ANOLF “Giornata internazionale del rifugiato” 18 DICEMBRE 2020

Stampa
PDF

Oggi si celebra la "GiornJBG 20 Giornata internazionale del rifugiatoata internazionale del rifugiato", indetta dalle Nazioni Unite, per commemorare l'approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.


Nostro malgrado siamo nuovamente a commemorare le vittime degli esodi forzati dalla povertà e dalle guerre. Negli ultimi anni, purtroppo, si sono susseguiti continui naufragi che sono costati la vita a centinaia di persone, donne e minori la cui vita è stata sconvolta, le cui comunità sono state distrutte, e il cui futuro resta incerto.
La Giornata internazionale del rifugiato rappresenta un momento per ricordare tutti coloro che si trovano in questa situazione e allo stesso tempo per intensificare il nostro sostegno.
Come ANOLF, ribadiamo l'importanza delle politiche di accoglienza, ascolto e mediazione culturale. Gli immigrati socialmente emarginati e culturalmente esclusi rischiano di diventare, più di altre figure sociali, facile preda di organizzazioni senza scrupoli, pronti a sfruttare la vulnerabilità di tanti uomini, donne e giovani. Per queste ragioni, oggi più che mai, presidiare il nostro segmento di solidale convivenza multietnica, multiculturale, multireligiosa riveste un grande rilievo etico, sociale e politico contro tutte le forme di discriminazione.
Bisogna condividere in modo coordinato, le responsabilità tra i 28 Paesi, accettando una semplice verità: l'Europa è un continente di immigrazione, abbiamo necessità di una vera e chiara linea politica comune di gestione dei flussi.
"La Giornata Internazionale del Migrante - conclude Saady - è un'occasione per ribadire con forza che la solidarietà non ha colore e che da parte della politica tutta devono giungere risposte coerenti, complete, fondate sui diritti umani per tutelare e proteggere le persone che fuggono da guerre e persecuzioni"