Cisl: bene la Consulta sulle ronde

Stampa
PDF

Comunicato stampa

CISL: BENE LA CONSULTA SULLE RONDE
ORA SI PENSI ALLE POLITICHE ATTIVE PER L’INTEGRAZIONE

La Cisl esprime soddisfazione per la sentenza della Corte Costituzionale che ha in parte bocciato le norme approvate dal Parlamento sulle cosiddette ronde, previste dal pacchetto sicurezza licenziato nel 2008-2009.

Il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, si era più volte pronunciato contro “un provvedimento di cui proprio non se ne sente la necessità”. La Consulta ha dato il via libera all'impiego di cittadini non armati per segnalare eventi che possano arrecare danno alla sicurezza urbana ma ha dichiarato illegittimo l'impiego delle ronde in situazioni di disagio sociale. “La sicurezza del territorio e dei cittadini – ha detto Bonanni – è già nelle mani della professionalità e dell’impegno delle forze dell’ordine. Al contrario è necessario assegnare le giuste risorse al comparto e attuare politiche attive per l’integrazione e inclusione sociale”.

Anche l’Anolf ha espresso soddisfazione per la sentenza della Consulta.

L’Associazione della Cisl per l’immigrazione, che in questi mesi ha monitorato su tutto il territorio italiano il gradimento del provvedimento da parte degli italiani, ha sottolineato come quello delle ronde “si conferma uno strumento inutile e pericoloso”.

(25 giugno 2010)