ANOLF SARDEGNA vincitrice del “ Progetto VISA”

Stampa

VISA1L’ANOLF SARDEGNA è vincitrice, del Progetto VISA (Valorizzare le Interazioni per una Società Accogliente), partner di progetto è lo IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Srl Impresa Sociale che oltre a collaborare nella realizzazione delle attività attraverso le proprie risorse umane e logistiche ha fornito anche una quota di compartecipazione.

Il progetto proposto mira all’attivazione d’importanti sinergie tra soggetti pubblici, organizzazioni e privati a favore dell’integrazione sociale e scolastica, educativa e di scambio culturale, tra culture di origini differenti; un ruolo fondamentale è svolto, anche in quest’occasione, dalla CISL, da sempre in prima fila, con il suo impegno nel territorio, sulle tematiche dell’immigrazione.Da sottolineare il ruolo centrale che avranno le ANOLF territoriali, alle quali sarà richiesto un notevole impegno per la buona riuscita delle numerose azioni che si svolgeranno nel territorio Sardo sia dal punto di vista delle risorse umane che logistiche.

Per il progetto VISA sono state attivate nuove collaborazioni che supporteranno l’ANOLF nella realizzazione delle diverse attività previste dal progetto.La popolazione immigrata residente nell’isola conta 54.231 persone, pari al 3,29% della popolazione locale e all’1,05% della popolazione straniera presente in Italia, con un tasso di crescita sensibilmente superiore al dato nazionale. Si tratta prevalentemente di donne, minori e persone in età lavorativa, insediate nei territori di Sassari, Olbia e Cagliari. La Sardegna rappresenta un punto di passaggio per molti immigrati ma, chi rimane, tende a stabilirsi in via definitiva e costruire legami familiari e sociali duraturi. Fatto, questo, che richiede interventi concreti ed efficaci a sostegno dei processi d’integrazione sociale ed economica di una popolazione in crescita e che, considerati i trend demografici negativi registrati nell’isola, rappresenta una grande occasione di crescita. La proposta progettuale VISA, punta a realizzare un percorso continuo, ripetibile e consolidato di tessitura delle relazioni sociali –dichiara la Presidente Regionale ANOLF Sardegna, Genet Woldu Keflay - favorendo assieme alla CISL, Ial territoriali , Regionale Sardegna e i rispettivi partners, la costruzione di un linguaggio e di una cultura comune che parte dal coinvolgimento degli stakeholder , dall’integrazione interattiva, attivando una pratica di vita quotidiana che si richiami al rispetto delle forme democratiche di piena convivenza in contesti di pluralismo culturale.

Il progetto valorizzerà i seguenti punti:

--Promuovere l’incontro e lo scambio tra culture differenti come strumento di prevenzione del pregiudizio e della discriminazione.
– Stimolare giovani ad ampliare il concetto di italianità e di cittadinanza europea per facilitare il processo di identificazione con nuove realtà più complesse, ma al contempo accoglienti ed inclusive.
– Creare opportunità d’incontro e scambio interculturale aperto agli apporti del territorio e facilitare la nascita di reti amicali, di sostegno e di solidarietà.
– Favorire il dialogo intergenerazionale tra persone che condividono il medesimo spazio urbano.
– Sviluppare una pedagogia interculturale che rappresenti per le scuole del territorio un supporto per la valorizzazione delle diversità culturali.
– Favorire un’opportunità d’incontro di due realtà: quella dei ragazzi che chiedono accoglienza e quella dei ragazzi (allievi delle scuole) che quest’accoglienza potrebbero offrire valorizzando l’accoglienza come opportunità e non come impedimento allo sviluppo delle persone e delle comunità che le costituiscono;
– Sensibilizzare e formare la popolazione straniera e autoctona sul corretto utilizzo di delle nuove tecnologie ICT, sulla diffusione delle immagini sul web, sui pericoli e sugli strumenti di prevenzione del cyber bullismo e uso consapevole del social.

Vedi sito Progetto Visa https://www.anolfsardegna.it/progettovisa/