La formazione per l'occupabilità degli immigrati al centro del protocollo siglato da ANOLF e IAL

Stampa
PDF

antiracism-largeL'ANOLF Nazionale - Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere e lo IAL Nazionale - Innovazione Apprendimento Lavoro S.r.l. Impresa Sociale hanno siglato lo scorso 15 marzo un protocollo di durata triennnale, con il quale le due strutture intendono avviare una collaborazione a livello nazionale, regionale e territoriale sulle seguenti aree di interesse:

- definizione ed attuazione di nuovi e più efficaci strumenti e modalità di raccordo e consolidamento della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche).

- politiche attive del lavoro, con una particolare attenzione alle potenzialità offerte dalla bilateralità e dall'utilizzo strategico delle risorse finanziarie messe a disposizione dai Fondi interprofessionali, con l'obiettivo di indirizzarle sempre più in favore dei lavoratori immigrati.

- promozione ed impiego del contratto di apprendistato quale strumento privilegiato di ingresso degli immigrati nel mercato del lavoro;

- corsi di formazione di lingua italiana ed educazione civica volti ad ottenere il rilascio del permesso di soggiorno della Comunità Europea per soggiornanti di lungo periodo sia a migliorare le competenze occupazionali per l'inserimento socio-lavorativo;

- corsi di formazione per mediatori culturali con l'obiettivo di professionalizzare, aggiornare e favorire l'inserimento lavorativo di aspiranti mediatori la cui figura risulta fondamentale per promuove la conoscenza e la comprensione tra gli autoctoni ed i cittadini stranieri al fine di favorire un rapporto positivo fra soggetti di culture diverse;

- elaborazione di progetti per la formazione e per la selezione nei paesi d'origine, a partire dalle realtà dove l'ANOLF ha una presenza consolidata (Centro Africa, Maghreb, Marocco, Senegal, Tunisia e nei paesi dell'est europeo).

Scarica protocollo