“Diritti in Movimento” realtà del Foggiano. ANOLF – FAI - CISL FOGGIA - ONG SOLIDAUNIA.

Stampa
PDF

 

dnm1Da una consolidata collaborazione e una sintonia negli obiettivi ha preso il via un progetto promosso da tre realtà del Foggiano, ‘Diritti in Movimento’. Un lavoro di tre strutture, diverse per missione e obiettivi, che nella propria capacità di fare rete hanno potuto ampliare e potenziare l’offerta dei servizi ai soggetti più vulnerabili. L’ANOLF che assiste i lavoratori sotto il profilo legale e della tutela favorendo l’integrazione e la dignità , l’ONG SOLIDAUNIA che  offre , attraverso il dott. Antonio Scorpelli, medico volontario, visite e distribuzione di farmaci e la Fai - Cisl, il sindacato dei lavoratori del comparto alimentare,  che interviene a sostegno dei diritti dei lavoratori, in particolare quelli sfruttati hanno dato il via ad uno “Sportello mobile” con la consapevolezza che un problema complesso richiede energie e forze diverse. Lo sportello mobile è dunque un camper, che quotidianamente durante i suoi spostamenti, sosterà negli insediamenti di stranieri, lavoratori e non, del territorio, in particolare nelle vicinanze del capoluogo, presso Rignano Garganico e nei terreni limitrofi a Cerignola.  ‘Diritti in Movimento’ offre assistenza medica, legale e sindacale e fornisce ai lavoratori stranieri: informazioni sui diritti e sui doveri del lavoratore, assistenza sanitaria e medica con visite di medicina generale, consulenza legale, servizi di mediazione linguistico -culturale, informazioni sui corsi d’italiano, formazione professionale, informazione previdenziale e fiscale ed orientamento ai servizi del territorio. Diritti in movimento è un presidio di frontiera per gli immigrati, regolari e non, con particolare attenzione a coloro che sono impiegati in agricoltura che spesso sono vittime dei caporali e vivono in condizioni igieni che sanitarie, ma anche umane inammissibili. La loro dignità umana in primis, ma anche la loro dignità lavorativa ed ecco perché la presenza di Anolf e della Fai, per favorire il loro percorso di assistenza e guidarli nelle pratiche di regolarizzazione della loro permanenza sul territorio e del loro lavoro. Un percorso che si pone anche di contrastare il lavoro sommerso favorendo altresì la consapevolezza, nei migranti dei loro diritti. Il camper di ‘Diritti in Movimento’ è infatti attivo, anche, per l’assistenza nel disbrigo delle pratiche come il rilascio o il innovo del permesso o della carta di soggiorno, per ricongiungimento familiare, la coesione familiare, le istanze da inoltrare per i richiedenti Asilo, le iscrizione all’anagrafe ed i certificati di residenza, per le domande di disoccupazione, ma anche informazioni sui paghe e orari. Una risposta completa e non parziale alle esigenze dei migranti. Insomma una presa in carico a tutto tondo che come in un mosaico si compone di tanti tasselli per formare un quadro di speranza anche per i più vulnerabili  resa possibile dalla sinergia tra attori diversi, uniti da un unico vero obiettivo, ridare dignità alla persona.