Giornata internazionale dei migranti. ANOLF "continuiamo nella nostra azione di accoglienza, di diritto all'integrazione e di promozione della solidarietà tra i popoli "

Stampa
PDF

image006Il 18 dicembre si celebra la giornata internazionale dei migranti. Questa giornata fu istituita ufficialmente dall'ONU nel 2000 da un'idea nata alcuni anni prima in Asia quando, nel 1997, alcune decine di organizzazione per i migranti iniziarono a celebrare e a promuovere la data del 18 dicembre come Giornata Internazionale di Solidarietà con i Migranti.


Quest'anno, la Confederazione europea dei sindacati (CES), in inglese European Trade Union Confederation (ETUC), dedica proprio ai lavoratori migranti, una brochure che riflette i diritti fondamentali, tra cui quello a lasciare il proprio Paese d'origine, il diritto alla vita, e quindi a non essere sottoposti a trattamenti degradanti o a tortura, a esercitare la libertà di pensiero, religione e coscienza, esprimendo la propria solidarietà per i migranti privi di documenti, costretti a vivere nella clandestinità, privi di diritti per se e le proprie famiglie.
I migranti contribuiscono in modo sostanziale allo sviluppo, sociale, culturale ed economico dei paesi ospitanti come pure delle proprie comunità di origine. Troppo spesso non è valorizzato il loro fondamentale contributo, con il dibattito pubblico dominato da atteggiamenti xenofobi e discriminatori, sul lavoro e non solo.La discriminazione basata sulla condizione di migrante è una violazione dei diritti umani e anche un freno al lavoro dignitoso e all'integrazione sociale.
L'ANOLF Nazionale continua nelle sue azioni, quali l'accoglienza, il diritto all'integrazione e l'importanza della solidarietà tra i popoli e le singole persone.

Scarica brochure inglese

Scarica brochure francese