Ultime Notizie

Labor TV - Italiani

Progetto “agrisocial street food”

agro1Il progetto è finanziato dalla Fondazione Con il Sud e intende incrementare l’occupazione qualificata degli immigrati favorendone l’inserimento in posizioni di responsabilità all’interno delle imprese. Nello specifico, il progetto prevede di sviluppare, all’interno del soggetto responsabile, un nuovo ramo d’azienda che garantirà l’assunzione di 6 immigrati, 2 per ognuno dei 3 territori coinvolti nel progetto (Cosenza, Foggia, Napoli). Gli immigrati si occuperanno di commercializzare, mediante lo ‘Street food’, i prodotti delle filiere agro-alimentari locali, con un mix tra la tradizione gastronomica locale e quella dei paesi di provenienza. L’inserimento lavorativo rappresenta l’ultimo step di un percorso di selezione e accompagnamento degli immigrati, cui sarà fornito supporto psicologico e pratico per una piena integrazione sociale. Il percorso parte da un tirocinio formativo retribuito in agricoltura sociale per 15 immigrati al termine del quale verranno selezionati i 6 immigrati da inserire stabilmente. Gli immigrati inseriti sperimenteranno le ricette che uniscono le tradizioni locali con quelle dei paesi di provenienza, con la finalità di creare una linea di prodotti etnica. Nella fase successiva i prodotti ‘Agrisocial’ (marchio ‘ombrello’, di proprietà del soggetto responsabile, dei prodotti realizzati dagli aderenti al contratto di rete di agricoltura sociale denominato AgriCo.Re.) verranno venduti da tre mezzi mobili itineranti. Il contratto di rete fornisce il brand, i prodotti e il format agli operatori che si dovranno occupare della vendita. Il Soggetto responsabile è Co.Re. (Cooperazione e Reciprocità) - Consorzio di cooperative sociali i partner  coinvolti  Anolf – Foggia e  Campania,  la Fai Cisl Puglia e Calabria, Federazione agricola alimentare ambiente industriale Regione Campania, ESSERCI TUTTI Soc.Coop.Soc, Acli provinciali di Foggia e Cosenza.

 

Festa della donna indiana “Mela Punjabna Da Teeyan 2019”

6BDE21C7-085A-47F8-B323-3AEC31517062

Domenica  21 luglio, presso il salone dell’oratorio di Marene, si svolgerà, la Festa della Donna Indiana, che prende il nome “Mela Punjabna Da Teeyan 2019”, con l’adesione del Comune di Bra, il patrocinio del Comune di Marene e la collaborazione dell’Anolf Cisl Cuneo. Tra le province di Cuneo e Torino, sono presenti, oltre tremila cittadini di origine indiana - sottolinea  il Presidente Anolf Cuneo Roger Davico - essi infatti, provengono principalmente dallo Stato del Punjap, di stragrande maggioranza di religione sikh, impiegati negli allevamenti e nelle filiere di produzione di latte. La festa che ricade proprio ad agosto è un’occasione per le donne indiane di condividere le proprie tradizione.  

Leggi tutto...

CONFERENZA NAZIONALE ORGANIZZATIVA - NOI CISL SIAMO

Dal conferenza organizzativa 19 al 11 luglio a Roma, all’Auditorium del Massimo #NoiCislSiamo: la Conferenza organizzativa nazionale Cisl. Al centro dei lavori e del dibattito i temi del rilancio organizzativo del sindacato, le periferie urbane, il lavoro, l’occupazione giovanile, le trasformazioni tecnologiche, l’innovazione ed altri importanti temi economici e sociali.
 Tra i partecipanti ci saranno Annamaria Furlan, Giancarlo Giorgetti, il Cardinal Bassetti, Carmelo Barbagallo, Maurizio Landini, Luca Visentini oltre ad importanti esponenti del mondo manageriale ed imprenditoriale, rappresentanti del terzo settore e della società civile.


Leggi il programma completo

Petizione Giornata del Migrante Ignoto

mFLEtnSWpyCjFxq-800x450-noPadL'iniziativa, presentata nel corso della Conferenza Organizzativa Confederale, è stata sottoscritta anche dalla Cisl.

Leggi tutto...

17 Luglio Roma – Convegno finale progetto “Long Life Welfare”: formati 500 italiani e immigrati.

FOTO LLW long-life-welfare-763x429PROGETTO "Long life Welfare" (2015-VOL-1919)"

COMUNICATO STAMPA

PARTNER: ANOLF Nazionale (capofila) – IDOS, ANOLF Napoli - ANOLF Foggia - ANOLF Basilicata - ANOLF Calabria - ANOLF Sicilia - ANOLF Sardegna. In collaborazione con ANTEAS

Giunge a conclusione il progetto "Long Life Welfare": formati oltre 500 italiani e immigrati.

"Chi ha più conoscenze può farsi valere meglio e, a livello socio-previdenziale, tutelare in maniera più adeguata i suoi diritti".

Questa secondo Mohamed Saady, presidente dell’Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere (ANOLF), è la motivazione per cui, con il coinvolgimento di un’associazione di volontariato (ANTEAS) e di un Centro Studi e Ricerche specializzato sul fenomeno migratorio (IDOS), ANOLF ha proposto alla Fondazione con il Sud l’ambizioso progetto che ora si chiude.

Il titolo del progetto (Long Life Welfare) indica che con la sicurezza sociale si ha a che fare dalla nascita alla morte. Ma se l’ambito di applicazione è così vasto, non lo è altrettanto la capacità di cittadini e lavoratori di avvicinarsi ad essa, a causa della complessità normativa, della sostituzione da parte degli istituti previdenziali dei contatti diretti con gli assicurati con quelli a distanza via internet, della farraginosità dei formulari e, nel caso degli immigrati, di una non perfetta conoscenza della lingua.

Attachments:
Download this file (CS progetto LLW.pdf)CS progetto LLW.pdf[ ]307 Kb
Download this file (Programma  LLW 17 luglio 2019.pdf)Programma LLW 17 luglio 2019.pdf[ ]336 Kb

Leggi tutto...