Diritti di cittadinanza. Anolf Reggio Emilia: "Non lasciamo che la nuova legge si allontani"

Stampa
PDF

giovani II genSono preoccupanti per la Cisl i dubbi del sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio di fronte alla legge sulla cittadinanza: Il sindaco non perda la speranze e l'ottimismo

Sono preoccupanti per la Cisl i dubbi del sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, di fronte alla legge sulla cittadinanza. Il sindaco, promotore della campagna per i diritti di cittadinanza "L'Italia sono anche io", ha infatti sostenuto l'importanza di una variazione della legge, ma nel contempo ne ha sottolineato le difficoltà: "Le oltre 100.000 firme che hanno approvato l'idea di una campagna di sensibilizzazione, ed azione, sul tema non sono che una minima parte di coloro che sono d'accordo. Oggi vediamo allontanarsi l'obiettivo, sia per l'incertezza dello scenario politico che per la rilevanza di altri temi Cisl".
A tali dichiarazioni, ha risposto Aziz Sadid, responsabile dell'Anolf Cisl reggiana: "Apprezzabile il realismo di Delrio sull'allontanarsi dello scopo, ma credo sia opportuno non perdere le speranze e quell'ottimismo che ci distingue, e penso che lo dobbiamo fare per tutti quei giovani che per una delle più discriminanti legge sulla cittadinanza, alla nascita devono essere inseriti sul permesso di soggiorno dei loro genitori piuttosto che essere iscritti all'anagrafe del Comune di residenza come cittadini italiani e non come stranieri. È compito di ciascuno di noi, soggetto politico e non sostenere la riforma delle legge di cittadinanza; certo, il quadro politico non permette di programmare e progettare, ma la predominanza dei temi della crisi non ci devono portare a seppellire un concetto basilare, riconoscere le persone come cittadini, basandoci su quel senso di appartenenza delle persone 'straniere' al territorio dove abitano".
Dopo l'appello al sindaco, Sadid si rivolge ai ragazzi: "Invitiamo tutti i ragazzi e le ragazze che si vedono negare il riconoscimento della naturalizzazione, pur essendo nati nel territorio reggiano, ad informarsi e presentare eventualmente ricorso per entrare in possesso del loro diritto".

Cisl Reggio Emilia