità finanziaria approvata dal Governo.

Le Confederazioni hanno anche rappresentato, al Presidente del Consiglio, senza trovare ascolto, le priorità e le proposte presenti nella piattaforma unitaria (https://www.cisl.it/attachments/article/10795/PIATTAFORMA.pdf) , in cui si rilancia una visione diversa di crescita del Paese, centrata sul lavoro, sugli investimenti, su un fisco più giusto ed equo, sulla rivalutazione delle pensioni e sulla valorizzazione del welfare, dalla sanità, dall’istruzione e dalla Pubblica Amministrazione.

Per questo motivo i Segretari Generali di CGIL CISL UIL hanno indetto per la mattina del 9 febbraio p.v. una MANIFESTAZIONE NAZIONALE UNITARIA, che si terrà a seguito del corteo, in Piazza del Popolo a Roma.

Una Manifestazione che vuole essere un momento di partecipazione attiva per rilanciare il messaggio e l’impegno del sindacato.

ANOLF BASILICATA Progetto "AMERETE POTENZA - Rete del Volontariato Potentino - Per la coesione e l'inclusione sociale"

maniIl prossimo 25 gennaio 2019 ore 16,30 presso il Salone dei Rifugiati - Contrada Bucaletto - Potenza, si svolgerà l’evento finale del PROGETTO "AMERETE POTENZA - Rete del Volontariato Potentino - Per la coesione e l'inclusione sociale"- Bando di sostegno a programmi di volontariato 2015 - Reti Locali, finanziato da Fondazione CON IL SUD.

L'ANOLF Basilicata, come membro attivo all'interno del CSV (Centro Servizi Volontariato) di Potenza e di AMERETE POTENZA - Rete del Volontariato Potentino, fin dal momento della sua adesione ha sostenuto svariate iniziative promosse dalla rete, sia per la costruzione della cultura dell'accoglienza e della fratellanza delle popolazioni straniere presenti sul territorio cittadino, sia sul tema del civismo e delle pratiche partecipative. Obiettivo del progetto, ormai in conclusione, è stato rafforzare/integrare i servizi che sul territorio sono disponibili a beneficio dei cittadini, con una specifica attenzione ai migranti.

Nello specifico si sono attivati/consolidati 4 sportelli di orientamento al cittadino d’origine immigrata, una biblioteca multiculturale chiamata "Malala" e un report sulle dinamiche dello straniero in città. Nell' azione di programma- SPECIALIZZAZIONE DEGLI SPORTELLI, volta mettere a sistema tutte le specifiche esperienze di ognuno dei partner, l’ANOLF Regionale della Basilicata, ha inteso potenziare i livelli di informazione, comunicazione e sensibilizzazione nell’ambito delle politiche d’integrazione rivolte ai cittadini di paesi terzi, in quanto con la propria attività, si adopera specificatamente di: sostenere e migliorare l’accesso ai servizi dei soggetti migranti, per garantire un’adeguata integrazione sociale; sostenere l'aumento della consapevolezza dei diritti e dei doveri dei cittadini; dare vita ad un’integrazione reale delle azioni, anche potenziando quanto è già presente nella realtà odierna, connettendo servizi e sistemi, bisogni, domande ed offerte a supporto di una realtà sempre più multiculturale, nel rispetto e valorizzazione di tutte le diversità.

 

 

Cara amica ti salutiamo

graziaGrazia Girmena, Presidente ANOLF Siracusa, amata e stimata da tutti, persona meravigliosa, lascia sulla terra le tracce luminose delle sue grandi virtù in favore anche del complesso mondo dell’immigrazione e del volontariato.

Grazia ha insegnato tanto, valorizzando la realtà immigratoria del territorio siciliano, ha rappresentato per l’ANOLF -CISL, un saldo punto di riferimento per tante donne, giovani e immigrati.

Desideriamo esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia Girmena, assieme a quelle degli amici dell’ANOLF e della CISL che negli anni, ha potuto apprezzare il suo grande impegno, sempre espresso con immensa umanità, fratellanza e professionalità.

La Presidenza Nazionale ANOLF

 

Migranti. Cgil, Cisl, Uil: "Il Governo italiano e i paesi UE si attivino con urgenza per sbarco immediato da navi Sea Watch e Sea Eye"

Sea Watch e Sea Eye "Cgil Cisl Uil esprimono una forte preoccupazione per la vita dei 49 migranti (tra cui donne e bambini) soccorsi dalle navi delle ONG Sea Watch e Sea Eye, bloccate in mare da diversi giorni; chiediamo al Governo italiano ed a tutti i paesi membri dell'UE di attivarsi con urgenza per lo sbarco immediato dei migranti in un porto sicuro, affinché possano ricevere l’assistenza necessaria e l’accoglienza dignitosa". È quanto si legge in una nota unitaria di Cgil Cisl Uil. "Come più volte abbiamo sostenuto, il Governo italiano e i Governi europei devono addottare una politica comune in materia d’accoglienza dei richiedenti asilo, garantire la protezione umanitaria e il rispetto dei diritti umani anche attraverso i corridoi umanitari, nonché aprire le vie legali d’ingresso per i migranti economici che giungono in Europa alla ricerca di una vita migliore. Garantire il salvataggio e il soccorso per chi fugge da guerre, conflitti, catastrofi ambientali, povertà e fame è l’imperativo per onorare gli accordi internazionali sottoscritti in materia. Le politiche securitarie, di chiusura e respingimenti finora perpetuate e reiterate si sono dimostrate inadeguate, e hanno prodotto gravi violazioni dei diritti umani e troppe morti di uomini, donne e bambini. Abbiamo raggiunto un livello di guardia, che impone un cambiamento serio, responsabile e lungimirante, poiché è in gioco il futuro della nostra umanità e dei principi fondanti dell’Unione Europea".