ANOLF Piemonte: "Progetto SALEMM, solidaritè avec les enfants du Magreb et Mashreq"

Stampa
PDF

logo-salemmLa questione dei migranti minori non accompagnati (MNA) è di grande attualità, se si considera che l'Unione Europea rappresenta una destinazione, in maniera sempre più crescente, per migliaia di minori separati dai loro genitori o da altri membri della famiglia, provenienti soprattutto dalle regioni dell'Africa del Nord.

E' in questo contesto che il progetto SALEMM intende ridurre la vulnerabilità dei minori/giovani alla migrazione irregolare, attraverso il rafforzamento dei sistemi d'inclusione sociale, culturale ed economica nei territori d'origine, coinvolgendo Attori Pubblici (AP) e della Società Civile (ASC) nella costruzione di un sistema di servizi sociali di prossimità nei seguenti ambiti:


a) animazione sociale: attività che favoriscano la
socializzazione e rispondano al bisogno di spazi di
partecipazione dei giovani nella costruzione della
propria personalità;
b) formazione professionale: sostegno alla
preparazione dei giovani al loro successivo inserimento
nel mondo del lavoro;
c) orientamento educativo: sostegno ad un percorso
scolastico difficile o al reinserimento scolastico dei
giovani in percorsi educativi sia formali che informali;
d) sostegno psicosociale: sostegno alle famiglie
dei giovani vulnerabili allo scopo di promuovere un
percorso sociale ed un sostegno emotivo a livello
familiare, affinché un eventuale progetto migratorio
irregolare all'estero possa essere convertito in un
percorso di integrazione nel tessuto economico,
educativo e sociale locale.

Il progetto verrà realizzato nelle seguenti province di tre paesi in Africa del Nord, Marocco (Khouribga e Beni Mellal); Tunisia (Tunisi); Egitto (Fayoum), dove il fenomeno della migrazione minorile è particolarmente significativo e indirizzato verso territori specifici di destinazione, in Italia, Torino e Milano, e in Francia, Marsiglia. Il progetto sarà realizzato dal FPMCI (Fondo Provinciale
Milanese per la Cooperazione Internazionale) quale capofila, in partenariato con ANOLF Torino e le Missioni dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) del Cairo, Tunisi, Rabat, Roma e Marsiglia e in collaborazione - relativamente ai diversi ambiti di lavoro – con: Università/Centri Studio; autorità locali e nazionali dei territori/paesi coinvolti responsabili delle politiche educative, d'inclusione sociale ed economica dei minori/ giovani ; ASC attive nel campo della protezione dei minori/giovani; istituzioni responsabili per la formazione degli operatori sociali.

Scarica Scheda sintesi progetto