ANOLF Bergamo APS "Condividere la conoscenza, trasformare l'azione in esperienza "

Stampa
PDF

LUIS

"Condividere la conoscenza e riflettere insieme per trasformare la nostra azione in esperienza"; è così che Adriano Allieri sintetizza il set formativo di Anolf Bergamo di cui è Presidente.

Oggi, in un giorno di sole sul lago di Lovere, nella sede locale di ANOLF si riuniscono gli operatori, i volontari e gli universitari delle Università di Brescia e di Milano Bicocca in stage presso la struttura bergamasca di Oltre Le Frontiere.

Alberto Bertuletti, man in law e amico di ANOLF illustra e disamina 3 casi affrontati nel corso dell'anno - particolarmente complessi e di esito vincente- raccolti in origine nell'attività sul territorio della Provincia. Spicca per suggestione e uso originale di un pronunciamento della Cassazione a Commissioni riunite relative all’acquisizione di cittadinanza ius sanguinis per discendenza materna che, pone l’accento Fatima Ezzara dell'ANOLF di Bergamo, "entra nel merito della costruzione reale della parità di genere e segna un passo positivo di realizzazione della società che vediamo possibile".

Allieri pone in discorso alcune novità normative e una visione d’intervento sulle prassi amministrative su ricongiungimenti, pds e cittadinanze prima della sessione pomeridiana durante la quale si discute vivacemente su una proposta di riorganizzazione della struttura e l'opportuno ampliamento degli strumenti per incidere più efficacemente sia nell'ambito intraorganizzativo che nel territorio e presso le istituzioni.

Proprio derivando le sue conclusioni dalla discussione collettiva, Candida Sonzogni, della Segreteria UST di Bergamo, richiama e sottolinea: "la scelta di ANOLF Bergamo di essere una APS, l'ha più marcatamente determinata ad essere non soltanto 'assistenza e servizio' - di nobile importanza- ma ancora maggiormente attiva e presente sul territorio a fianco delle persone e per costruire -come già fa- una società diversa e migliore".

Luis Lageder, Presidente di ANOLF Lombardia ha chiuso l'incontro con l'osservazione che "questi tempi ci colpiscono con urla e spintoni non per intimorirci nè per mortificare la nostra azione ma per costringerci ad ascoltare e vedere in modo costantemente nuovo e continuamente coraggioso per contagiare sempre più persone a essere concreti costruttori della società giusta ed equa che vogliamo".

 

 

Attachments:
Download this file (10.jpg)10.jpg[ ]66 Kb
Download this file (11.jpg)11.jpg[ ]68 Kb
Download this file (12.jpg)12.jpg[ ]92 Kb
Download this file (13.jpg)13.jpg[ ]84 Kb
Download this file (2.jpg)2.jpg[ ]212 Kb
Download this file (3.jpg)3.jpg[ ]48 Kb
Download this file (4.jpg)4.jpg[ ]79 Kb
Download this file (5.jpg)5.jpg[ ]41 Kb
Download this file (6.jpg)6.jpg[ ]50 Kb
Download this file (7.jpg)7.jpg[ ]171 Kb
Download this file (8.jpg)8.jpg[ ]84 Kb
Download this file (9.jpg)9.jpg[ ]70 Kb