Long life welfare - Il volontariato a supporto della tutela e dell’autotutela

Stampa
PDF

Long Life WelfarePer una previdenza aperta agli immigrati e agli anziani:
Progetto "Long Life Welfare" avviato nel Meridione di Anolf Nazionale e Anolf Territoriali (Basilicata, Calabria, Napoli per la Campania, Foggia per la Puglia, Sardegna e Sicilia) con il supporto di Anteas e Idos e il contributo della Fondazione con il Sud.
Tra le azioni previste, verranno individuate 500 persone chiamate a essere beneficiare dirette delle attività di formazione che consentiranno loro di essere ripetitori e facilitatori delle conoscenze previdenziali, incrementando così la loro vicinanza con tutti gli utenti.

 

Il progetto è una sfida relativa a un target ancora poco tutelato e preso in considerazione: gli immigrati in invecchiamento che sono tra i più svantaggiati in un paese, il nostro, in cui il sistema di welfare è diventato particolarmente complesso. Una “classe” di persone con fragilità destinate a crescere numericamente e su cui ancora non si conosce molto. Una popolazione che spesso ha problemi ad interagire con le istituzioni a cause di barriere linguistiche, culturali e d’istruzione e che ha difficoltà ad essere tutelata. Si pensi alle donne immigrate, colf o badanti, spesso operanti in nero, che avrà difficoltà ad avere una pensione.

L’azione, finanziata integralmente da Fondazione con il Sud, intende contribuire alla risoluzione del problema: “Una positiva azione per il rafforzamento della rete nazionale di volontariato presente in maniera capillare nelle regioni selezionate, per una forte sinergia, di piena collaborazione con ANTEAS, IDOS e Fondazione con il Sud ” lo dichiara Mohamed Saady Presidente Nazionale ANOLF.

Per la sua originalità il progetto si configura come pilota ed intende rafforzare la rete nazionale di volontariato presente in maniera capillare nelle regioni selezionate. L’intenzione è quella di stabilire e consolidare collegamenti orizzontali e creare modalità di co-working in grado di proseguire anche dopo il termine del progetto, che avrà la durata di due anni.

IN ALLEGATO COMUNICATO STAMPA

 

 

 

 

Attachments:
Download this file (comunicato stampa LLW.pdf)comunicato stampa LLW.pdf[ ]279 Kb