Una rete d’inclusione sociale e un nuovo polo produttivo: si chiude con successo il progetto Alimentare, Watson!

Stampa
PDF

alessandria

Una rete sul territorio alessandrino per la quale si è gettate le basi e che è pronta a rinnovarsi per nuove progettualità, ma anche un nuovo polo produttivo alimentare che ha preso vita. Si chiude in questi giorni il progetto Alimentare, Watson! lanciato dall'Associazione di Promozione Sociale Cambalache, in collaborazione con diversi partner della provincia di Alessandria impegnati nel sociale tra cui ANOLF ALESSANDRIA , con l'obiettivo di favorire - attraverso la formazione e l'inserimento lavorativo in ambito agricolo e alimentare - l'inclusione di soggetti svantaggiati e a rischio marginalità.

Il progetto - reso possibile dal contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in collaborazione con la Regione Piemonte - ha coinvolto una ventina di beneficiari, in particolare persone con disabilità, disoccupati over 50 e rifugiati e richiedenti asilo, che hanno avuto l'opportunità di aderire secondo due modalità. Da una parte un percorso di formazione nell'ambito della panificazione, lavorando con un prodotto di eccellenza dal punto di vista nutrizionale e dall'altra due percorsi di avvicinamento all'agricoltura. Il progetto, ha permesso, in questi mesi, di definire e rafforzare, una rete che si è detta pronta a nuove produttive collaborazioni future, alcune delle quali stanno già prendendo vita.