Direttiva di Parlamento Europeo e Consiglio che prevede l’estensione dell’ambito di applicazione della direttiva 2003/109/CE ai beneficiari di protezione internazionale

Stampa
PDF

europa19 maggio 2011 – Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'UE la Direttiva n. 2011/51/CE dell'11 maggio 2011, che modifica la direttiva 2003/109/CE estendendone l'ambito di applicazione ai beneficiari di protezione internazionale.

Gli indirizzi contenuti nella direttiva muovono dalla considerazione che "la prospettiva di ottenere lo status di soggiornante di lungo periodo in uno Stato membro dopo un certo lasso di tempo è un elemento importante per la piena integrazione dei cittadini stranieri nello Stato membro in cui essi soggiornano", nonché "per promuovere la coesione economica e sociale, obiettivo fondamentale dell'Unione". Alla luce di tali premesse, il Parlamento Europeo e il Consiglio ritengono pertanto opportuno "che i beneficiari di protezione internazionale possano ottenere lo status di soggiornante di lungo periodo nello Stato membro che ha concesso loro la protezione internazionale alle stesse condizioni applicabili agli altri cittadini di paesi terzi", e che, affinché tale status possa essere vero strumento di integrazione sociale, "in una vasta gamma di settori economici e sociali i beneficiari di protezione internazionale soggiornanti di lungo periodo godano, a determinate condizioni, dello stesso trattamento riservato ai cittadini dello Stato membro in cui soggiornano". La Direttiva detta inoltre le modalità di adeguamento da applicarsi nel caso in cui uno Stato membro, per un motivo previsto dalla direttiva 2003/109/CE, intenda allontanare un beneficiario di protezione internazionale che ha ivi acquisito lo status di soggiornante di lungo periodo.

Scarica

- Direttiva 2011/51/CE

- Direttiva 2003/109/CE