Direttiva sul permesso unico per soggiorno e lavoro - continua l'iter per l'approvazione

Stampa
PDF

Approvato in prima lettura dalla Commissione Libertà Civili, Giustizia ed Affari interni del Parlamento Europeo, la direttiva sul "permesso unico" di soggiorno e di lavoro per i cittadini provenienti da paesi terzi.

La direttiva, proposta dal Consiglio nel mese di ottobre 2007, pur non incidendo né sulle norme relative all’ammissione di cittadini extracomunitari, né sulla durata del permesso e sulle sue condizioni di rilascio, rinnovo e revoca, settori che rimangono tutti disciplinati esclusivamente a livello nazionale, mira ad istituire una procedura unica di domanda per il rilascio di un permesso unico che consenta ai lavoratori migranti di soggiornare e lavorare nel territorio di uno Stato membro. La direttiva definisce anche un insieme comune di diritti per i lavoratori di paesi terzi che soggiornano legalmente in uno Stato membro

PDF_IconProposta di direttiva