Tunisia. Furlan: "La comunità internazionale deve reagire e fermare questa barbarie"

Stampa
PDF

Vive-la-Tunisie-libre"La Cisl -dichiara il Segretario generale- rinnova l'appello alle istituzioni italiane ed europee, affinchè la comunità͊ internazionale attivi con urgenza un'azione per isolare l'Isis e gli altri gruppi terroristici collegati".

"Il grave attentato che si è verificato oggi in Tunisia, dove hanno perso la vita anche alcuni nostri concittadini, impone a tutta la comunità internazionale una risposta unitaria ed una vigilanza ancora più efficace contro il terrorismo ed il fanatismo religioso che insanguinano il mondo da troppo tempo". E' quanto dichiara Annamaria Furlan, Segretario generale della Cisl in una nota. "Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alle famiglie dei nostri connazionali, alla comunità tunisina in Italia, al sindacato tunisino ed a tutta la popolazione colpita da questo vile attentato. Bisogna respingere questa escalation inaudita di violenza con grande determinazione e senso di responsabilità da parte di tutti. La Cisl rinnova l'appello alle istituzioni italiane ed europee, affinchè la comunità͊ internazionale attivi con urgenza un'azione per isolare l'Isis e gli altri gruppi terroristici collegati, mettendo in sicurezza la popolazione civile ed avviando un concreto processo di pacificazione e di giustizia per l'intera regione medio-orientale. Il mondo civile non può assistere silente ma deve reagire a questa barbarie".

Ufficio Stampa Cisl