ANOLF e CISL in piazza Montecitorio a Roma il 20 novembre per "A scuola nessuno è straniero".

Stampa
PDF

Screenshot-2017-11-17 Sit-in cittadinanza del 22 12 2009 davanti Montecitorio promossa dallAnolf Giovani ed altre associazProsegue l'impegno della Cisl e Anolf Nazionale a sostegno della campagna della rete  "L'Italia sono anch'io" e "#Italianisenzacittadinanza" per richiamare il Parlamento al senso di responsabilità nei confronti dei tanti figli d'immigrati che vivono nel nostro paese e frequentano le nostre scuole, per l' approvazione definitiva della legge di riforma della cittadinanza entro fine novembre.

Come più volte ribadito dalla Segretaria Generale della CISL - Annamaria Furlan - "il riconoscimento della cittadinanza ai giovani figli di immigrati nati e cresciuti in Italia è un fatto di civiltà per il nostro Paese. Un altro rinvio non avrebbe senso. Abbiamo bisogno di un sussulto di responsabilità da parte di tutte le forze politiche per approvare la legge sullo Ius Soli".

Sulla stessa linea il Presidente Nazionale ANOLF - Mohamed Saady - che ribadisce con forza, vista l'importanza di questa battaglia, "di supportare questa campagna per non vedere più italiani con il permesso di soggiorno".

Il 20 novembre, Giornata Internazionale delle Nazioni unite per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, saremo in piazza in molte città italiane per ribadire ancora una volta l'urgenza della riforma. A Roma l'appuntamento è alle 16 in Piazza Montecitorio per un grande girotondo della cittadinanza.
Saranno presenti bambini e bambine di alcune scuole, accompagnati da insegnanti e genitori, e ci saranno alcuni dei musicisti che hanno sottoscritto l'appello promosso da artisti e scuole di musica per lo ius soli.
Verrà nuovamente lanciato lo sciopero della fame a staffetta promosso dagli insegnanti nei giorni scorsi e a cui hanno aderito associazioni, politici e intellettuali.

I girotondi della cittadinanza_Comunicato stampa